L’uscita dalla Russia di SAP è stata ritardata poiché la società cerca un acquirente per l’attività di manutenzione: rapporto

Notizie su applicazioni e sistemi operativi

Rick Whiting

Sebbene il gigante del software abbia chiuso i suoi data center e le operazioni cloud in Russia, deve affrontare potenziali violazioni del contenzioso contrattuale a meno che non trovi un modo per adempiere ai suoi obblighi di contratto di manutenzione lì.

 TITOLO DELL'ARTICOLO QUI

Secondo un rapporto di Reuters, i piani di SAP di uscire completamente dalla sua attività in Russia entro la fine dell’anno sono stati ritardati dall’incapacità del gigante del software di trovare un acquirente per i suoi contratti di manutenzione.

Mentre SAP ha chiuso il suo data center e l’attività cloud in Russia, SAP ha contratti di manutenzione annuali per il suo software gestito da clienti in Russia e SAP deve in qualche modo servire quei contratti o affrontare rischi legali, afferma il rapporto Reuters citando “cinque fonti” con conoscenza della situazione.

Sulla scia dell’invasione russa dell’Ucraina a febbraio, SAP, come molte aziende occidentali, ha annunciato l’intenzione di chiudere le proprie attività in Russia e interrompere le attività commerciali in quel paese. Ad agosto, ad esempio, Dell Technologies ha dichiarato di aver completato l’uscita dalle sue operazioni in Russia.

[Related: Extreme Networks Says IT Gear Sold To Russian Weapons Maker By Distributor]

“SAP è pienamente impegnata a chiudere la nostra attività in Russia il più rapidamente possibile”, ha affermato la società in una dichiarazione fornita a CRN. “Abbiamo già compiuto passi significativi per onorare questo impegno, mantenendo al contempo la sicurezza dei nostri dipendenti e i nostri obblighi nei confronti dei clienti”.

In un post sul blog del 2 marzo, il CEO di SAP Christian Klein ha affermato che la società con sede a Walldorf, in Germania, interromperà tutte le attività in Russia e interromperà le vendite di servizi e prodotti SAP nel paese. Più tardi, a marzo, SAP ha anche affermato che avrebbe chiuso tutti i servizi cloud forniti ai clienti in Russia.

“Siamo stati una delle prime società tecnologiche a sospendere le vendite in Russia all’inizio della guerra”, afferma la dichiarazione di SAP. “Abbiamo chiuso sia la nostra attività nel cloud che il nostro data center. Abbiamo notevolmente ridotto le dimensioni della nostra forza lavoro in Russia, dove siamo presenti da oltre 30 anni, da 1.250 a meno di 100 entro la fine dell’anno. Continuiamo a supportare pienamente e ad attuare immediatamente tutte le sanzioni globali.

A luglio, il CFO di SAP Luka Mucic ha dichiarato che SAP avrebbe completato la sua uscita dalla Russia entro la fine dell’anno e avrebbe preso un addebito di 350 milioni di euro (circa 345,6 milioni di dollari USA) per coprire i costi.

“I recenti sviluppi legali in Russia, tuttavia, hanno limitato le nostre opzioni per quanto riguarda le fasi finali della nostra uscita. Rimaniamo pienamente impegnati a uscire dalla nostra attività in Russia il più rapidamente possibile”, ha riconosciuto SAP nella dichiarazione.

I contratti di manutenzione della società si rinnovano automaticamente e sono stati prorogati per un altro anno a settembre, secondo la storia di Reuters, e il mancato proseguimento dei servizi di manutenzione potrebbe esporre SAP a potenziali violazioni del contenzioso contrattuale. Secondo Reuters, il personale locale di SAP potrebbe anche essere lasciato ad occuparsi delle potenziali ripercussioni legali qualora SAP interrompesse le operazioni di manutenzione.

SAP ha cercato senza successo un acquirente locale per rilevare SAP – CIS, la sua business unit russa, e ha anche negoziato per un’acquisizione guidata dal management locale, ha affermato Reuters.

Martedì è previsto che SAP riporti i risultati finanziari del terzo trimestre fiscale 2022.


  Ulteriori informazioni su Rick Whiting

Rick Whiting

Rick Whiting è in CRN dal 2006 ed è attualmente un editore di lungometraggi/progetti speciali. Whiting gestisce una serie di progetti editoriali annuali caratteristici di CRN, tra cui Channel Chiefs, Partner Program Guide, Big Data 100, Emerging Vendors, Tech Innovators e Products of the Year. Copre anche il ritmo dei Big Data per CRN. Può essere contattato all’indirizzo rwhiting@thechannelcompany.com.


.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *