Ridurre al minimo le minacce informatiche e massimizzare la sicurezza in MetLife

Mentre studiava ingegneria elettrica al college, Ananya Yarramreddy, un po’ burlone, è incappata nella sua attuale passione per la sicurezza informatica. “Ho iniziato a passare del tempo nel laboratorio di informatica del mio college a fare scherzi”, spiega Ananya. “Vorrei cambiare la mappatura del file host che caricherebbe una pagina di Yahoo quando cerchi Google e viceversa. Ha fatto sì che molti studenti e professori si chiedessero se il laboratorio fosse stato violato”.

La sicurezza informatica non è un lavoro, sono molti. E proprio come la sua introduzione al campo, Ananya ha continuato a seguire i suoi interessi, prima perseguendo un CCNA (Cisco Certified Network Administrator) e infine acquisendo due master, uno in sicurezza di rete e un altro in sicurezza informatica. Quando si è trattato di utilizzare le sue diverse conoscenze, l’opportunità di lavorare con team di livello mondiale in MetLife per proteggere i sistemi complessi e proteggere i dati più sensibili da minacce sempre più sofisticate è stata interessante per Ananya.

Assicurare il futuro

Oggi Ananya lavora presso MetLife come consulente senior per i servizi di sicurezza IT, dove lei e il suo team adottano un approccio alla sicurezza informatica incentrato sulle minacce e basato sul rischio, lavorando per proteggere i dati dell’azienda da accessi non autorizzati. “Implementiamo anche normative di conformità per proteggere la privacy, la sicurezza e la riservatezza dell’organizzazione a livello globale”, spiega Ananya. “È come salvaguardare la casa con le telecamere e chiudere la casa agli estranei. Ci assicuriamo che le chiavi siano al sicuro e con i giusti membri della famiglia”.

A causa della sofisticatezza e della frequenza degli attacchi, MetLife ha spostato la sua attenzione dalla difesa informatica alla resilienza informatica. La risposta agli incidenti è la posta in gioco immediata, ma la sicurezza della rete si concentra sul compito critico di identificare minacce e vulnerabilità, che è il lavoro principale svolto da Ananya.

“MetLife mi ha insegnato a pensare in modo creativo e a capire il quadro più ampio”, condivide Ananya. “Ho avuto l’opportunità di migliorare le mie competenze in più rami della sicurezza informatica come la sicurezza della rete, la sicurezza dei dati, l’intelligence sulle minacce e altro ancora. MetLife mi ha mostrato come produrre soluzioni mantenendo allo stesso tempo una prospettiva su come tali soluzioni influiscono sulla vita delle persone”.

Un nuovo approccio alla mitigazione degli attacchi

Ogni ottobre, durante il mese della sensibilizzazione alla sicurezza informatica, il governo e le industrie promuovono informazioni e risorse per aiutare gli americani a proteggere i propri dati sensibili e rimanere al sicuro online. Le minacce ai dati riservati sono diventate più comuni che mai e anche le persone e le aziende più vigili possono essere colpite.

“In questo campo, ci sono molte volte in cui si verificano nuovi problemi di sicurezza, e devi pensare in piedi ed essere pieno di risorse per risolverli il prima possibile”, spiega Ananya. “Ti spinge a definire una strategia per la soluzione e ad affrontare le conseguenze impreviste. Ogni giorno è una nuova sfida in questo campo, ed è una delle cose più emozionanti”.

Trovare il suo posto e la sua voce

Poiché il campo è fortemente dominato dagli uomini, Ananya ha avuto pochi modelli femminili. Durante i suoi primi giorni in MetLife, era riluttante a parlare o esprimere la sua opinione. “Sembrava un compito arduo parlare apertamente”, ammette. “I miei mentori mi hanno ispirato chiedendomi cosa pensassi durante le riunioni e incoraggiandomi a unirmi a gruppi come Women in Cybersecurity e Women in Technology dove potevo fare rete e far sentire la mia voce. Guardando indietro, posso collegare i punti su come mi ha aiutato a diventare quello che sono e mi ha reso più sicuro di esprimere la mia opinione”.

Come parte del suo lavoro, Ananya si è divertita a istruire stagisti della sicurezza informatica che hanno nuove prospettive e condividono gli strumenti e le tecnologie più recenti, in particolare le donne. “Mi dà un’immensa soddisfazione lavorativa fornire agli stagisti una preziosa esperienza pratica e incoraggiarli a comprendere le profondità di questo campo”, afferma Ananya. “Considerando che nel 2021 la forza lavoro della sicurezza informatica era composta solo per il 25% da donne, ritengo una responsabilità personale incoraggiare e guidare altre donne in questo campo”. Non solo questo settore ha bisogno di più donne, ma ha anche semplicemente bisogno di lavoratori più qualificati. Entro il 2025 ci saranno 3,5 milioni di lavori informatici aperti.

Per coloro che hanno qualsiasi livello di interesse, la sicurezza informatica è una disciplina che vale la pena esplorare. “Molte persone presumono che siano necessari anni di esperienza per entrare in questo campo”, afferma Ananya. “Non si rendono conto che molti che lavorano nella sicurezza informatica sono anche nuovi nel campo. Il mio consiglio è di non aver paura di parlare di aspirazioni o quando hai difficoltà ad apprendere. Ne sono un chiaro esempio. Non sapevo cosa fosse un indirizzo IP quando ho iniziato in questo campo e non avevo mai posseduto un PC prima. Nessuna di queste cose ha ostacolato il mio viaggio”.

Interessato alle opportunità di sicurezza informatica in MetLife? Visitare il Sito delle carriere di MetLife per esplorare i nostri ruoli aperti. Per conoscere la trasformazione digitale di MetLife, Safiya Henry, AVP di Digital Strategy and Transformation, ha recentemente condiviso l’entusiasmante lavoro in cui è coinvolta. Per trovare ispirazione su come sbloccare i tuoi sogni STEM, leggi la storia di Anika Wall, Vicepresidente (VP) di MetLife del servizio clienti globale e dell’abilitazione alla produzione operativa.

  • riducendo al minimo le minacce informatiche e massimizzando la sicurezza presso metlife metlife

    Blog SVE

    Il blog SWE fornisce informazioni e notizie aggiornate sulla Società e su come i nostri membri stanno facendo la differenza ogni giorno. Troverai storie su membri SWE, ingegneria, tecnologia e altri argomenti relativi alle STEM.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *