Shutout vincere su Edmonton è un gioco di dichiarazione per la difesa di Jordan Binnington e Blues

EDMONTON, Alberta — I Blues sono stati disciplinati. Sono rimasti fedeli al piano di gioco. E hanno avuto abbastanza offesa sabato pomeriggio a Rogers Place.

Ma la storia della loro vittoria per 2-0 sugli Edmonton Oilers inizia e finisce con il portiere Jordan Binnington.

“Era di nuovo eccezionale”, ha detto il difensore Nick Leddy. “Ha fatto quei salvataggi chiave quando ne avevamo bisogno, ed è quello di cui hai bisogno per andare in profondità e avere un grande anno”.

“Sapevamo che sarebbe venuto qui e avrebbe dato spettacolo per noi”, ha detto il D-man Torey Krug, che ha segnato l’unico gol della partita, con un portiere in rete, comunque. “Puoi dire quando è fidanzato, sta giocando davvero bene il disco. Questo è il primo segno di ciò, e si ferma quando ne abbiamo bisogno.

“Quando gioca fiducioso, tutta la nostra squadra gioca fiducioso e sanguina per tutta la nostra formazione”.

Le persone stanno anche leggendo…

Ma ciò che ha reso il pomeriggio ancora più speciale è stato lo stato di Jordan Binnington l’ultima volta che i Blues sono stati in questo edificio, il 1 aprile 2022.

In quel momento stava crollando potentemente, come ricorderete. Ha segnato quattro gol in soli 13 minuti e mezzo prima di essere tirato a favore di Ville Husso. I Blues hanno recuperato un punto in una sconfitta per 6-5 ai tempi supplementari, ma un esasperato Berube ha detto che Binnington doveva semplicemente giocare meglio.

Questo è stato il punto più basso della stagione per Binnington, probabilmente il punto più basso della sua carriera in NHL. Quindi tornare in questo posto, contro questa potente squadra di Oilers e chiuderli, è stato un gioco di parole per Binnington. E per la difesa dei Blues.

Ha fatto molta strada dal 1 aprile in termini di rimettere in carreggiata il suo gioco e la sua carriera.

Al di fuori della Stanley Cup, si classificherebbe con una delle migliori partite della sua carriera?

“È il gioco 3. Rilassati”, ha detto Binnington. “Rilassare.”

Una risposta vintage di Binnington dopo un gioco vintage di Binnington.

“Ogni gioco è diverso, amico”, ha detto. “È passato un anno. Succedono molte cose. Devi rialzarti e continuare a combattere.

“È bello avere l’esclusione, ma soprattutto la vittoria. Basta divertirsi sulla strada e continuare a costruire. È stato bello vedere la squadra giocare insieme là fuori e giocare l’una per l’altra”.

Lascia che sia l’allenatore Craig Berube a contestualizzare come Binnington ha recuperato il suo gioco dopo quel downer del 1 aprile.

“È mentalmente duro”, ha detto Berube. “E sa cosa può fare e sa cosa è capace di fare. È stato solo un duro tratto (l’anno scorso). Ma ha combattuto fuori di esso, ha lavorato fuori di esso. Lavoro, lavoro, sai? Ed è stato davvero bravo lungo il tratto e nei playoff.

“Non ci sono scorciatoie. Come professionista, qualsiasi tipo di professionista, devi continuare a lavorarci, non importa per quanti anni hai giocato, cosa hai realizzato. Di nuovo, la disciplina e il lavoro, mettendolo notte dentro, notte fuori, giorno dopo giorno. Si tratta di lavoro e di fare le cose per bene ed essere un buon professionista”.

Binnington ha effettuato alcune parate difficili sabato. Come quel one-time di Evander Kane dal cerchio di sinistra con 11:08 rimasti nel gioco. O un secondo colpo al polso dallo slot in cui Ryan Nugent-Hopkins ha avuto il tempo di tirarlo su. Oppure il rovescio di Brett Kulak dalla chiusura di 11 minuti e 40 secondi del primo periodo.

E, naturalmente, c’erano un paio di sequenze frenetiche con Connor McDavid che faceva la sua cosa da derviscio roteante dietro la rete.

“Devi fidarti del tuo istinto”, ha detto Binnington.

Ma quando tutto è stato detto e fatto, gli Oilers hanno lanciato solo un modesto 23 tiri in porta. Binnington ha ricevuto molto aiuto dalla sua difesa, che si tratti degli attuali difensori o degli attaccanti. I Blues avevano un piano di gioco molto specifico su come tenere sotto controllo gli Oilers – in particolare McDavid e Leon Draisaitl – e lo hanno eseguito sabato.

“Sono alcuni dei migliori giocatori del mondo”, ha detto Leddy. “La velocità a cui (McDavid) può giocare. Draisaitl, il modo in cui può rallentare il gioco e fare quelle giocate. Sono due ragazzi difficili contro cui giocare.

“Ma se hai quella buona difesa della squadra e li frustra il più possibile, è una ricetta per il successo”.

Berube ha detto ai media prima della partita che voleva un migliore possesso del disco e una migliore gestione del disco. Voleva disciplina nel processo decisionale della squadra. Voleva che i suoi giocatori facessero chip su McDavid e Draisaitl, solo un urto qua e là per rallentarli.

E voleva che il terzo attaccante – l’F3 – si proteggesse dai breakout di transizione che gli Oilers sono così famosi per essere balzati sull’opposizione.

Non succede molto spesso nell’hockey, ma tutto ha funzionato come previsto. Quasi perfettamente.

“È stato davvero un ottimo sforzo da parte di tutti i membri della squadra”, ha detto Berube. “Penso che abbiamo limitato il loro attacco rapido avendo una buona F3 ed essendo stretti. Abbiamo controllato bene stasera. Questa è la differenza nel gioco. Abbiamo controllato bene.

“E le nostre squadre speciali erano al 100 percento.”

Il gol in power play di Krug, su un setup di Vladimir Tarasenko, ha portato i Blues in vantaggio per 1-0 a soli 5:04 dall’inizio della gara. È rimasto così fino a quando un altro difensore, Justin Faulk, ha segnato un lungo gol a porta vuota a 62 secondi dalla fine. Hanno avuto anche un’enorme uccisione in power play dopo aver pareggiato la loro unica penalità della partita a metà del terzo periodo.

Quindi i Blues sono 3-0-0 e devono ancora essere in svantaggio in questa stagione, nemmeno per un secondo.

Quando gli è stato chiesto se gli piaceva quello che stava vedendo, Berube ha sorriso e ha detto: “Mi piace il nostro gioco di oggi”.

Taccuino: Pavel Buchnevich del blues graffiato vs. Oliatori con lesioni alla parte inferiore del corpo

.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *