Micah Parsons ha cambiato il gioco per i Cowboys con una commedia “Nessuno parla”

ARLINGTON — Da nessuna parte nella pagina ufficiale delle statistiche che elenca i cinque sack, quattro fumble forzati, tre recuperi fumble e due intercettazioni per la difesa dei Cowboys è l’unica giocata di domenica pomeriggio che contava di più per loro.

È stato quello che ha costretto la guardia destra Zack Martin a rintracciare Micah Parsons negli spogliatoi post-partita e dire al linebacker che ha fatto il “gioco del gioco”. È stato l’unico coordinatore difensivo che Dan Quinn ha elogiato a lungo.

“Questa è l’unica commedia di cui probabilmente nessuno sta parlando”, ha detto Quinn. “Questo è un grande gioco.”

Parsons non è mai stato più veloce durante una partita della NFL di quanto non abbia fatto quando ha raggiunto 20,41 miglia orarie, secondo Next Gen Stats, per inseguire un tight end dei Detroit Lions da dietro sulla linea di 1 yard. Ciò ha salvato un touchdown all’inizio del quarto quarto. Il gioco successivo ne prevenne uno, creando uno swing che contribuì a portare i Cowboys a una vittoria per 24-6 all’AT&T Stadium.

Fine difensiva DeMarcus Lawrence ha seguito il contrasto di Parsons su Brock Wright sferrando un colpo strepitoso sul running back dei Lions Jamal Williams sulla linea delle 2 yard. Il linebacker Anthony Barr ha recuperato il fumble.

Dallas ha superato Detroit 14-0 nel quarto trimestre, portando il suo record stagionale a 5-2.

Il traguardo è iniziato con Parsons che ha investito Wright, che ha convertito uno schermo corto per un guadagno di 17 yard che Parsons ha terminato a pochi centimetri dalla end zone.

“Cambia completamente il gioco”, ha detto Martin del contrasto. “Se non fa quella giocata, salgono 13-10, ed è una partita completamente diversa. Quello era davvero il gioco del gioco e predicava solo alla difesa e come DQ ha fatto andare quei ragazzi. Non si arrendono a un gioco. Suonano fino al fischio. …

“Quello è stato un grande gioco di trambusto.”

L’allenatore Mike McCarthy ha rivelato in una conferenza stampa venerdì mattina che Quinn ha incontrato a lungo Parsons mercoledì pomeriggio. Nell’incontro privato, hanno esaminato il film del gioco e hanno evidenziato alcune delle aree in cui Quinn credeva che Parsons potesse elevare il suo gioco.

Quella conversione era nella sua mente domenica, ha detto Parsons.

“Mi stava parlando delle giocate che potrei fare se solo usassi la mia velocità e inseguissi, sapendo che è il mio superpotere”, ha detto domenica Parsons. “Abbiamo avuto quel discorso padre-figlio questa settimana. Mi ha sfidato e io gli ho detto: “Se mi sfidi, non ti deluderò mai”.

“Cose del genere, merito a Q perché è una persona che significa molto per me, e odio deluderlo. Quando sono là fuori, cerco solo di dare tutto ciò che ho per lui”.

Parsons si è precipitato fuori dal bordo destro sul secondo e 5 gioco.

Ha riconosciuto che nessun giocatore Lions lo stava bloccando, cosa che ha elaborato come un “avviso” che l’azione potrebbe arrivare dietro di lui, ha detto Parsons. Parsons iniziò a ritirarsi, vide Wright prendere un lancio con un pallonetto a circa 5 yarde da lui e iniziò a correre. Wright si è leggermente intrecciato per consentire a Parsons un’opportunità più ampia di allungare il braccio destro e agganciare Wright fuori campo.

Quella non era la prima volta che Parsons faceva una commedia del genere quella domenica.

Nel secondo quarto, con un terzo e un 15, si è precipitato di nuovo sul bordo destro. Si sentiva di nuovo di non essere bloccato. Di nuovo ha anticipato uno schermo, questa volta affrontando il wide receiver Kalif Raymond da dietro, a 5 yarde da una conversione.

Il tight end dei Cowboys Dalton Schultz ha sollevato quel gioco del secondo quarto quando ha discusso di quello del quarto quarto

“Era ridicolo”, ha detto Schultz. “Ovviamente, è un giocatore infernale”.

L’unico riferimento nel foglio delle statistiche al contrasto di salvataggio da touchdown di Parsons si trova a pagina 12 del libro di gioco ufficiale della NFL. Questo è ciò che valutano le squadre della NFL; copie del libro di gioco appena stampate e pinzate vengono consegnate a casa e negli spogliatoi dei visitatori entro 30 minuti dalla conclusione di ogni partita in tutto il campionato.

I Cowboys ne stampano circa 50 per i visitatori e 15 per se stessi.

Il placcaggio di Parson recita in bianco e nero: 2-5-DAL 18 (13:03) J.Goff passa corto a sinistra per B.Wright spinge ob a DAL 1 per 17 yard (M.Parsons). Non rende giustizia al momento.

Chiedi ai compagni di squadra e loro aggiungeranno colore.

“Quando vedi un ragazzo come Micah Parsons che insegue quello schermo proprio lì, abbatti un ragazzo sulla linea di 1 yard e poi boom, armeggia sul gioco successivo, solo uno sforzo implacabile”, ha detto il quarterback Dak Prescott. “Il nostro motto quest’anno era ‘resilienza’. Se accendi il film, lo vedrai. Una partita serrata fino in fondo. Nessuno si è mosso. …È una squadra speciale di cui far parte.

Ha detto la sicurezza Jayron Kearse: “Dimostra solo che combatteremo. Devi grattare e strisciare per ogni filo d’erba.

+++

Trova più copertura Cowboys da The Dallas Morning News qui.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *