Nuovi metodi di analisi dei dati stanno plasmando la trasformazione digitale

I dati consentono ai fornitori di fornire ai consumatori un’offerta di utilità migliore e più coerente, nonostante la domanda sempre crescente. Tuttavia, c’è ancora un dilemma qui.

La connettività è stata identificata come una barriera comune al pieno sfruttamento dell’Internet of Things (IoT). Rapporto Inmarsat 2021 afferma che il 58% dei fornitori di servizi elettrici non è in grado di implementare progetti IoT a causa della disponibilità di una connettività affidabile nelle aree richieste.

In definitiva, il lungo viaggio dei dati ha portato a una minore dipendenza dalla raccolta manuale e più all’automazione. La connettività affidabile ha consentito alla tecnologia machine-to-machine (M2M) di fornire big data, fornendo i mezzi per comprendere le tendenze dei consumatori e prevedere efficacemente l’utilizzo futuro delle utility.

In effetti, le aziende che non incorporano una solida strategia di dati nel loro business plan rischiano di trovarsi in un grave svantaggio competitivo nel prossimo futuro, se non già.

Il nostro recente articolo, “Il viaggio dei dati nel dare forma alla trasformazione digitale nelle utility e cosa significa“, ha esaminato proprio questo dilemma e fino a che punto sono arrivate le società di servizi di pubblica utilità in termini di raccolta e analisi dei dati per semplificare le proprie operazioni.

L’inizio della raccolta dei dati in Utilities

Il settore delle Utilities ha sempre compiuto uno sforzo significativo per raccogliere i dati delle utenze, acquisendo più frequentemente i dati dei poli e le letture dei contatori. Ma la raccolta dei dati polare ha i suoi limiti.

Molti poli si trovano in zone remote e alcune aziende ne hanno un numero così alto (alcune superare il milione), il recupero impegna risorse preziose rendendole né fattibili né finanziariamente sostenibili per ottenere informazioni sufficienti sull’attività della rete, né ottenere queste informazioni abbastanza velocemente, al fine di prendere decisioni aziendali più intelligenti.

Allo stesso modo, la lettura dei contatori dei consumatori ha visto un percorso simile passando da manuale a intelligente, collegandosi in modalità wireless per segnalare l’utilizzo in tempo reale, consentendo agli utenti un controllo dell’utilità più informato.

Tuttavia, lo sfruttamento dei big data è possibile solo grazie alle innovazioni nella connettività. Lo sviluppo di computer, smartphone, Internet e IoT hanno tutti fornito un mezzo per accedere a più dati che mai.

Oggi, la tecnologia M2M e l’IoT sono così parte integrante della nostra vita quotidiana che spesso passano inosservate. Per i servizi di pubblica utilità, rappresentano un’eccellente opportunità per sfruttare una vasta gamma di informazioni che, se trasformate in informazioni fruibili, rivoluzionano i servizi ai clienti, semplificano le operazioni e aumentano la produttività e la sicurezza.

Come i dati stanno guidando la trasformazione digitale nel settore delle utility

Le reti elettriche e i sistemi di distribuzione del gas costituiscono infrastrutture critiche. Le interruzioni e le interruzioni della fornitura comportano enormi oneri finanziari e sanzioni per il fornitore e gravi (spesso prolungati) interruzioni per i consumatori.

Con la crescente pressione per l’energia rinnovabile e da parte dei clienti che cercano di generare la propria energia, la trasformazione digitale potrebbe essere il catalizzatore di cui le utility hanno bisogno per rafforzare l’interesse dei consumatori.

Il Dipartimento dell’energia e del cambiamento climatico del Regno Unito ha investito molto nella sua visione e road map delle reti intelligenti, costruendo una rete intelligente in tutto il Regno Unito. I contatori intelligenti e i sensori lungo le linee di rete trasmettono i dati di utilizzo ai fornitori, consentendo loro di far corrispondere l’offerta con la domanda. Allo stesso modo, gli elettrodomestici intelligenti possono alterare i tempi di utilizzo dell’elettricità, evitando i picchi quando la pressione sulla rete è elevata, con conseguente riduzione dei costi e del rischio di interruzioni.

Sono queste informazioni dettagliate sulle abitudini dei clienti che consentono alle utility di raggiungere la massima efficienza e soddisfazione del cliente. E in un momento di costosi aggiornamenti della rete, le tendenze di utilizzo potrebbero rivelarsi inestimabili per la pianificazione e la definizione delle priorità del lavoro di ingegneria e il mezzo più efficiente per distribuire la fornitura di servizi pubblici.

Alla fine del 2021 c’erano 27,8 milioni di contatori intelligenti e avanzati nelle case e nelle piccole imprese in tutto il Regno Unito. Ma i rapporti mostrano L’8% del territorio del Regno Unito rimane scoperto dalle reti mobili – quindi le considerazioni sulla connettività sono essenziali.

Inoltre, il flusso di elettricità in tempo reale attraverso la rete viene monitorato, registrato e marcato con l’ora tramite GPS da unità di misura del fasore (PMU). Combinate con i dati dei contatori intelligenti, tali informazioni tempestive offrono ai fornitori di energia l’opportunità di identificare la manutenzione necessaria prima che culmini in un’interruzione di corrente su vasta scala. Quando si verificano interruzioni, conoscere l’esatta posizione e natura del problema senza dover attendere che i tecnici indaghino manualmente, aumenta la sicurezza dei lavoratori e riduce significativamente i tempi di ripristino.

Anche le condizioni meteorologiche estreme contribuiscono pesantemente alla vulnerabilità della rete. Ad esempio, quando un fulmine ha causato blackout nel 2019, lasciando più di un milione di clienti del Regno Unito senza elettricità con due centrali disconnesse dalla rete, le due società energetiche in questione sono state multate per oltre £ 10,5 milioni.

Man mano che gli eventi climatici estremi diventano più frequenti, la rete intelligente può identificare le aree a più alto rischio, offrendo l’opportunità di pianificare efficacemente per ridurre al minimo le interruzioni.

Gli esseri umani sono fallibili

Il pieno potenziale dei dati può essere realizzato solo dopo che sono stati elaborati e applicati al processo decisionale. Ma gli esseri umani sono fallibili e il nostro cervello non è attrezzato per gestire i volumi di dati trasmessi attraverso la rete intelligente.

I dispositivi stanno già comunicando tra loro; il passo successivo è imparare a prendere decisioni in base ai dati che raccolgono. L’automazione richiede un input umano minimo ed è quindi meno fallibile, più accurata e molto più veloce dei processi guidati dall’uomo.

Le possibili applicazioni includono l’invio automatico dei team di riparazione alle interruzioni, il ridimensionamento automatico dell’offerta durante le variazioni della domanda e la generazione di bollette basate sui dati dei contatori intelligenti dei singoli clienti.

Tornando al rapporto Inmarsat 2021, in quanto il 58% dei provider non ha la connettività per implementare progetti IoT, la sfida è chiara: senza un ecosistema di connettività, per sostenere tutta questa tecnologia avanzata, siamo ancora all’oscuro quando arriva alla conoscenza dei dati. Dopotutto, le lacune e i ritardi nei dati possono creare un’immagine estremamente imprecisa.


Consigliato


Ed è qui che entra in gioco il satellite. Può essere utilizzato come opzione di connettività primaria o come failover in caso di interruzione della rete terrestre, creando una rete più resiliente e a prova di futuro.

La connettività sta diventando più affidabile che mai e sono disponibili una miriade di opzioni per creare una rete su misura per supportare la raccolta di big data e le interazioni M2M su intere reti di utility. Ma nonostante la disponibilità, non sempre vengono implementate soluzioni di connettività ottimali.

Esiste ancora un certo scetticismo sul valore completo dei dati; e analizzarlo in una certa misura è diventato un esercizio di controllo delle caselle. Quindi, probabilmente, è necessaria un’ulteriore formazione nel settore per ottimizzare la connettività e garantire il pieno valore dei progetti di IoT e digitalizzazione.

Con la natura vasta e disparata delle utility e della sua infrastruttura, la connettività sarà la chiave per sbloccare la potenza dei big data in questo settore.


Per scaricare il rapporto gratuito di Ground Control, visita Il viaggio dei dati nel dare forma alla trasformazione digitale nelle utility e cosa significa.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *