Nel toro, McGlinchey lotta contro le scariche di potere

Mike McGlinchey si è rafforzato dalla sua stagione “Big Slim” nel 2020, ma la sua capacità di affrontare le spinte dei tori non è cresciuta insieme a lui.

In qualche modo oscurato dalla prestazione saltuaria della difesa dei San Francisco 49ers nella sconfitta per 44-23 di domenica contro i Chiefs è stata l’uscita similmente scadente del loro placcaggio destro da un sacco di soldi.

McGlinchey, 27 anni, ha concesso due licenziamenti, uno dei quali ha portato a un fumble perso da Jimmy Garoppolo, e ha avuto due penalità di attesa che hanno annullato le giocate che hanno guadagnato 33 yard.

L’ultimo scatto di Garoppolo, prima che cedesse il passo al backup di Brock Purdy nel momento dell’immondizia, sembrava essere l’ultima goccia per McGlinchey. Dopo che il guardalinee difensivo All-Pro Chris Jones ha spinto McGlinchey in grembo a Garoppolo e ha schiaffeggiato la palla dalla presa del QB, McGlinchey ha strappato con rabbia il suo sottogola mentre i Chiefs hanno celebrato il loro recupero dal fumble.

McGlinchey, soprannominato “Big Slim” dal cornerback Richard Sherman quando è sceso a 290 libbre due anni fa, ha detto che al ritiro era tornato a circa 310. All’epoca, tuttavia, l’allenatore della linea offensiva Chris Foerster ha detto che la tecnica di McGlinchey era più rilevante della sua peso quando si trattava di passare il blocco.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *