non è così complesso come pensi

Sfatare i miti sulla tecnologia indossabile: non è così complesso come pensi 4Di Terry Smith, Co-fondatore e Global Ambassador di piattaforma tecnologica indossabile pluripremiata, DIGISEQsottolinea come le innovazioni rivoluzionarie nei pagamenti contactless stiano aiutando le banche e gli emittenti sia a ridurre i costi operativi sia a offrire ai consumatori una scelta più ampia su come pagare.

Il pagamento contactless ha davvero raggiunto la maggiore età. Ora è responsabile di oltre il 50% dei pagamenti POS in tutto il mondo e, con l’arrivo sul mercato di nuovi servizi come Tap to Pay di Apple, la tecnologia alla base del contactless si sta evolvendo per renderla ancora più comoda, veloce e facile da usare. E la sua tecnologia indossabile che si sta rivelando la più grande evoluzione di tutte, rappresentando un altro balzo in avanti da carte e telefoni.

I servizi POS mobili come Tap to Pay stanno consentendo a milioni di commercianti in tutto il mondo, dalle piccole imprese ai grandi rivenditori, di trasformare i loro dispositivi iPhone o iPad in dispositivi POS in grado di accettare pagamenti contactless, portafogli digitali e qualsiasi articolo tecnologico indossabile attraverso un semplice tocco, senza bisogno di terminali POS o hardware dedicati. Entro il 2027, il numero totale di commercianti che implementano soluzioni mPOS raggiungerà i 34,5 milioni a livello globale.

Sebbene la pandemia abbia indubbiamente portato più transazioni tramite dispositivi contactless, la continua convergenza di contactless e mPOS è un’ottima notizia per le banche e gli emittenti che cercano di acquisire più transazioni contactless attraverso le loro app di mobile banking e portafogli digitali. Nel solo Regno Unito, nel 2021 sono state effettuate 13,1 miliardi di transazioni contactless per un valore di 165,9 miliardi di sterline, rispettivamente il 26% e il 46% in più rispetto al 2020. Nel frattempo, la percentuale di pagamenti con carta contactless ha continuato ad aumentare a dicembre 2021 e ha raggiunto il livello più alto registrato , rappresentando il 69% di tutte le transazioni con carta di debito e il 56% di tutte le transazioni con carta di credito.

Man mano che i casi d’uso crescono, si aprono opportunità

Poiché i commercianti di tutti i settori adottano soluzioni mPOS come Tap to Pay di Apple, la tecnologia indossabile viene introdotta in più applicazioni, casi d’uso e luoghi in cui, fino a poco tempo fa, potevano essere utilizzati solo contanti. Ma un altro fattore che sta posizionando la tecnologia indossabile per ottenere una maggiore diffusione è che i limiti di pagamento contactless stanno aumentando, consentendo di utilizzare il contactless per transazioni di valore maggiore in più luoghi di accettazione. Quando la prima carta di pagamento contactless è stata lanciata nel Regno Unito nel 2007, i consumatori si sono limitati a fare acquisti di basso valore di £ 10 o meno, perfetti per fast food, caffè e altri articoli che potevano essere acquistati in viaggio presso punti di servizio rapido .

Ogni successivo aumento del limite contactless ha consentito alle persone di utilizzare il contactless per pagare acquisti di valore maggiore presso una gamma molto più ampia di commercianti in negozio. Questo ha aperto il contactless per essere utilizzato per pagare i negozi settimanali dei supermercati, per ricaricare i serbatoi di benzina e utilizzato in altri luoghi più abituati a pagamenti di valore superiore. I dati di UK Finance rilevano che quando la soglia di £ 100 è stata introdotta nell’ottobre 2021, sostituendo il precedente limite di £ 45, il valore medio del pagamento contactless è aumentato di circa il 30%.

Le banche erano diffidenti nei confronti della tecnologia indossabile, ma i tempi sono cambiati

Per molte banche ed emittenti, idee sbagliate e miti su complessità e costi hanno impedito loro di esplorare completamente la tecnologia indossabile. Ma questa esitazione potrebbe costare loro nuovi clienti e ricavi tanto necessari dalla crescita delle transazioni.

L’esperienza passata della tecnologia indossabile ha dissuaso alcune banche dal riprovare. Forse l’esempio più noto è il lancio nel 2014 degli articoli tecnologici indossabili a marchio bPay di Barclaycard, lanciati inizialmente come la prossima rivoluzione del contactless. Tuttavia, bPay è stato gradualmente eliminato in seguito dopo che l’adozione non è stata all’altezza delle aspettative. Le ragioni di ciò includevano agli utenti l’obbligo di acquistare gli articoli, inserire i chip nei dispositivi stessi, scaricare un’app, registrare i dispositivi e finanziare conti per effettuare pagamenti. Questo processo confuso e disgiunto è stato un enorme ostacolo quando si cercava di attirare nuovi utenti.

Ma in modo critico, Barclaycard ha rifiutato di supportare Apple Pay che è arrivato sul mercato contemporaneamente, il che significa che bPay non poteva essere collegato ad esso. La flessibilità e la praticità di Apple Pay e Google Pay hanno immediatamente catturato l’immaginazione dei consumatori, consentendo alle persone di collegare tutti i loro metodi di pagamento con carta di debito e credito, in un unico portafoglio, sui telefoni e negli smartwatch. E ciò significava che le banche si perdevano nel portafoglio mobile e nelle battaglie tecnologiche indossabili.

Ora è il momento giusto per i wearable

Quindi, perché la tecnologia indossabile è pronta a decollare ora e perché sta guadagnando così rapidamente popolarità tra le banche e altre aziende? È chiaro che i consumatori cercano articoli più convenienti, eleganti e portatili in grado di effettuare pagamenti contactless. L’ultimo decennio ha dimostrato con quanta rapidità i consumatori si sono sentiti a proprio agio nel collegare le proprie carte a portafogli mobili, smartwatch e altri dispositivi indossabili attivi, ma questi articoli sono limitati dalla durata della batteria, limitandone l’utilità.

L’evoluzione della tecnologia indossabile le ha consentito di risolvere il problema della durata della batteria passando a oggetti passivi che non necessitano di una batteria per funzionare. Anelli, braccialetti e persino capi di abbigliamento possono essere incorporati con un chip contactless, collegati al conto bancario o prepagato di un titolare di carta e attivati ​​istantaneamente tramite il proprio dispositivo iPhone o Android. Man mano che la tecnologia contactless diventa sempre più piccola e meno costosa, stiamo vedendo che la tecnologia indossabile diventa più ambiziosa e più attraente per i consumatori, come si può vedere dalla gamma in rapida crescita di articoli di moda firmati di fascia alta che fungono anche da dispositivi contactless. E ora è molto più semplice, rapido e facile metterlo nelle mani dei clienti delle banche e dare loro più scelta su come pagare.

In precedenza, qualsiasi articolo dotato di chip che richiedeva la personalizzazione o il provisioning con i dati dei clienti doveva essere sottoposto a un lungo e costoso processo di personalizzazione da parte del produttore prima di essere consegnato alla banca. La banca dovrebbe quindi sostenere i tempi e i costi di consegna dell’articolo al cliente. In questi giorni, i consumatori sono sempre più impazienti e meno disposti ad aspettare dai 7 ai 10 giorni per ricevere il loro articolo per posta.

Una soluzione end-to-end che elimina i problemi per le banche

Le odierne soluzioni tecnologiche indossabili possono gestire l’abilitazione dei pagamenti dall’inizio alla fine e a costi molto inferiori, senza che la banca debba muovere un dito. Le funzionalità di provisioning remoto over-the-air significano che i dati di pagamento possono essere forniti a qualsiasi articolo indossabile direttamente tramite il dispositivo mobile Android o iOS del consumatore, ovunque si trovi, consentendo loro di collegare la propria carta di pagamento al proprio articolo indossabile e iniziare a utilizzarlo immediatamente . Con oltre 2,5 miliardi di utenti Android e 1 miliardo di utenti iPhone nel 2021, esiste un enorme potenziale per la tecnologia indossabile di svolgere un ruolo importante nella vita quotidiana degli utenti.

Inoltre, le banche hanno accesso a un tesoro di dati sul comportamento dei clienti in tempo reale e possono persino inviare offerte speciali e incentivi in ​​tempo reale ai clienti per incoraggiare le spese presso i partner commerciali. Nel frattempo, i consumatori possono ricevere notifiche istantanee delle transazioni per monitorare la loro attività, con la certezza che le loro transazioni contactless sono protette e tokenizzate allo stesso modo dei pagamenti mobili NFC.

Tutti questi sviluppi positivi stanno portando il mercato dei dispositivi di pagamento indossabili a crescere a un CAGR del 29% tra il 2022 e il 2032, con una valutazione di mercato stimata di 13,43 miliardi di dollari solo nel 2022. Ciò è in tandem con la rete in rapida crescita dell’Internet delle cose che collega le applicazioni di pagamento tramite 5G e Wi-Fi superveloci, il controllo degli accessi e il coinvolgimento del consumatore del marchio su circa 41 miliardi di dispositivi entro il 2027. Il potenziale per la tecnologia indossabile di guidare una banca molto più coinvolgente -l’interazione e il coinvolgimento dei clienti saranno una parte importante di questa crescita.

Per le banche che cercano di ottimizzare i costi e creare connessioni più profonde con i propri clienti, la tecnologia indossabile sta creando opportunità troppo preziose per essere ignorate. È tempo che le banche utilizzino la tecnologia indossabile per avvicinarsi ai propri clienti, letteralmente.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *