TikTok accusato di complottare per rintracciare specifici cittadini statunitensi • The Register

TikTok è stato accusato di prepararsi a tenere sotto controllo la posizione fisica di alcuni cittadini statunitensi utilizzando la sua app.

Il gigante dei video virali, in ultima analisi di proprietà di ByteDance con sede a Pechino, è stato a lungo una preoccupazione per i guardiani della privacy in America e altrove a causa delle preoccupazioni che potrebbe essere utilizzato per spiare l’Occidente. Ora, è stato affermato che erano in corso passaggi per tenere traccia di ogni mossa dei bersagli selezionati.

Secondo Forbes questa settimana, ByteDance ha un dipartimento di controllo interno e controllo dei rischi che in genere utilizza i dati sulla posizione dell’app per monitorare e indagare sui dipendenti attuali ed ex sospettati di illeciti. In almeno due occasioni, tuttavia, questo dipartimento “ha pianificato di raccogliere dati TikTok sull’ubicazione di un cittadino statunitense che non aveva mai avuto un rapporto di lavoro con l’azienda”, è stato riferito.

Vale a dire: è stato affermato che il team di audit interno non avrebbe solo tenuto d’occhio il personale, ma intendeva rintracciare le persone al di fuori dell’azienda. Al di là di queste basi, Forbes ha affermato che “non stava rivelando la natura e lo scopo della sorveglianza pianificata a cui si fa riferimento nei materiali al fine di proteggere le fonti”.

Apparentemente, i documenti trapelati descrivono in dettaglio questi piani e gli sforzi del personale di audit di TikTok per utilizzare l’app mobile per registrare la posizione di utenti selezionati in modo che le loro attività possano essere monitorate. È stato riferito che ByteDance non aveva intenzione di utilizzare questi dati per il targeting degli annunci o per qualsiasi altro scopo per cui in precedenza affermava che tale codice di monitoraggio potesse essere utilizzato.

Potremmo ipotizzare che il team di audit intendesse monitorare il luogo in cui si trovano i non dipendenti sospettati di collusione o cospirazione con il personale di TikTok passato e attuale. Ci sono anche altri scenari. E certo, sì, anche la US Big Tech ha tracciato utenti specifici in passato: mostra A, Greyball di Uber.

TikTok era già in acqua calda per la gestione e la privacy dei dati degli utenti. All’inizio di quest’anno, ha confermato che alcune di queste informazioni potrebbero essere visualizzate da alcuni dipendenti ByteDance in Cina. Ciò ha alimentato i continui timori che Pechino stesse usando TikTok come una finestra profonda sulla vita personale di milioni di netizen occidentali, compresi i bambini, e potesse potenzialmente utilizzare il software per spiare a tappeto i cittadini americani e i loro dispositivi.

All’indomani di tale ammissione, TikTok ha lanciato Project Texas, che secondo ByteDance limiterebbe l’accesso ai dati degli utenti statunitensi al “personale autorizzato, in base ai protocolli sviluppati con il governo degli Stati Uniti”. Come parte di ciò, TikTok ha annunciato l’intenzione di trasferire i suoi dati statunitensi sui server Oracle Cloud negli Stati Uniti, mantenendo le informazioni fuori dalla portata diretta del Regno di Mezzo. Quella mossa, tuttavia, non fu mai completata.

TikTok è ancora impegnato in trattative con il governo degli Stati Uniti per problemi di sicurezza nazionale relativi all’accesso della Cina ai dati e ai dispositivi degli utenti americani dell’app. Lo zio Sam vuole che TikTok apporti alcuni cambiamenti, come lo spostamento dei dati dell’account sul suolo statunitense fuori dalla portata della Cina e le modifiche alla governance di TikTok. Le notizie di questa settimana potrebbero far deragliare quelle discussioni.

TikTok risponde

Un account Twitter ufficiale di TikTok ha risposto rapidamente alle accuse, pretendendo il servizio mancava “sia di rigore che di integrità giornalistica”.

Secondo TikTok, non ha mai sorvegliato membri del governo degli Stati Uniti, attivisti, personaggi pubblici, né giornalisti, che è un elenco molto specifico – e Forbes non ha dichiarato l’occupazione delle persone su cui TikTok apparentemente intendeva tenere d’occhio. Quindi TikTok potrebbe dire la verità e Forbes potrebbe ancora avere ragione.

TikTok ha anche affermato che il team di audit ha politiche e processi che deve seguire per acquisire dati simili ad altre società “in tutto il nostro settore” e che qualsiasi utilizzo delle risorse di audit, come affermato da Forbes, “sarebbe motivo di licenziamento immediato”. Ha detto che non raccoglie dati GPS precisi.

Forbes giornalista Emily Baker-White, che ha scritto la storia, Rispondere a TikTok, sottolineando alcuni modi in cui l’azienda ha mostrato la sua mano nella sua confutazione twittata. Baker-White fa diversi punti, ma per riassumere: la dichiarazione di TikTok è stata formulata con molta attenzione e non abbatte specificamente ciò che è stato riportato, ha detto.

Quello che viene dopo è un’ipotesi di chiunque e potrebbe dipendere dal fatto che il governo degli Stati Uniti ottenga o meno una copia dei documenti trapelati. Abbiamo contattato il Dipartimento del Tesoro, che è in trattative con il biz, per un commento. ®

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *