Toyota GR86 vs BBR MX-5 (ND) sovralimentato

PH classico. In un angolo, abbiamo un’auto che (in)famamente è andata esaurita durante la pausa pranzo, nell’altro, una roadster che devi creare tu stesso (o chiedere a BBR di farlo per te). Parli di consigli per l’acquisto, eh? Ma, data la possibilità, chi potrebbe resistere all’accostamento della nuova Toyota GR86 e di una Mazda MX-5 sovralimentata sullo stesso tratto di strada? Certo, sono diversi, ma se non c’è un’etica condivisa qui, allora radimi la testa e chiamami Loretta.

Inoltre, visti gli ultimi mesi, non sarebbe una sorpresa se alcuni 86 venissero immediatamente trasferiti dai loro primi proprietari: le auto sportive sono più difficili da giustificare in una crisi del costo della vita. E, sulla base della domanda repressa, c’è sicuramente un rapido profitto per chiunque sia così incline. Quindi vorrai sapere cosa ottieni per i tuoi £ 30.000 – e quale modo migliore per confrontare quell’esperienza se non contro l’auto sportiva decappottabile più venduta di sempre? Uno sovralimentato per il tuo piacere.

A parte Jason Plato che guida una 335d mappata per martellare salsicce congelate nel prato di un vicino, è difficile pensare a una funzione più PH. Inoltre, è agghiacciante pensare che ora ci sia un numero limitato di opportunità per celebrare nuove auto sportive a trazione posteriore, veloci, convenienti e manuali. Coglierli mentre rimangono una prospettiva praticabile è essenziale – e considera questo: unisci la GR86 e la BBR MX-5 e avrai un paio di auto che, insieme, costano meno di una BMW M2 e pesano meno di una Porsche Taycan Sport Turismo Che è un altro modo per dire che sono brillanti prima di muovere una ruota modestamente stanca. Volevamo solo stabilire esattamente quanto brillante.

Naturalmente, stiamo iniziando con il GR86. Non c’è stata così tanta eccitazione intorno a una nuova Toyota da quando, beh… va bene, la GR Yaris, ma questo sottolinea semplicemente la forza del rinascimento. E l’86 è un altro marcatore straordinario per il resto del settore di cui meravigliarsi. La buona notizia per alcuni è la cattiva notizia per il resto di noi: questo GR è assolutamente superbo. Possiamo essere ancora più pieni di lodi di quanto non fossimo in Spagna per il lancio, in effetti, poiché è molto più difficile realizzare un’auto che diverta mentre si acquistano i pannolini piuttosto che una schiacciante circuito. Ma è quello che abbiamo. La coppia del nuovo motore FA24, oltre a un’assistenza alla guida più avanzata e pneumatici migliori, rende una Toyota 86 che non ha più bisogno di vita per essere sbattuta per sentirsi viva. Quei momenti gioiosi del suo predecessore che forse richiedevano un po’ troppo impegno prima – l’auto non si è mai sentita meglio di un semplice limite di aderenza – ora sono molto più facilmente disponibili. E questa deve essere una buona notizia, se non altro perché più persone avranno la possibilità di apprezzarla.

Detto questo, c’è molto che rimane familiare sull’esperienza GR da quella GT, e questo dovrebbe essere incoraggiante per chiunque sia tentato di modificare la propria vecchia auto. La Toyota non era davvero così lontana dal nirvana delle auto sportive la prima volta, e il nuovo modello riguarda più l’evoluzione che il cambiamento all’ingrosso. I pesi di controllo sono ancora abbastanza perfetti, dal pedale del freno al manuale a sei marce. Sei ancora seduto in basso e comodo (se vuoi che la ruota fuori un po’ di più), quelle gobbe nei parafanghi rimangono ideali per posizionare l’estremità anteriore e anche il freno a mano è vicino, implorando di essere strattonato. È un ambiente di guida intimo senza essere claustrofobico, un aspetto in cui la piccola Mazda è ancora specializzata. Forse i guidatori BMW storceranno il naso davanti a questa cabina proprio come hanno fatto con quella vecchia, ma non ti mancherà nulla. E non essere infastidito proprio da niente, che sembra più importante in questi giorni. Trucchi e trucchi sono notevoli per la loro assenza.

Sarebbe giusto dire che il quattro motore piatto ha dominato l’esperienza di guida della GT86; lo fa ancora questa volta, ma l’unità da 2,4 litri è davanti e al centro per tutte le ragioni giuste ora mentre il 2,0 FA20 non lo era. Certo, il suono non è ancora esattamente stimolante, ma ora è così perfetto – dà il meglio di sé agli alti regimi ma anche con la coppia – che sembra quasi uno spreco che così poche auto lo ottengano. Ci sono gli ovvi vantaggi – battere i TDI A4 dai semafori, per esempio, e rendere un po’ più facili gli sbandamenti – ma anche quelli più sottili che in precedenza erano disperatamente scarsi. Il sorpasso richiede meno pianificazione e la guida su strada A meno cambi di marcia. Dimentica l’apparente modestia sulla carta di 151 lb ft a 184 – nel mondo reale ha trasformato l’esperienza, offrendo un’auto sportiva che è sia più rilassante quando necessario – che tira marce più alte con maggiore convinzione – e anche più eccitante, dando il telaio qualcosa a cui pensare. Se solo questo fosse potuto accadere prima.

Tuttavia, non può reggere il confronto con quello che è un hot rod di un MX-5. Sebbene il lavoro di induzione forzata di BBR sia familiare, la sua messa a punto di NA ha recentemente conquistato i titoli dei giornali. Non potrebbe esserci niente di meglio di questa conversione ND (qui a 250 CV e 220 lb ft) per ricordare a tutti noi quanto siano coerenti i suoi aggiornamenti. Il comportamento del caricabatterie Rotrex C30-94 è sottile quanto la sua integrazione sotto il cofano; l’MX-5 sembra semplicemente alimentato da un motore Skyactiv-G di maggiore capacità, piuttosto che fare affidamento sull’arte oscura dell’induzione forzata. Non c’è nessun lamento, nessun ritardo, nessuna esitazione anche oltre i 7.000 giri: in ogni aspetto del comportamento del motore, sembra un MX-5 da 2,0 litri, solo in avanzamento veloce. Con il suono pizzicato da un video di Best Motoring.

Anche dopo il fuoricampo della Toyota, questo è un propulsore superbo. Il cambio manuale è più dolce e fluido, l’accelerazione ancora più vivida e i muscoli di fascia media creano dipendenza poiché l’MX-5 viene lanciato nei suoi rapporti intermedi come mai prima d’ora. Andrà meglio anche da qui, una volta che BBR avrà rotto la centralina delle ND MX-5 rinnovate, le auto successive che hanno davvero dato vita al 2.0 litri con più giri e altri 24 CV. Anche per il momento, però, quella combinazione di coppia robusta e un bap-bap-bap da 7.500 giri/min che vale la pena inseguire è piuttosto avvincente. Entrambe le vetture hanno avuto le rispettive esperienze migliorate con una coppia aggiuntiva; premiano ancora i giri, ma non li richiedono per progressi significativi, una vera torta e una situazione da mangiare – ed è fantastico.

Altrove, esiste poco per riaffermare l’amore per le auto veloci in una giornata di sole di un’esplosione in una BBR MX-5. È così leggero e così agile che essere un po’ angusto cessa di avere importanza. L’assistenza del compressore significa che può essere guidato sull’acceleratore più facilmente che mai, anche se non è nemmeno una semplice mini muscle car. Puoi dettare l’atteggiamento come preferisci, con una preziosa piccola inerzia o ritardo tra ogni input e risposta. Aggiornamenti apparentemente minori come i freni Wilwood e le molle BBR (sempre una caratteristica dei dimostratori del sintonizzatore) rendono l’arresto e lo sterzo molto più sicuri rispetto allo standard, quindi il conducente ha la sicurezza di esplorare tutte le prestazioni aggiuntive che desidera, in qualunque moda. Come interpretazione moderna della classica roadster, una con un po’ più di potenza del necessario ma in possesso di un perfetto equilibrio tra motore anteriore e trazione posteriore, non farai di meglio. Il sorriso lo dimostrerà.

Dovrebbe davvero dire qualcosa, quindi, che la Toyota è l’auto più gratificante da guidare durante la giornata. Inevitabilmente, la rigidità torsionale gioca un ruolo; Il 50 percento in più di una GT86 sarà molto più di una MX-5. Spesso, quando il BBR è al suo meglio, un’imperfezione superficiale farà rabbrividire l’auto e ridurrà il tuo divertimento. Fa parte delle esperienze dell’MX-5 tanto quanto la ruggine e le battute da parrucchiere, ovviamente, ma l’86 mostra cosa può essere un’auto piccola, leggera, vivace e con guida posteriore senza tali compromessi. Ed è davvero fantastico.

Forse l’elogio più grande è che è davvero difficile pensare a qualcosa che vorresti cambiare. Laddove l’MX-5 ha ancora lo sterzo che è forse un po’ troppo leggero e una posizione di guida imperfetta, il GR si sente affinato e rigorosamente sviluppato come nient’altro. Sappiamo che è fantastico in pista e senza nulla di così noioso come un cambio gomme o un cambio di modalità è altrettanto gratificante sulla strada: poche auto preziose riescono a farlo. Poiché non pesa molto e poiché un acquirente non può scegliere una ruota più grande di quattro pollici, ogni minuto di sviluppo è stato presumibilmente speso per rendere questa configurazione il migliore possibile – e, ragazzo, si vede. Lo sterzo non ha bisogno di più resistenza, nulla richiede irrigidimento e la sensazione del pedale del freno è ineguagliabile, tanto che non ci pensi a niente, vai solo a divertirti. Oggettivamente parlando, non c’è un’altra macchina là fuori che inchioda i fondamenti della guida in modo così armonioso.

Significativamente, mantiene un compromesso sofisticato al centro dell’esperienza. La Mazda sfrigola allegramente ovunque come una Berocca in una capsula di Petri, ed è un divertimento tremendo, ma hai la sensazione che potrebbe essere un po’ troppo per i pendolari su lunghe distanze. La Toyota dimostra che l’auto sportiva di tutti i giorni non è un ossimoro, perché tutto ciò che è eccezionale in merito allo sterzo, all’equilibrio, allo smorzamento e al gruppo propulsore può essere apprezzato in ogni momento. Ad un certo punto di qualsiasi viaggio – e intendiamo davvero ovunque – ti farà sorridere, garantito. Leggero ma ben piantato, agile ma sicuro, coinvolgente ma non iperattivo, è una lezione oggettiva di sagge concessioni. Un po’ più di vantaggio e avrebbe potuto sembrare meno piacevole, più indulgente e l’eccitazione avrebbe potuto svanire. E tutto da un’unica messa a punto delle sospensioni, mappatura dell’acceleratore e configurazione dello sterzo. È onesto-a-bontà scritto in grande.

Entrambe le auto lo sono, davvero. Nessun test gemello nel 2022 eclissa questo per l’intrattenimento senza colpa. Ci aspettavamo altrettanto, ovviamente, ma è impossibile trascorrere una giornata in compagnia di una delle due auto e non riflettere seriamente sulle decine di migliaia di spese in più dalle persone per quella che il più delle volte è un’esperienza meno gratificante sia su strada che su pista. Questo non è da sottovalutare il fascino della velocità grezza, ma nessuno di noi ha mai mostrato il desiderio di essere in qualcos’altro. Su una tranquilla strada B, sotto il sole autunnale, difficilmente si potrebbe chiedere di più di un effervescente quattro marce, un fantastico cambio manuale e un telaio disponibile: la ricetta racchiude ancora tutto ciò che dovrebbe essere eccezionale nella guida.

Certamente, chiunque sia abbastanza fortunato da ricevere un ordine GR86 confermato riceverà una sorpresa due volte in una generazione. Speriamo che molti, se non la maggior parte, siano clienti GT86, che meritano di vedere il concetto finalmente perfezionato. Forse ’86 restomod’ suona sciocco, ma nel suo simpatico aggiornamento di un eroe cult imperfetto, dalle prestazioni aggiuntive al nuovo look soave, questo è il modo in cui guida la GR. È così buono, così più appetitoso. Per un uomo, tutti ne vogliamo uno.

Ma che bel Plan B è un MX-5 sovralimentato. Nella giusta situazione, questa è l’auto sportiva più veloce ed eccitante, che sfreccia come un pilota di Super Taikyu e si comporta con tutta l’esuberanza che ti aspetteresti da una roadster da 1.000 kg a trazione posteriore. Qualsiasi MX-5 può affermare di essere un tonico; questo aggiunge il ghiaccio e un triplo bicchierino di gin. Tuttavia, la tentazione è di resistere all’aggiornamento da parte di BBR del modello successivo, conoscendo il miglioramento che ha apportato allo standard ND. Una riserva minore, forse, ma valida se stai cercando l’MX-5 definitivo. Il GR86 non richiede tali qualifiche. Ha fastidiosi steli indicatori, tutto qui. Altrimenti, probabilmente non c’è mai stata un’auto sportiva più conveniente.

SPECIFICA | TOYOTA GR86 del 2022

Motore: 2.387 cc, quattro piatti
Trasmissione: Manuale a 6 marce, trazione posteriore
Potenza (CV): 234 @ 7.000 giri/min
Coppia (lb ft): 184 @ 3.700 giri/min
0-100 km/h: 6,3 sec
velocità massima: 140 mph
Il peso: 1.275 kg-1.314 kg
MPG: 32.1
CO2: 198-200 g/km
Prezzo: £ 29.995 (tutto esaurito, potresti aver sentito)

SPECIFICA | MAZDA MX-5 (ND) BBR SUPERCARICA

Motore: 1.998 cc, 4 cil
Trasmissione: Manuale a 6 marce, trazione posteriore
Potenza (CV): 253@7.000 giri/min (160@6.000 giri/min standard)
Coppia (lb ft): 220@3.750-5.750 giri/min (148@4.600 giri/min standard)
0-100 km/h: 5,1 secondi (standard 7,3 secondi)
velocità massima: c. 150 mph (standard) 133 mph
Il peso: 1.075 kg (con conducente da 75 kg, auto standard)
MPG: 40,9 mpg (NEDC combinato, auto standard)
CO2: 161 g/km (standard)
Prezzo: £ 6.495 (più IVA, esclusi gli aggiornamenti dell’auto e del telaio del donatore)

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *