Recensione della campagna di Call of Duty: Modern Warfare II

Commento

Call of Duty: Modern Warfare II (modalità Campagna)

Disponibile su: PC, PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox Series X e Series S, Xbox One

Sviluppatore: Infinito Ward | Editore: Azione

Questa recensione contiene spoiler per la campagna di “Call of Duty: Modern Warfare II”.

Il discorso online si è acceso quasi non appena la modalità campagna “Call of Duty: Modern Warfare II” è stata online la scorsa settimana. La prima missione – letteralmente secondi nel gioco – presenta un soldato che fornisce conferma visiva della presenza di un leader terrorista a un incontro con l’esercito iraniano. Dopo la conferma dell’identità, il giocatore pilota un razzo per distruggere tutti i partecipanti all’incontro.

La scena ha fatto paragoni su Twitter con l’attacco dei droni ordinato dal Pentagono che ha ucciso il comandante della Forza Quds iraniana Qasem Soleimani nel gennaio del 2020 fuori dall’aeroporto di Baghdad. Il confronto è stato reso più facile dal carattere del gioco sembra Soleimani.

Alcune missioni dopo, il giocatore viene portato al confine degli Stati Uniti con il Messico mentre un leader terrorista si intrufola oltre la recinzione e scompare in una città di confine, una paura spesso citata dai sostenitori della costruzione del “muro” e dell’imposizione di un controllo più stretto delle frontiere.

Indipendentemente da dove rientri nello spettro politico, la sicurezza delle frontiere e l’uccisione di un capo militare di un paese con cui gli Stati Uniti non sono in guerra sono argomenti inebrianti e sfaccettati. Eppure questi sono i tipi di argomenti su cui i giochi Call of Duty si concentrano tipicamente, cercando di offrire il tipo di trame grintose e strappate dai titoli che animano film come “Zero Dark Thirty” e “Sicario”. Ma in contrasto con quei film, Call of Duty li offre come pezzi fissi: solo uno spettacolo di calorie vuote. Non sorprende quindi che questi giochi attirino spesso critiche per, almeno, apparire sgradevoli, o peggio, malvagie intere nazioni.

È un peccato, perché a parte la manciata di discutibili decisioni sulla narrazione, “Modern Warfare II” offre un benvenuto, duro 180 dalla patina priva di sostanza della campagna di “Vanguard’s”. Inoltre, il gameplay vario e avvincente eclissa di gran lunga la sua storia.

I discutibili ritmi narrativi non sono nuovi per Call of Duty, e nemmeno per il ramo del franchise di Modern Warfare; la prima puntata del riavvio di “Modern Warfare” del 2019 fornisce un chiaro esempio. In quel gioco, una scena raffigurava la famigerata “autostrada della morte” – in cui i soldati iracheni in fuga su una colonna di veicoli furono uccisi da aerei da guerra statunitensi – e la raccontava come una storia di russi che uccidono civili nel gioco. In un’altra scena all’inizio del gioco, i soldati russi attraversano una città uccidendo civili e inseguendo bambini. I punti della trama hanno inasprito così tanto un popolare streamer russo che era stato incaricato di promuovere il gioco, che ha rifiutato i soldi di Activision.

Non è che cose terribili non accadano in questo mondo, particolarmente nelle guerre, né che non possano essere raccontate nell’art. Ma c’è un modo per interagire con loro sinceramente, e poi c’è il modo in cui emergono nell’universo di Call of Duty. Non sembrano proprio meditazioni considerate. Si sentono come un valore shock.

C’è assolutamente un vantaggio nell’aumentare la consapevolezza delle atrocità passate in modo che non si ripetano. Ma succede in modo completamente diverso quando ti paracaduti in un videogioco, ti viene detto che un’intera nazione di persone – che in realtà esistono – sono i cattivi ed esistono quasi interamente per il tiro al bersaglio dei giocatori e poi si lanciano verso il tramonto. Questa non è esplorazione ponderata di un argomento, è sensazionalismo. Un franchise che spende milioni e milioni nello sviluppo di giochi può probabilmente permettersi di esercitare un po’ più di creatività e sfumature in questo reparto.

Il modo in cui queste scene o momenti controversi sono disseminati in tutto il franchise, inizia a sembrare che Call of Duty stia cercando di attirare questo tipo di attenzione come un modo per essere spigoloso. Non sono sicuro che sia l’approccio migliore né per i creatori di giochi né per il pubblico. Almeno per me, ha notevolmente offuscato il mio divertimento.

I produttori di Call of Duty aiutano i rifugiati dell’invasione russa dell’Ucraina

Rispetto alle puntate precedenti del franchise, i principali punti della trama del riavviato “Modern Warfare II” non sono particolarmente controversi. Quando l’originale “Modern Warfare II” è stato rilasciato nel 2009, il gioco si è aperto con i giocatori nel ruolo di un agente americano incorporato in una cellula terroristica russa che procede a sparare in un aeroporto pieno di civili disarmati. L’evento innesca una guerra tra gli Stati Uniti e la Russia, che funge da sfondo per il gioco mentre lancia il giocatore in vari ruoli in tutto il mondo in un’epica storia estiva di successo.

La versione del 2022 di “Modern Warfare II” ha una portata più ristretta e cerca di radicarsi maggiormente nella geopolitica recente, anche se non particolarmente bene. Dopo l’attacco missilistico, il vuoto di leadership nella cellula terroristica viene riempito da un tenente che ha acquistato missili americani a lungo raggio da utilizzare contro obiettivi negli Stati Uniti. Una task force guidata dal capitano SAS britannico. John Price salta da Amsterdam al Messico a Chicago inseguendo terroristi e missili e scoprendo un insabbiamento di un generale americano canaglia e un gruppo di appaltatori militari che ha il minimo senso necessario per mettere insieme una varietà di missioni giocabili.

Ma poiché la trama del gioco si avvicina a un mondo reale in cui la Russia ha invaso l’Ucraina e il controllo delle frontiere è un argomento molto controverso in vista di un’importante elezione di medio termine negli Stati Uniti, alcune scene del gioco potrebbero non apparire come intendevano i designer del gioco. (E se fossero atterrati come previsto, ciò solleverebbe una serie di altre domande.)

Poi di nuovo, il gioco non dà al giocatore molto tempo per sedersi e riflettere su nessuno di questi punti che solleva. Emergono e scompaiono rapidamente. I proiettili iniziano a volare e sei più preoccupato di trovare una copertura che di pensare alla trama imperscrutabile. Il che potrebbe essere il migliore: la simulazione sembra e si sente benissimo. È solo un peccato che alcuni passi falsi della storia distraggano da questo.

Interactive: come “Call of Duty: Modern Warfare” è stato creato per sembrare così reale

“Modern Warfare 2” sembra sbalorditivo, con ambientazioni realizzate con una quantità sorprendente di dettagli. I volti dei personaggi sembrano reali, come se fossero stati catturati da una telecamera 4K su un set di Hollywood. È anche un applauso per come l’ultimo Call of Duty si espande oltre la tradizionale esperienza di sparatutto in prima persona sui binari del franchise.

Le memorabili missioni delle passate “Modern Warfares” sono tutte presenti e spiegate, con gli scontri a fuoco intervallati da azioni furtive e il periodo apparentemente obbligatorio che fornisce supporto aereo da un AC-130. Ma c’è anche una missione della tuta ghillie che sembra quasi che la mappa sia completamente aperta, consentendo ai giocatori di spaziare in lungo e in largo mentre si avvicinano, sparare e poi infiltrarsi in una pescheria e nel suo faro adiacente. Un altro aumenta la difficoltà mentre i giocatori combattono contro i cattivi sul ponte di una nave mercantile durante una tempesta, enormi container che si schiantano da una parte all’altra, creando una sorta di livello “Frogger” in prima persona. Più avanti nel gioco, la missione stealth prende una svolta da MacGuyver, poiché i giocatori devono raccogliere oggetti per la casa per creare trappole improvvisate per aiutarli a eludere i nemici. In diversi casi, i giocatori hanno anche accesso a uno zaino, che estende ulteriormente il loro inventario oltre il tipico carico di due pistole e un tipo di granate letali e tattiche.

Quando il gioco completo uscirà il 18 ottobre 28 e quando Warzone 2.0 verrà introdotto a novembre, sembra certo che lo zaino e gli elementi di crafting verranno trasferiti in alcune modalità multiplayer. Sarebbe uno sviluppo positivo, poiché entrambi rafforzano la capacità di un gioco intelligente e ponderato invece di correre attraverso la mappa con le pistole in fiamme. Questa versione di “Modern Warfare II” si basa sull’enfasi della versione 2019 sulla pianificazione tattica e sulla pulizia metodica della mappa. Se trascorri la campagna correndo dietro gli angoli, troverai spesso un nemico con un fucile puntato alla tua faccia, seguito da uno schermo rosso. I giocatori devono anche fare attenzione a dove mirano, se sono negligenti con i loro colpi e colpiscono un civile o (quando nell’AC-130) danneggiano una struttura con civili all’interno, il gioco ti fallisce.

Ma poi c’è una parte del gioco in cui una meccanica mi ha riportato direttamente al “Che diavolo stai pensando?” tipo di domande che tendono a definire la discussione critica sui giochi Call of Duty. In una missione, interpretando i poliziotti messicani che hanno inseguito il suddetto terrorista oltre il confine degli Stati Uniti, ai giocatori viene chiesto di “calmare” i civili mentre i poliziotti attraversano le loro case nella città di confine. Il modo in cui calmi i detti civili è puntare loro la pistola. Questo non ha bisogno di essere nel gioco. Sconvolge la mente che lo è.

Recensione di “Call of Duty: Black Ops Cold War”: non c’è qualche merito in “È solo un gioco?”

La difesa di queste decisioni di solito si risolve in “è solo un videogioco”, ma quella linea è spesso pronunciata dalle stesse persone che si affrettano a notare che i videogiochi sono più redditizi dell’industria cinematografica e musicale. Le campagne pubblicitarie di Call of Duty, che hanno messo in mostra la risonanza del gioco mettendo in evidenza l’entusiasmo di una serie di celebrità famose per il gioco, illustrano quanto sia importante l’uscita di un nuovo Call of Duty. Il gioco sarà acquistato e giocato da milioni di persone. Ciò che il gioco mostra a quel pubblico è importante.

Per quanto sia divertente “Modern Warfare II” – ed è sicuramente divertente nel complesso – i momenti in cui la storia suscita domande scomode nel mondo reale sulle intenzioni del gioco infrangono la sua illusione di intrattenimento coinvolgente. In quei momenti, mi dimentico di qualunque cosa sia quel capitano. Prezzo e Co. hanno il compito di fare e mi chiedo solo cosa stessero pensando le persone quando hanno preso la decisione di includere qualsiasi momento degno di nota a cui ho appena assistito. Mentre Infinity Ward va avanti con questa storia – stuzzicando un imminente attacco russo durante un filmato di metà titoli di coda che include un cenno al massacro in aeroporto dall’originale “Modern Warfare 2” – farebbero bene a dedicare un po’ più di attenzione a tali decisioni

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *