Ryan Kirkpatrick è morto in un attacco in stile “esecuzione” da parte di codardi

RYAN Kirkpatrick è morto a seguito di un attacco in stile “esecuzione” perpetrato da feroci assassini che non gli hanno dato alcuna possibilità di difendersi.

È questa l’opinione espressa dal giudice che oggi ha condannato all’ergastolo il 29enne Kane Hull e il suo complice Liam Porter, 33 anni, che non hanno mostrato alcun rimorso per le sofferenze che hanno causato.

Hull sorrise quando il signor Justice Linden gli disse che trascorrerà i prossimi 28 anni dietro le sbarre, mentre a Porter è stato concesso un mandato minimo di 26 anni.

Mentre i due imputati venivano portati via per iniziare la loro sentenza, un uomo nella tribuna del tribunale numero tre ha urlato la parola: “Codardi”.

Era la prima volta che qualcuno in tribunale esprimeva un’emozione così cruda nei confronti degli assassini.

Il signor Kirkpatrick era a soli due giorni dalla celebrazione del suo 25° compleanno quando Hull e Porter sono tornati per la seconda volta in 15 minuti a Carlyle’s Court, nel centro di Carlisle, la sera del 18 settembre dello scorso anno.

Il signor Kirkpatrick stava socializzando con gli amici dopo essere tornato da un battesimo nel villaggio di Wreay a sud di Carlisle.

Durante la prima visita a Carlyle’s Court, Hull, che in precedenza aveva scontato una pena detentiva per aver aggredito il signor Kirkpatrick in un negozio di scommesse, ha tentato di catturare la sua vittima, ma gli astanti gli hanno impedito di farlo.

Alle 20:46, tentativo di vendetta perché ha scontato una pena in prigione per aver attaccato il signor Kirkpatrick nel 2017, Hull è tornato alla corte di Carlyle con Porter, i volti sotto felpe e passamontagna.

Mentre pronunciava la sentenza, il giudice Linden ha descritto cosa è successo dopo: “Il signor Hull è corso dentro con il cappuccio e la maschera addosso, come un assassino, e con il coltello sguainato.

“Il signor Kirkpatrick stava chattando con un amico e guardava il suo cellulare, completamente ignaro dell’approccio di Hull. Era disarmato, in maniche di camicia e indifeso.

“Tu, Porter, hai seguito Hull a passo d’uomo, fermandoti brevemente mentre entravi, ma con il cappuccio e la maschera addosso.

“Lei, signor Hull, è corso dritto da Kirkpatrick e l’ha accoltellato prima che lui o chiunque altro fosse presente avesse l’opportunità di reagire. Ti sei fermato e poi hai attaccato per la seconda volta.

Quando Ryan Kirkpatrick cadde, Hull si fermò e spinse indietro il cappuccio “per mostrargli la tua faccia, in modo che potesse vedere chi era il suo assassino”, ha detto il giudice.

“Poi hai attaccato di nuovo, e di nuovo gli hai mostrato la tua faccia mentre entravi.”

Il giudice ha proseguito: “Sono sicuro che il signor Hull intendesse uccidere Ryan Kirkpatrick.

“L’incidente è durato circa 30 secondi e si è trattato di un’esecuzione. Come era nelle intenzioni del signor Hull, il signor Kirkpatrick non aveva alcuna reale possibilità di difendersi.

“Le parole ‘vizioso’, ‘insensibile’ e ‘vigliacco’ sono state usate dal Leading Counsel per descrivere quello che hai fatto, ma non credo che vada abbastanza lontano.

“La parola ‘futile’ dovrebbe essere aggiunta per riflettere l’inutilità di ciò che hai fatto. Non hai ottenuto nient’altro che causare miseria alla famiglia Kirkpatrick e rovinarti la vita…”

Commentando il ruolo di Porter nell’omicidio, il giudice gli ha detto: “Sapevi perfettamente che Hull era arrabbiato e che è un uomo violento, anche perché l’hai appena visto cercare di prendere il signor Kirkpatrick”.

Il ruolo di Porter era stato quello di eseguire il “controllo della folla” per Hull, per impedire a qualsiasi persona di interferire nell’attacco, ha sentito la corte.

La corte aveva precedentemente ascoltato una commovente dichiarazione della madre affranta di Ryan Kirkpatrick, Andrea Johnston.

Ha iniziato con le parole: “Ho sempre detto che era il mio raggio di sole; ha portato il calore nella mia vita, non importa quanto fredda possa sembrare una giornata. Aveva un entusiasmo infinito per la vita. Lui ei suoi fratelli erano inseparabili.

“Ryan viveva ancora a casa con me, quindi la sera del 18 settembre 2021 ero a casa a badare al suo cane Frank. Verso le 20 ho parlato con Ryan al telefono per verificare il suo benessere, poiché ero ansioso che fosse la sua prima volta dopo tanto tempo.

“Era rimasto a casa a causa delle ripetute minacce di vita di Kane Hull.

“Ryan sapeva quanto fossi preoccupato per lui e si è offerto di tornare a casa, ma poiché sapevo che era fuori a divertirsi per la prima volta da così tanto tempo, gli ho detto che sarei stato bene finché fosse stato lui. .

“Ha detto ‘Sto bene mamma, presto sarò un uomo, ti amo’. Gli ho detto che lo amavo anche io e poi ci siamo detti entrambi ‘ti amo, ciao.’

“Quelle furono le nostre ultime parole.”

Ricordando i terribili minuti in cui ha appreso cosa era successo a Ryan dopo essersi precipitata a Carlyle’s Court l’anno scorso, ha detto: “I grandi cancelli di ferro all’ingresso di Carlyle Court erano chiusi e sorvegliati da agenti di polizia.

“Ho detto loro: ‘Quello è mio figlio là dentro; Fammi entrare!’ Ma non mi hanno fatto entrare. Ho supplicato più e più volte ma inutilmente; Ho implorato di essere al fianco di Ryan perché aveva bisogno di me più di ogni altro momento della sua vita. Sono sua madre. gli do conforto; aveva bisogno di sapere che non era solo.

“Forse avrei potuto dargli la forza di combattere.

“Un agente al cancello mi ha poi chiesto di accompagnarlo nel retro dell’ambulanza. In un primo momento ho pensato che mi avrebbero detto che Ryan era stabile, che stavano per trasferirlo su un’ambulanza e portarlo in ospedale.

“Ma non appena quel giovane ufficiale si è voltato e mi ha guardato, ho sussultato, come se la mia vita mi fosse stata risucchiata. Ho soffocato le parole “se n’è andato, vero?” Lui annuì solennemente e disse “sì”.

“Sono rimasto qui davanti a questa corte nel posto più oscuro. Non vivo più la mia vita; Sopravvivo momento per momento.

“Molte volte, ho detto che se potessi restituire a Ryan ogni respiro della mia stessa vita per dargli la vita, lo farei. Vado avanti in questa vita solo per non causare più dolore ai miei altri due figli, perché se non fosse per loro, mi unirei a Ryan in un baleno.

Degli assassini di suo figlio, ha aggiunto: “Odio le persone che hanno ucciso mio figlio con ogni grammo del mio essere.

“Non avevano il diritto di prendere la vita di mio figlio. Sono dei piccoli codardi, non dei veri uomini. Hanno aggravato la loro esibizione di totale codardia, in primo luogo usando armi contro mio figlio e in secondo luogo quando sono scappati in Irlanda.

“Voglio che sappiano che vedo esattamente quanto sono codardi.”

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *