RisingWave Labs raccoglie 36 milioni di dollari per il database di elaborazione dei flussi

RisingWave Labs ha dichiarato che prevede di ampliare il proprio database di elaborazione dei flussi open source con 36 milioni di dollari di nuovi finanziamenti mentre il fornitore cerca di sviluppare la sua tecnologia e le iniziative di go-to-market.

La startup con sede a San Francisco è stata fondata nel gennaio 2021 con l’obiettivo di costruire una tecnologia di database progettata specificamente per gestire lo streaming di dati da fonti come Apache Kafka.

Il database di RisingWave mira a prendere i dati in streaming e renderlo utile in tempo reale per l’analisi dei dati e le operazioni aziendali. La piattaforma di base del database è scritta in linguaggio di programmazione open source Rustche fornisce maggiore sicurezza e prestazioni.

Con il finanziamento, reso pubblico il 18 ottobre 18, il fornitore prevede di creare un cloud database come servizio (DBaaS) che sarà una versione gestita di database open source RisingWave.

Il mercato delle tecnologie di database di flusso è occupato da più fornitori attivi, tra cui Confluent, Redpanda, Hazelcast e StreamNative.

In un futuro non troppo lontano, i dati in movimento – ciò che i dati in streaming forniscono – saranno la norma, piuttosto che i dati inattivi, ha affermato David Menninger, analista di Ventana Research.

Utilizzando SQL compatibile con PostgreSQL, RisingWave Labs ha accesso immediato a un ampio ecosistema di tecnologie compatibili e persone che sapranno come lavorare con il loro prodotto.

David MenningerAnalista, Ricerca Ventana

RisingWave fornisce un modo per utilizzare le query SQL standard per ottenere informazioni dettagliate dallo streaming di dati in tempo reale Esiste una così vasta comunità di competenze e tecnologie basate su SQL che non sorprende vedere SQL applicato allo streaming di dati, ha affermato Menninger.

“L’estensione dei database standard basati su SQL per elaborare i dati in streaming aiuterà in questo processo, rendendo più facile per le organizzazioni l’adozione di funzionalità di streaming”, ha affermato. “Utilizzando SQL compatibile con PostgreSQL, RisingWave Labs ha accesso immediato a un ampio ecosistema di tecnologie compatibili e persone che sapranno come lavorare con il loro prodotto”.

Far funzionare l’elaborazione del flusso nel database RisingWave

Prima di avviare RisingWave Labs, il fondatore e CEO dell’azienda, Yingjun Wu, ha lavorato per diversi anni come ricercatore presso il centro di ricerca IBM Almaden aiutando a sviluppare componenti per il database IBM Db2. Ha anche trascorso due anni in Amazon come ingegnere del software con particolare attenzione al database Amazon Redshift.

Wu ha affermato che il suo obiettivo con RisingWave è consentire agli sviluppatori di utilizzare più facilmente i dati in streaming. Le applicazioni per il database di flusso RisingWave includono avvisi e monitoraggio in tempo reale che possono essere utilizzati per alimentare sistemi di raccomandazione, sicurezza e dashboard operativi.

Semplice acquisizione di dati in streaming da un’origine di streaming di dati di eventi come Apache Kafka non è sufficiente per abilitare approfondimenti in tempo reale per avvisi, analisi o operazioni aziendali, disse Wu. Le aziende devono anche creare ciò che è noto come una vista materializzata, in cui RisingWave elabora i dati in streaming e li rende utili e disponibili per le query di dati SQL.

RisingWave può anche abilitare flussi di lavoro basati su eventi, in modo che non appena i dati vengono acquisiti dal database, possano attivare un altro processo. Ad esempio, l’aggiornamento di una voce su un dashboard aziendale che mostra la disponibilità di un prodotto o servizio.

Come Rust accelera il database di streaming RisingWave

Quando Wu e il suo team hanno creato per la prima volta il database RisingWave, è stato inizialmente sviluppato nel linguaggio di programmazione C++. Sette mesi dopo aver scritto il codice iniziale nel 2021, hanno riscritto l’intera base di codice in Rust.

Con C++, gli sviluppatori devono pensare all’allocazione della memoria e ad altre tecniche complesse per abilitare la sicurezza. Passando a Rust, il database ha ottenuto capacità di sicurezza della memoria nel linguaggio di programmazione open source in cui il compilatore gestisce gran parte della complessità.

“Ci preoccupiamo molto della sicurezza della memoria perché per un sistema di database, non vogliamo davvero subire arresti anomali del database”, ha affermato Wu.

È ora disponibile un’anteprima privata di RisingWave DBaaS e il fornitore prevede di avere una versione beta nel primo trimestre del 2023.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *