Oltre 250 infrazioni rilevate durante il funzionamento con supercab HGV

La polizia del Suffolk ha effettuato sette arresti, fermato oltre 200 veicoli e rilevato più di 250 reati, nell’ambito di un’operazione di una settimana incentrata principalmente sui veicoli pesanti, ma rilevando anche eventuali reati commessi da tutti gli altri automobilisti.

L’operazione Tramline ha visto la polizia dotata di un trattore stradale HGV dalle autostrade nazionali, che ha consentito agli agenti di effettuare pattugliamenti attraverso la rete stradale strategica della contea e di concentrarsi sui reati commessi dai camionisti.

Suffolk Roads and Armed Policing Team, Road Casualty Reduction Team e Commercial Vehicle Unit, con l’applicazione dell’ordine sulla A14, A11 e A12.

Il trattore stradale HGV – che è stato guidato da un agente di polizia – offre un punto di osservazione ideale, il che significa che gli agenti possono guardare direttamente nelle cabine di altri camionisti, mentre si occupano anche di eventuali automobilisti incriminati alla guida di furgoni o automobili. Gli agenti di polizia di supporto sono quindi a disposizione per fermare eventuali trasgressori.

Un totale di 216 veicoli sono stati fermati, inclusi 116 automezzi pesanti e 68 piccoli autocarri.

Sette persone sono state arrestate come segue: sei con l’accusa di guida di droga; e uno per sospetto di possesso di cannabis e guida durante la squalifica.

Sono state rilevate 258 infrazioni e ai conducenti in questione sono stati emessi rapporti sui reati stradali (TOR), alcuni dei quali hanno commesso più di un’infrazione.

Sono stati emanati 213 TOR, con i principali reati di seguito evidenziati:

  • 120 per non aver indossato la cintura di sicurezza
  • 41 per l’utilizzo di un telefono cellulare
  • 33 per la costruzione e l’uso (reati tecnici)
  • 25 per un carico non sicuro
  • 13 per guida senza la dovuta cura e attenzione
  • quattro per velocità eccessiva
  • quattro senza assicurazione

Il sergente Scott Lee-Amies, del Joint Roads and Armed Policing Team, ha dichiarato: “La necessità di eseguire questo tipo di operazione per aiutare a mantenere le nostre strade sicure è stata dimostrata ancora una volta dal numero di reati rilevati.

“Non solo sette persone sono state arrestate – sei delle quali per guida di droga che mette direttamente a rischio la vita di altri – il 56% degli automobilisti fermati non indossava la cintura di sicurezza e il 19% utilizzava un telefono cellulare. Considerando che alcuni di questi criminali erano conducenti professionisti, tali statistiche sono del tutto inaccettabili.

“Siamo ancora una volta molto grati per il supporto delle autostrade nazionali nel fornirci gratuitamente il trattore per autocarri, che ci consente di attuare l’applicazione nei confronti di questo gruppo di utenti della strada, che controllano i più grandi e quindi potenzialmente i veicoli più pericolosi sulle strade.

“Continueremo a fare tutto il possibile per garantire l’applicazione e l’istruzione sulle ‘quattro fatali’ principali cause di incidenti mortali e gravi, che sono la guida in stato di ebbrezza/droga; eccesso di velocità; utilizzando un telefono cellulare; e, infine, non indossare la cintura di sicurezza, che ancora una volta ha avuto un ruolo importante in una di queste operazioni”.

Tim Passmore, Commissario per la polizia e la criminalità di Suffolk, ha aggiunto: “Ben fatto a tutti coloro che sono coinvolti in questa operazione di successo. Un altro eccellente esempio dell’approccio proattivo della polizia all’applicazione delle norme, che ha reso le nostre strade più sicure per tutti noi.

“È molto deludente che i conducenti, in particolare quelli che fanno affidamento sulla patente per il proprio sostentamento, debbano ancora ricordare qualcosa di così ovvio come allacciarsi la cintura di sicurezza o non usare i telefoni cellulari. E pensare che un guidatore potrebbe nascondersi dietro il girare sotto l’effetto di droghe è abbastanza incredibile.Non riesco proprio a capire perché qualcuno rischierebbe la propria vita e quella degli altri guidando quando né loro, né il loro veicolo, non sono adatti alla strada.

“Ho trascorso del tempo con l’unità di polizia stradale in una campagna precedente e sono rimasto sbalordito da ciò che si vede da un taxi per autocarri, dà davvero agli agenti l’opportunità di vedere le infrazioni che altrimenti potrebbero perdere, quindi vorrei ringraziare le autostrade nazionali per fornendo il veicolo, paga davvero i dividendi.

Il portavoce per la sicurezza della National Highways, nell’Inghilterra orientale, Adrian Clothier, ha dichiarato: “Sappiamo che la maggior parte delle persone guida in modo sicuro e sensato, ma sfortunatamente una minoranza di automobilisti infrange la legge e mette a rischio se stessa e gli altri.

“Lavorando a stretto contatto con i nostri partner di polizia nel Suffolk attraverso l’uso dei supercab, vogliamo incoraggiare tutti i conducenti, indipendentemente dal veicolo in cui si trovano, a pensare due volte al loro comportamento al volante e aiutarci ad assicurarci che tutti arrivino a destinazione in sicurezza. “

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *