Migliore CX tramite VR e Metaverse

In che modo l’esperienza del cliente sarà migliorata man mano che più persone esploreranno il nuovo e coraggioso mondo del metaverso con i dispositivi VR?

Senza la realtà virtuale (VR), il metaverso è semplicemente un altro sito Web, tuttavia, con il rilascio quotidiano di nuovi dispositivi VR, i marchi sono ottimisti sul fatto che il metaverso, spesso discusso, inizierà a vedere un’adozione diffusa.

Se e quando ciò accadrà, la realtà virtuale sarà il catalizzatore per un’esperienza cliente eccezionale?

Diamo un’occhiata a come la realtà virtuale può migliorare e migliorare i viaggi dei clienti mentre esplorano il nuovo mondo coraggioso del metaverso e le sfide che la realtà virtuale pone ai marchi.

Cosa si aspettano i consumatori dalla CX nel Metaverso?

Secondo un nuovo rapporto di Talkdesk, il 51% degli intervistati si aspetta che il servizio clienti sia migliore nei mondi digitali e il 27% ritiene che sarà più facile accedere alle informazioni sui prodotti o sul marchio nel metaverso.

Inoltre, il 27% degli intervistati ritiene che sarà più efficace e interattivo ricevere assistenza da un avatar metaverso omnicanale piuttosto che interagire con un chatbot online e il 32% ritiene che il metaverso fornirà meno frustrazione e ansia rispetto a chiamare e parlare con un servizio clienti agente.

I consumatori hanno già in programma di utilizzare il metaverso nel prossimo futuro. Un rapporto del 2022 della ricerca di Gartner ha rivelato che il 25% degli intervistati trascorrerà almeno un’ora ogni giorno nel metaverso entro il 2026, lavorando, facendo acquisti, andando a scuola, impegnandosi in attività sociali e godendosi l’intrattenimento.

Il rapporto indicava anche che entro il 2026, il 30% dei marchi avrà prodotti e servizi pronti per il metaverso.

Secondo un rapporto NielsenIQ del 2022, i consumatori hanno anche identificato l’e-commerce come uno dei motivi chiave del potenziale coinvolgimento nel metaverso e hanno affermato di essere interessati a navigare, acquistare e vendere beni in un mercato virtuale.

Cosa porta in tavola la realtà virtuale?

La realtà virtuale consente agli utenti di vivere un’esperienza tridimensionale in cui sono immersi e interagiscono con mondi 3-D. La realtà virtuale completamente immersiva è l’esperienza di simulazione più realistica e consente agli utenti di sentirsi come se fossero in un mondo diverso.

Sebbene gli utenti sappiano che stanno usando apparecchiature VR per sperimentare il mondo alternativo, la mente viene ingannata in modo che sembri che stia effettivamente accadendo. Utilizzando due immagini identiche, la realtà virtuale induce il cervello dell’utente a percepire un senso di profondità e ad accettare l’illusione presentata dall’immagine multidimensionale.

Poiché le regole della fisica non si applicano alle esperienze VR, gli utenti possono volare, camminare sott’acqua, teletrasportarsi da un luogo all’altro, saltare in cima agli edifici e altrimenti fare cose che sarebbero impossibili nella vita reale.

Navdeep Mundi, professore alla Marshall School of Business della University of Southern California, ha detto a CMSWire che il metaverso sta sviluppando casi d’uso migliorati su giochi, intrattenimento, collaborazione lavorativa, social media, mondi virtuali, istruzione e fitness insieme a diverse applicazioni industriali e tutto queste applicazioni guideranno i percorsi dei clienti e l’adozione utilizzando la realtà virtuale.

“Man mano che i marchi si spostano nel metaverso, possiamo aspettarci esperienze cliente uniche attraverso esperienze coinvolgenti e condivisibili per migliorare le strategie omnicanale complessive in modi unici e significativi”, ha affermato il professor Mundi.

“Con una previsione di 1 miliardo di utenti entro il 2030, XR (realtà estesa) sta rapidamente diventando una necessità nella tabella di marcia di ogni marchio”, ha spiegato, aggiungendo che ciò sarà probabilmente più evidente nei marchi di vendita al dettaglio e di intrattenimento, due verticali che si concentreranno su esperienze realistiche e promuovere la consapevolezza e la fedeltà del marchio.

Articolo correlato: realtà aumentata, sperimentazione, e-commerce e base di clienti

In che modo i marchi possono utilizzare la realtà virtuale nel Metaverso?

Un ambiente virtuale offre ai marchi l’opportunità di creare esperienze uniche emotivamente positive che è improbabile che i clienti abbiano mai avuto. Il professor Mundi ha affermato che ci sono tre modi in cui la realtà virtuale può essere utilizzata per migliorare radicalmente il percorso del cliente:

  1. Coinvolgi la base clienti del marchio: Offri ai clienti un’esperienza unica e consenti agli utenti di attraversare mondi alternativi, trascendendo spazi e confini fisici e temporali. I clienti potranno fare acquisti nei negozi virtuali e ottenere viste a 360 gradi e opzioni personalizzate che non possono essere replicate in una posizione fisica o essere esclusive del metaverso.

  2. Coltiva le connessioni emotive con i clienti: La tecnologia VR immersiva consentirà ai marchi di educare e deliziare i clienti creando un’ampia gamma di contenuti coinvolgenti nelle esperienze dei clienti, che contribuiranno a migliorare l’esperienza complessiva e a fidelizzare il marchio.

  3. Assistenza clienti interattiva: La tecnologia VR sarà in grado di fornire supporto in tempo reale durante tutto il percorso del cliente. Esperienze come istruzioni sui prodotti, prove virtuali e showroom e suggerimenti personalizzati miglioreranno un’esperienza cliente senza interruzioni in modo rapido ed efficiente e semplificheranno il processo di acquisto.

“È probabile che la tecnologia VR consenta l’acquisizione, la valutazione e l’analisi, il monitoraggio e il controllo dei dati efficienti e supporti il ​​processo decisionale durante l’intero percorso del cliente”, ha affermato Mundi.

“Questa aggregazione dei dati sarà rapida e conveniente per i clienti prima, durante e dopo l’acquisto”, ha affermato, aggiungendo che è probabile che rivoluzionerà anche la prova del prodotto, l’immaginazione dell’utilizzo del prodotto e l’intera esperienza di consumo del cliente.

Anastasiia Gliebova, CEO e co-fondatrice di V-Art, un servizio di servizi di VR e licenza di contenuti digitali, ha dichiarato a CMSWire che la realtà virtuale aiuterà il metaverso a crescere e a creare esperienze per i clienti altamente coinvolgenti. Gliebova ha affermato che la realtà virtuale aiuterà anche i marchi ad “adattarsi più rapidamente ai mondi digitali che possono offrire un modo più economico e veloce per creare e organizzare eventi virtuali come sfilate di moda, aperture di gallerie di collezioni d’arte, concorsi di gioco, spettacoli comici e molto altro. ”

Ha affermato che la realtà virtuale consente anche ai marchi di tracciare e misurare in modo più completo il percorso dell’esperienza del cliente, incluso il feedback sui prodotti dei clienti.

Articolo correlato: È davvero tempo che i professionisti dell’esperienza cliente esplorino il Metaverso?

Le sfide che i marchi devono affrontare con la realtà virtuale

Ci sono sfide per i marchi che cercano di entrare nel metaverso della realtà virtuale. La realtà virtuale ha un costo di ingresso elevato sia per i marchi che per i consumatori.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *