“Un’azione spettrale a distanza” può portare a un multiverso. Ecco come.

Alcune interpretazioni della meccanica quantistica propongono che il nostro intero universo sia descritto da una singola funzione d’onda universale che si divide e si moltiplica costantemente, producendo una nuova realtà per ogni possibile interazione quantistica. È un’affermazione piuttosto audace. Allora come ci arriviamo?

Una delle prime realizzazioni nella storia della meccanica quantistica è che la materia ha una proprietà ondulatoria. Il primo a proporlo fu il fisico francese Louis de Broglie, il quale sostenne che ogni particella subatomica ha un’onda ad essa associata, proprio come la luce può comportarsi sia come una particella che come un’onda.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *