Mengyao Wu è un Ericsson Fellow che ricerca come l’edge Computing può supportare meglio la guida autonoma


Mengyao Wu è un Ericsson Fellow che ricerca come l’edge Computing può supportare meglio la guida autonoma – Partnership Ericsson-Carleton
























Salta al contenuto principale

Di Ellen Tsaprailis
Foto di Lindsay Ralph

Mengyao Wu sta ricercando modi in cui l’edge computing multi-accesso può supportare meglio l’intelligenza connessa per la guida autonoma attraverso la sua borsa di studio Ericsson presso la Carleton University.

Il cloud computing viene applicato in un numero sempre maggiore di soluzioni ogni giorno e ha fornito la possibilità di ospitare applicazioni, servizi Web o applicazioni aziendali. Tuttavia, l’architettura del cloud computing è messa in discussione quando i server informatici e le origini dati ad alto volume sono geograficamente distanti. Quando il calcolo deve essere eseguito in tempo reale ma i dati non possono essere trasportati in tempo reale, questa architettura fallisce. È qui che entra in gioco l’edge computing. L’edge computing è un framework di calcolo distribuito che avvicina le applicazioni alle origini dati per migliorare i tempi di risposta.

Wu apprezza l’aspetto dell’intelligenza connessa alla guida autonoma e spera di capire come implementare al meglio l’edge computing.

“Guardo all’infrastruttura di rete avanzata e alle funzionalità per assistere la guida autonoma. Ricerca, comunicazione e calcolo sono integrati”, afferma Wu. “A volte, se il veicolo autonomo ha risorse di calcolo limitate ma vogliono eseguire il rilevamento di oggetti o calcoli complessi, possono inviare l’attività alle risorse di edge computing. Pensalo come un piccolo server collegato a una stazione base”.

Wu spiega che il veicolo autonomo stesso ha una capacità di calcolo limitata, quindi richiede lo scarico del calcolo, quindi l’attività di calcolo deve essere inviata in un’altra posizione con risorse informatiche migliori che implicherebbero l’edge computing. Oltre a fornire l’offloading del calcolo, l’edge computing multi-accesso 5G-and-Beyond svolge un ruolo fondamentale per supportare e rivoluzionare l’apprendimento collettivo per i veicoli autonomi.

“Proprio come noi esseri umani condividiamo le conoscenze tra di noi, anche i veicoli autonomi possono farlo con l’aiuto di un’infrastruttura di rete avanzata”, afferma Wu. “Quando i veicoli autonomi incontrano nuovi scenari di guida, possono raccogliere dati, estrarre informazioni e condividere i risultati di apprendimento con gli altri. Per coordinare tali schemi di apprendimento, abbiamo bisogno di informatica, memorizzazione nella cache e sicurezza come servizio integrato che opera vicino ai veicoli autonomi. Questo è esattamente il ruolo dell’edge computing multiaccesso”.

Di recente, Wu ha scritto un articolo intitolato “Networking di intelligence per la guida autonoma nelle reti oltre il 5G con Edge Computing multiaccesso” che è stato accettato per la pubblicazione su rivista Transazioni IEEE sulla tecnologia veicolare. Il framework di rete di intelligence proposto in questo documento supporta l’apprendimento collettivo per i veicoli autonomi e l’adattamento ai cambiamenti ambientali quasi in tempo reale.

Richard Yu è un professore a nomina incrociata presso la Carleton’s School of Information Technology e il Department of Systems and Computer Engineering. È anche supervisore accademico della ricerca di Wu insieme al professore di ingegneria dei sistemi e informatica Peter Liu.

“Con il supporto di Ericsson, Mengyao sta lavorando a ricerche all’avanguardia relative alle reti cellulari 5G/6G, all’edge computing e all’intelligenza connessa”, afferma il professor Yu. “Siamo molto grati per il grande supporto di Ericsson”.

Wu è uno dei sei studenti laureati che sono Ericsson Fellow presso la Carleton University, un programma unico per la creazione di talenti nato dalla partnership dell’Università Ericsson-Carleton per la ricerca e la leadership nelle reti wireless.

Invece di lavorare come assistente didattico durante i loro studi universitari, Wu e gli altri borsisti vengono aiutati a concentrarsi sulla loro ricerca pionieristica sulle comunicazioni wireless e ottenere input sia dai loro supervisori accademici che dai professionisti Ericsson.

Wu ha completato la sua laurea in ingegneria da Carleton e durante il suo corso di laurea ha completato due tirocini in cooperativa. Il primo è stato a Irdeto Ottawa come sviluppatore di test automation per quattro mesi. Ha proseguito con un tirocinio cooperativo di 14 mesi presso Ericsson Ottawa, lavorando come sviluppatore di software per radio indoor.

Nel settembre del 2020, Wu ha iniziato un Master in Scienze Applicate e la sua Ericsson Fellowship. Dopo un anno di master, ha intrapreso un percorso accelerato e ha fatto domanda per il dottorato in ingegneria informatica in cui è stato accettato e ora sta proseguendo.

Sperando di finire il suo dottorato di ricerca entro i prossimi tre anni, l’obiettivo futuro della carriera di Wu è continuare a condurre ricerche.

“Voglio fare ricerche utili e per raggiungere questo obiettivo posso provare a diventare un professore universitario o, si spera, posso lavorare direttamente in Ericsson facendo ricerca industriale”, afferma Wu.

Borsa di studio Ericsson
In questo prestigioso programma di borse di studio, gli studenti laureati di Carleton conducono ricerche pratiche insieme agli esperti Ericsson in strutture all’avanguardia, assicurando che gli studenti sviluppino competenze molto richieste nell’industria delle telecomunicazioni di oggi.


Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *