Perdite di iPhone SE a sorpresa, svelato il potente iPad Pro M2, iPhone 14 Pro combatte più problemi

Dando un’occhiata a un’altra settimana di notizie e titoli da Cupertino, l’Apple Loop di questa settimana include un nuovo sorprendente iPhone, problemi di produzione di iPhone 14 Plus, problemi con la scheda SIM di iPhone 14 Pro, iPad nuovi di zecca, iPad Pro e Apple TV, gli scomparsi Lancio di MacBook Pro, aggiornamenti di macOS e iPadOS, aumento dei prezzi di iPad Mini e ritorno dei social media russi sull’App Store.

Apple Loop è qui per ricordarti alcune delle moltissime discussioni avvenute intorno ad Apple negli ultimi sette giorni (e puoi leggere il mio riassunto settimanale delle notizie Android qui su Forbes).

iPhone SE 4 appare all’improvviso

L’iPhone 15 potrebbe non essere l’unico nuovo iPhone lanciato nel 2023. L’iPhone SE, che sembrava essersi stabilizzato in un ciclo di aggiornamento di due anni, si sta preparando non solo per una versione anticipata del secondo trimestre, ma per un restyling che lo vedrà muoversi verso l’attuale filosofia del design dell’iPhone con un display frontale completo:

“… possiamo aspettarci che l’iPhone SE 4 sia dotato di un display da 6,1 pollici CON una tacca e sia disponibile in tre colori: Midnight, Starlight e Product RED. Se hai gli occhi, potresti anche aver notato che il nuovo iPhone SE sembra stranamente simile all’iPhone XR… sì, questo è il punto. Apple tende a copiare il design dell’iPhone della generazione precedente per i suoi aggiornamenti SE e questo è esattamente il caso qui.”

(FrontPage Tech).

La produzione di iPhone 14 Plus è stata interrotta

Apple ha abbandonato l’idea di un iPhone 14 Mini, spostandosi invece nella direzione opposta e tornando al design di iPhone Plus di un modello con schermo più grande. Sulla carta sembra buono, ma le vendite non ci sono… al punto che la produzione sarebbe stata interrotta, e più sforzi sono stati posti sull’iPhone 14 Pro “solo leggermente più costoso”:

“I possibili fattori in gioco qui includono l’aumento del costo della vita quotidiana dovuto all’inflazione e un’economia globale più debole della media per una serie di fattori. Apple ha anche posizionato l’iPhone 14 Plus a un prezzo logico ma difficile; iPhone 14 costa $ 799, e ha un display abbastanza grande. iPhone 14 Plus per $ 899 ha un display ancora più grande, ma senza altre differenze. Rispetto a iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max, al prezzo rispettivamente di $ 999 e $ 1099, che presentano sistemi di fotocamere più avanzati e un layout del sensore riprogettato.”

(9to5Mac).

I nuovi possessori di iPhone 14 hanno enormi problemi con la scheda SIM

Gli utenti della nuova famiglia di telefoni iPhone 14 segnalano problemi relativi alle loro schede SIM, che vengono improvvisamente segnalate come “Non supportate”; sebbene gli hard reset stiano risolvendo il problema, questo non è un approccio consigliato. Una potenziale causa di ciò potrebbe essere il passaggio a supportare gli iPhone solo eSIM, ma per il momento tutto ciò che sappiamo è che Apple è a conoscenza del problema, ma non c’è alcuna indicazione di una tempistica per la correzione:

“In un memo inviato ai rivenditori autorizzati, visto per la prima volta da MacRumors e che successivamente ho visto e verificato tramite un partner Apple, Apple ha riconosciuto un bug ampiamente segnalato con le SIM. I modelli di iPhone 14 interessati visualizzano un messaggio di errore “SIM non supportata”, quindi i telefoni si bloccano, rendendoli inutilizzabili fino a quando non vengono ripristinati a fondo”.

(Forbes).

Nuovi iPad per molti

La grande novità di questa settimana da parte di Apple è stata una raffica di comunicati stampa che annunciavano il nuovo hardware, in particolare i nuovi tablet. Il primo è l’iPad Pro e la spinta di Apple a consegnare il tablet professionale come equivalente a un laptop… dopotutto, sfoggia lo stesso chipset M2 del nuovo MacBook Air!

“Anche l’iPad Pro ha ricevuto oggi una revisione, poiché entrambi i modelli da 11 pollici e 12,9 pollici sono stati trasferiti al nuovo processore M2, che include la codifica e la decodifica ProRes con accelerazione hardware. Inoltre, aggiungono il supporto per il Wi-Fi più veloce Protocollo 6E e Bluetooth 5.3, oltre a una nuova modalità “Apple Pencil hover” in grado di rilevare l’altezza della matita fino a 12 mm sopra il display e consentire all’iPad di reagire di conseguenza”.

(Sei colori).

È stato anche lanciato un aggiornamento per l’iPad normale. Come con altri iPad, il modello utilizza USB-C per la connettività (piuttosto che la porta lightning proprietaria di Apple) oltre a portare la fotocamera fino alla risoluzione 4K insieme alla risoluzione dello schermo. Dal punto di vista del processore, tuttavia, è in ritardo rispetto al chipset A16 dell’iPhone Pro, invece di rotolare con l’A14 del 20202. Abbastanza buono, ma non aspettarti miracoli:

“Con 10,9 pollici, l’iPad (10a generazione) ha lo schermo più grande che Apple abbia mai montato su un iPad standard. È la prima volta in tre generazioni che Apple ha aggiornato le dimensioni dello schermo: la 7a, l’8a e la 9a generazione ciascuna è arrivato a 10,2 pollici. Questo è anche il primo iPad standard ad avere un display Liquid Retina invece di un normale display Retina. Ciò significa risoluzioni più elevate e sarà quasi impossibile vedere la divisione tra i pixel sullo schermo. “

(Insider).

Apple TV ha una nuova risoluzione

Nel mix c’è anche una nuova edizione di Apple TV. Passando all’offerta 4K, fornisce l’accesso ai prodotti gated di Apple, tra cui Apple Arcade, Apple Fitness+, Apple TV e offerte più ampie come Apple Music e diversi servizi online di terze parti:

“La nuova Apple TV 4K è disponibile in due configurazioni: Apple TV 4K con Wi-Fi, che offre 64 GB di spazio di archiviazione e costa $ 129, più Apple TV 4K con Wi-Fi + Ethernet, che offre 128 GB di spazio di archiviazione e al dettaglio a $ 149. Puoi ordinare entrambi ora sul sito Apple con disponibilità a partire da venerdì 4 novembre.

(ZDNet).

Uno dei nostri MacBook è scomparso

Una domanda più interessante dopo il giorno del “lancio tramite comunicato stampa” di Apple è cosa non è stato rilasciato. L’aggiornamento previsto per i laptop MacBook Pro da 14 pollici e 16 pollici non era in mostra. Probabilmente verranno smistati altrove per dare all’iPad Pro, alimentato dalla classe desktop M2, tempo sotto i riflettori. Ma dove finisce la storia di queste potenti macchine macOS?

“È la storia di Apple da raccontare e senza dubbio i geekerati individueranno i comunicati stampa quando appariranno nell’Apple Newsroom. Eppure non posso fare a meno di pensare che offrire “il miglior laptop ad alte prestazioni in un modo che solo Apple può “è una storia che deve essere raccontata in lungo e in largo e completa il finale di Mac Pro piuttosto che essere nascosta per consentire a Mac Pro di offrire un epilogo tranquillo e di nicchia”.

(Forbes).

Nuove versioni di macOS e iPadOS in arrivo

Le nuove build dei sistemi operativi sono attese per il 24 ottobre. Vista la mancata comparsa del MacBook Pro, forse arriverà in contemporanea l’hardware per il nuovo software?

“L’aggiornamento di iPadOS 16 funziona su tutti gli iPad Pro, l’iPad di quinta generazione e successivi, l’iPad mini di quinta generazione e successivi e l’iPad Air di terza generazione e successivi, eliminando il supporto per il venerabile iPad Air 2 e una manciata di altri modelli (verrà distribuito anche su tutti i nuovi iPad annunciati oggi da Apple). L’aggiornamento di macOS Ventura richiede generalmente un Mac rilasciato nel 2017 o successivo, eliminando il supporto per vari modelli rilasciati tra il 2013 e il 2016”.

(Ars Tecnica).

Il prezzo dell’iPad Mini sale alle stelle

La sua base americana potrebbe non accorgersene, ma Apple ha aumentato i prezzi dell’iPad Mini in tutto il mondo: per guardare al Regno Unito, il modello da 64 GB passa da £ 479 a £ 569, un aumento di quasi il venti percento. Cosa sta succedendo? Ufficialmente non sappiamo:

“Apple non ha fornito alcun motivo per gli aumenti dei prezzi al di fuori degli Stati Uniti, ma potrebbero essere collegati al dollaro forte combinato con l’aumento dell’inflazione e l’aumento dei costi, sebbene il prezzo della maggior parte degli altri dispositivi di ultima generazione nella gamma di prodotti hardware di Apple sia rimasto costante”.

(MacRumors).

E infine…

In precedenza, Apple aveva rimosso le app dei social network da una serie di importanti reti russe. Gli equivalenti di Gmail e Facebook sono scomparsi tre settimane fa, con un cenno del capo alle sanzioni del Regno Unito come motivo. Ora, con poche spiegazioni, le app sono tornate.

“Non è stato immediatamente chiaro il motivo per cui Apple ha ripristinato le app, dal momento che la proprietà di VKontake e Mail.ru non è cambiata da quando le app sono state rimosse e la leadership di Gazprombank e Sberbank rimane sanzionata dal governo britannico. Tuttavia, è possibile la decisione di Apple era correlato all’uso di entrambi i servizi da parte degli attivisti”.

(MacRumors).

Apple Loop ti offre sette giorni di momenti salienti ogni fine settimana qui su Forbes. Non dimenticare di seguirmi per non perdere nessuna copertura in futuro. L’Apple Loop della scorsa settimana può essere letto qui, oppure l’edizione di questa settimana della colonna gemella di Loop, Android Circuit, è disponibile anche su Forbes.

.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *