Se non hai mai giocato a Uncharted, dovresti iniziare con la collezione Legacy Of Thieves?

Questa settimana, la collezione Uncharted: Legacy Of Thieves è arrivata su PC, segnando la prima volta che le avventure di Nathan Drake Tombraider-but-a-bro sono arrivate sulla nostra piattaforma fieristica. È anche, ehm, una raccolta degli ultimi giochi della serie. Il pacchetto include Uncharted 4: A Thief’s End e The Lost Legacy, un’avventura Uncharted indipendente con le ladri di donne Chloe Frazer e Nadine Ross (sono ladri che sono donne, non rubano donne). Uncharteds 1-3, d’altra parte, non si vede da nessuna parte. In effetti, l’unico modo per riprodurli su PC in questo momento è acquistare un costoso abbonamento PlayStation Plus Premium e riprodurli in streaming tramite il cloud come parte della Nathan Drake Collection, una soluzione tutt’altro che ideale.

Questo ci mette un po’ in crisi. Naturalmente, se non hai giocato a nessuna di queste esclusive PlayStation fino ad ora, ti mancano tre interi giochi degni di un contesto narrativo. Quindi, vale la pena iniziare con Uncharted 4? La risposta breve è “Sì”. La risposta lunga è “Yeeeeeeeeeees – probabilmente”.

Io stesso sono stato a bordo del treno Uncharted (lo stesso appeso al lato di una scogliera, attraverso il quale devi arrampicarti evitando spari e carichi che cadono) dall’inizio. Ricordo che c’era molta eccitazione su come, se entrassi in un travestimento da set, il bel McMan Nate Drake dalla mascella quadrata lo farebbe alza il braccio come se ci si appoggiasse o si spingesse oltre. Si è parlato molto anche della sua maglietta: come si bagnava se si entrava in acqua, e poi si asciugava, e diventava visibilmente più strappata e consumata durante la sua avventura. Ad essere onesti, la maggior parte di ciò che ricordo era quella strana concentrazione sulla maglia.

Giocare a Uncharted 4 significa incontrare Nathan Drake nella sua forma più interessante.

Sotto la maglietta, ovviamente, c’era un’avventura d’azione frenetica, il genere di cose in cui la maggior parte dei problemi può essere risolta con una pistola o, in mancanza, un’esplosione. Nate, la sua figura paterna/pilota di idrovolante Sully e la coraggiosa passione amorosa Elena hanno abilmente riempito il vuoto quando non c’erano buoni giochi di Tomb Raider. Vuoi le tombe? giungle? Qualcosa di soprannaturale? Abbiamo tutto! Ma abbiamo anche cenge scalabili contrassegnate di giallo o bianco in un modo che sarà onnipresente in un paio d’anni. Creatore del gusto, piccola!

Tutte le cose in cui Uncharted è bravo, Uncharted 4 è il più buono a Ci sono dei calci piazzati incredibili e ridicoli. Uncharted 4 ha una sorta di “Vedi quella montagna? Puoi scalarla!” cosa succede, tranne che in quasi letteralmente ogni livello la telecamera dice: “Vedi quell’impressionante rovina in lontananza? gunna arrampicalo!” C’è un villaggio segreto dei pirati, una cattedrale in rovina in Scozia e alcune scene mozzafiato in Madagascar, ma anche, in una prima volta per la serie, ci sono emozioni serie.

Il protagonista Nate Drake osserva una grande torre della prigione in rovina, ricoperta di piante, in lontananza, in un primo livello di Uncharted 4: A Thief's End

Giocare a Uncharted 4 significa incontrare Nathan Drake nella sua forma più interessante. È sposato, è una specie di mezza età e ha smesso di avventurarsi per lavorare al salvataggio subacqueo. Il fatto è che è anche un triste drogato di adrenalina intrappolato nel passato. Prima, la complessità più emotiva che si ha in un gioco di Uncharted era che lui immaginava Elena ma faceva finta di no, il che è il livello di sentimenti di un fratello di scuola. Questo non è male, per inciso; ha funzionato sia per il personaggio che per il gioco.

In Uncharted 4, tuttavia, viene rivelato che per tutto il tempo ha avuto un fratello maggiore segreto, che pensava fosse morto circa 15 anni prima, e non ha mai parlato di lui. Non ha nemmeno detto a Elena, ora sua moglie, che Sam esisteva (anche lui, quando ha raccontato a Sam tutta la sua vita fino ad allora, si dimentica di dire a Sam che è sposato, il che, bene). Ma basti dire che Uncharted 4 dà a Nate un carattere reale e una profondità emotiva, oltre a problemi comprensibili nelle sue relazioni più strette.

Un primo piano di Sam Drake, fratello di Nate Drake e ladro generale della città in Uncharted 4: A Thief's End

L’altro giorno ho detto che mi manca il protagonista in stile anni ’80, che era solo, tipo, un tizio con un visino sfuggente e l’attaccatura dei capelli sfuggente, ma abbastanza carisma per cambiare l’orbita della luna. IMMAGINE DI SAM DRAKE RELATIVA

Inoltre, tipo… Sam è solo un personaggio super divertente da aggiungere al mix. La dinamica fraterna dei Drake è sia divertente che commovente, a volte. Sam ha un sacco di spavalderia e spavalderia, ma ha anche passato molto tempo in prigione, quindi ha un caso per gli sviluppi arrestati e, come Nate, ha molti problemi ad articolare i suoi sentimenti attuali. Probabilmente ho già fatto questa battuta, ma il vero tesoro del gioco è l’amicizia che trovano lungo la strada.

Tutto questo va bene, ovviamente, ma ho aggiunto un “probabilmente” lassù. C’è una discreta quantità di gubbin da affrontare all’inizio nella creazione della storia di Uncharted 4, e un po’ di questo fa solo riferimento ai tre giochi precedenti. Il peso emotivo dei problemi di Nate diminuisce se non hai idea di com’era prima, e non ti importerà affatto che personaggi come Sully o Elena siano in pericolo. Il gioco non ha il tempo di stabilire che Sully è una specie di amato membro del cast di supporto a questo punto, quindi deve solo fargli un gesto e provare a fare un Documentario sulla natura Granchio per i nuovi arrivati.

Due donne in piedi su una grande vite che si affacciano su un paesaggio montuoso in Uncharted: Lost Legacy

Non stavo scherzando sul “Vedi quella montagna?” schtic. Anche Lost Legacy ne ha in abbondanza.

Devi mettere un sacco di chips tu stesso, è quello che sto dicendo, e ti perdonerei assolutamente se non potessi essere infastidito. C’è un altro motivo per cercare la collezione Legacy Of Thieves, però. Non dovresti assolutamente dimenticare The Lost Legacy, che è una fantastica avventura per ragazze (quasi; alcuni ragazzi si presentano) a sé stante, anche se penso ancora che A Thief’s End sia migliore.

Anche così, non sapere nulla di Uncharted non significa che ti perderai l’azione, i divertenti scatti sparatutto, le viste deliberatamente adorabili e il bel rapporto fratello-amico nel cuore. Quindi penso che se sei mai stato interessato a Uncharted, ma non hai mai avuto la scatola di gioco giusta per questo, perdere i primi tre non dovrebbe scoraggiarti da questa collezione di Legacy Of Thieves.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *