The Watcher – Riepilogo e recensione dell’episodio 5 della stagione 1 “Il rasoio di Occam”.

Rasoio di Occam

È una luminosa mattinata a Westfield all’inizio dell’episodio 5 di The Watcher. Nora, che ora ha più tempo per occuparsi delle cose, sniffa un po’ in giro. Esamina i registri delle chiamate del loro telefono di casa. Ricordi la chiamata che ha ricevuto al motel quando Dean dormiva a casa? L’uomo dall’altra parte respirava pesantemente e non diceva niente. Nora scopre quel numero e deduce che la chiamata proveniva da casa; qualcosa che sapevamo nella scena finale dell’episodio 2. Si incontra con Theodora per discutere le informazioni. Abbiamo un’idea di ciò su cui atterrerà come conclusione.

Il PI usa la parola “treccine” per la ragazza nel video e all’improvviso una lampadina si spegne nella testa di Nora. Karen ha detto la stessa cosa quando ha suggerito a Dean di avere una relazione con una “ragazza con le trecce”. Si tratta di una coincidenza o di un complotto? “Mio marito scrive le lettere” è quello che sembra pensare Nora. Pensa ancora che Dean voglia che se ne vadano di casa per motivi finanziari. Successivamente, vediamo Karen avvicinarsi a Mitch e Mo nella sua Mercedes Benz incontaminata. Dice di aver sentito voci vorticose sulla coppia tra le persone e non sembra buono per loro.

L’agente immobiliare menziona il loro appartamento in Florida, un’informazione riservata solo alla coppia. Bene, dovresti sapere che aspetto ha uno squalo quando ne vedi uno. Cerca astutamente di convincerli a vendere la casa e trasferirsi lì per il crepuscolo delle loro vite. La “proprietà stigmatizzata” sarà gestita da lei e Darren, che occasionalmente hanno creato una LLC anonima per acquistare case a buon mercato e poi girarle per un profitto. Big Mo non sta prendendo nessuna sciocchezza. È come quello scontro tra Phyllis e Dwight sulle grandi personalità.

Theodora ha scavato un po’ e ha informazioni sorprendenti per Mrs. Brannock. Suggerisce che è altamente probabile, come confermato dal suo contatto all’ufficio, che Dean abbia scritto la terza lettera. Non i primi due, ma molto probabilmente il terzo. Una “k” non stilizzata nel suo biglietto di San Valentino ha fatto uscire Dean. Aspetta, è coinvolta anche Theodora? Non posso decidere. Puoi? Theodora poi rivela alcune informazioni più elettrizzanti. Ha incontrato Steve e lo ha convinto a parlare. I risparmi in liquidazione, un prestito ad alto interesse da parte di personale rischioso e il fatto che Nora abbia firmato l’accordo sono tutti usciti dalla tana del coniglio. E che non farà partner. Dean ha incasinato regalmente. Sembra improbabile che lui e Nora tornino mai più insieme. Vincerà l’osservatore?

Dean aspetta che Andrew esca. Lo affronta per chiedergli se Andrew stesse mentendo sul fatto di rimanere in casa. Ma Andrew lo scrolla di dosso e dice di averlo fatto. Tutto quello che aveva detto era vero, ma non apprezzava che Dean lo molestasse in quel modo. Nora finalmente riceve una buona notizia dal curatore della galleria dove sono esposte le sue opere. Tutti loro sono esauriti. Commissiona un altro spettacolo per Nora ed è euforica. Nora continua a non parlare con Dean e vede qualcuno nel suo giardino. Quando si avvicina, scopre che è Pearl.

La strana sorella la invita a un pranzo in onore di Mo. Questo incontro è una rivelazione a sé stante. Tutte e tre le attrici creano una tensione palpabile con facilità senza sforzo ed è anche abbastanza parte integrante della storia. Mo e Pearl parlano di come non abbiano cambiato casa nemmeno un pochino da quando li hanno acquisiti. Si scambiano sguardi l’un l’altro e cercano di ingannare Nora su qualcosa. Ogni volta che qualcuno dice qualcosa, gli altri guardano Nora per vedere se ci crede davvero o no. Mo parla di suo figlio con problemi mentali e di come ha preso le persone da un rifugio per senzatetto e ha sparato loro per ottenere i soldi dell’assicurazione. Pensa che sia Christopher a scrivere le lettere quando Pearl interviene dicendo che pensa che Jasper le stia scrivendo.

Pearl dice che lei stessa ha ricevuto un messaggio alcuni anni fa. “Un inno a una casa”, si legge. Era come una lettera d’amore alla casa. Qualcosa nei muri si muove e Nora si precipita fuori di lì quando non ne saranno disturbati. Ellie si scusa con Nora e dice che questa sua qualità è un difetto della sua personalità. Racconta la poesia a Ellie per vedere se riesce a dargli un senso. Dean incontra Dakota che dice di aver commesso un errore non credendo a Dean. Quando ha rivisto di nuovo il filmato, nessuno è entrato o uscito di casa quel giorno tranne Dean. Allora da dove veniva la ragazza allora? Ad ogni modo, sorprende Nora a casa con Dakota che le racconta l’incidente.

Era davvero una configurazione. Nora chiede a Dean della terza lettera e lui ammette. Perché dovrebbe farlo? È una rivelazione scioccante che la manda in una spirale. La relazione è appesa a un filo in questo momento. Nora porta Dean a Chamberland, che avverte di fornire i risultati del DNA. Chamberland si scusa e dice che il campione di DNA indica che l’osservatore è una donna. Dean è tornato a casa per ora.

La coppia ricomincia ancora una volta con le indagini sull’osservatore. Dubitano della cosa del DNA, ma pensano ancora che un colpevole sia una mano. Quando pensano di più, cercano qualcuno con un motivo per cui i Brannock vendano la casa; per soldi. Questa non è l'”unica” motivazione per “alcune persone a fare “cose”, per tua informazione. Catturano Karen e Chamberland insieme al club, accusandoli di complottare la cospirazione. È un tiro lungo, ma reagiscono, minacciandoli con ogni sorta di cose, in particolare Chamberland. L’umiliazione pubblica avrà gravi conseguenze per la famiglia. Ora pensano persino che Theodora possa essere coinvolta, dal momento che Chamberland è stato colui che l’ha raccomandata.

Ellie ha informazioni su un gruppo Facebook chiamato An Ode to the House. Nora lo sfoglia e ricorda una certa foto dalla pagina: l’uomo con il papillon dell’episodio 1, l’open house. Era un insegnante di inglese, Robert Kaplan, che dava incarichi ai suoi studenti di scrivere lettere d’amore alle case della località. L’appaltatore li chiama via con una scoperta nel seminterrato. Una porta segreta che conduce a un tunnel. Mentre avanzano, vedono qualcosa che manca scappando via da loro. Sono loro gli osservatori?


La recensione dell’episodio

E arriva un tunnel! Ci sono ampi momenti WTF in questo episodio. La loro frequenza continua ad aumentare mentre i Brannock si immergono più a fondo nella risoluzione di questo mistero impossibile. Il tunnel è davvero una grande rivelazione, anche se c’è stata una leggera delusione nel vedere la cosa di Andrew non andare da nessuna parte. Anche l’improvvisa ricomparsa di Mitch e Mo non è stata così inquietante come avremmo voluto che fosse.

Ma a parte questi punti dolly, The Watcher ha consegnato tutto ciò che Ryan Murphy avrebbe voluto dal prodotto finale. Il vero crimine potrebbe aver portato gli spettatori a credere che la drammatizzazione sarebbe stata troppo rispettosa o incerta per fare grandi passi avanti. Ma quei commenti sono stati fatti senza conoscere i veri dettagli.

È incredibile come ci siamo tuffati a capofitto nello spettacolo senza conoscere i dettagli ed è così pacifico non farlo. L’episodio 5 ha anche consolidato l’unisono di Nora e Dean, che è una buona svolta nello schema delle cose. Karen è finalmente incazzata e vedere una Jennifer Coolidge arrabbiata ne varrà la pena. Bene, The Watcher è in controtendenza e ha inventato una storia avvincente che è selvaggia nel modo in cui si svolge.

Episodio precedente

Prossimo episodio

Aspettati un resoconto dell’intera stagione quando questa stagione si conclude!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *