Le reti satellitari detengono la chiave per una connettività post-PSTN affidabile

Articolo contributo

di Damian Lewis, Market Development Manager (Enterprise) presso Inmarsat

Dall’invenzione della rete telefonica in filo di rame nel 1876, altrimenti nota come rete telefonica pubblica (PSTN), il modo in cui comunichiamo è cambiato drasticamente.

Nel tempo, le nostre aspettative in merito alla velocità e alla qualità delle comunicazioni hanno continuato ad aumentare. Oggi, limitare la connettività alle posizioni in cui è presente il cablaggio fisico non è più adeguato.

L’aumento della domanda di servizi IP (Internet Protocol-enabled) e il miglioramento del Voice over Internet Protocol (VoIP) stanno rendendo la PSTN sempre meno rilevante, mentre il concetto di supportare due insiemi di infrastrutture – IP e PSTN – è semplicemente commercialmente impraticabile

Il grande spegnimento PSTN

Nel Regno Unito, l’industria delle telecomunicazioni ha già riconosciuto che PSTN sta diventando obsoleta e ha fissato una scadenza, sostenuta dal governo britannico, per spegnere la vecchia rete in rame alla fine del 2025. Lo stesso “spegnimento” si sta verificando intorno al più in generale, anche se la data di fine specificata varia da paese a paese.

In definitiva, tutti coloro che utilizzano servizi basati su PSTN, aziende e servizi pubblici allo stesso modo, dovranno cambiare rete in un futuro non troppo lontano per mantenere la capacità operativa.

In parole povere, PSTN presto non sarà in grado di soddisfare le nostre esigenze di base, quindi è più importante che mai iniziare ad abbracciare il futuro della connettività.

Realtà post-PSTN: un futuro ibrido?

Ricerca condotta da Internet Zen rivela che il 72% delle imprese fa affidamento sulla telefonia tradizionale, in particolare le grandi imprese.

Con la chiusura di PSTN, le aziende si stanno spostando sempre più sulle reti IP, tuttavia, si teme che le sole soluzioni terrestri possano avere difficoltà a fornire l’alto livello di servizio richiesto dalle aziende. Ad esempio, nel luglio 2022, un quarto del Canada è stato tagliato fuori da Internet, così come dai servizi di rete fissa e cellulare, per quasi un giorno perché uno dei principali fornitori di telecomunicazioni del Canada, Rogers, ha subito un’interruzione.

La completa dipendenza dalle reti IP terrestri, come le reti IP su fibra o LTE (Long-Term Evolution), presenta un rischio più significativo per gli utenti la cui infrastruttura si estende in regioni remote del globo. Tali soluzioni rischiano lacune di connettività lungo la rete, danni causati da condizioni meteorologiche estreme e, in definitiva, non offrono lo stesso livello di affidabilità del PSTN al momento.

Detto questo, anche con la stessa PSTN che vanta una disponibilità complessiva del 99,999% – una tariffa non eguagliata da qualsiasi altra rete terrestre, il che significa che il sistema non dovrebbe subire più di cinque minuti di inattività all’anno – c’è sempre il rischio quando si fa affidamento su un’unica rete per le tue esigenze di connettività.

L’eruzione del vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha’apai nell’Oceano Pacifico meridionale lo scorso dicembre è un ottimo esempio di quanto possa essere rischioso fare affidamento su un’unica rete.

Nonostante l’affidabilità della rete PSTN in circostanze normali, l’eruzione ha innescato uno tsunami che ha provocato la distruzione di 80 km di cavi telefonici e Internet nel paese polinesiano di Tonga, rendendo i 105.000 residenti dell’isola quasi del tutto irraggiungibili fino a quando il cavo non è stato ripristinato per più di cinque settimane dopo

Non sorprende quindi che le industrie mission-critical che attualmente utilizzano PSTN stiano esplorando un mix di soluzioni alternative per fornire disponibilità universale, elevata affidabilità e bassi costi operativi dopo lo spegnimento. È qui che entra in gioco la connettività satellitare.

Il ruolo della connettività satellitare

La connettività satellitare è disponibile in molte forme e dimensioni da operatori con esperienza e capacità diverse, quindi è importante scegliere quella giusta per soddisfare le tue esigenze. Considerare le dimensioni, il peso e i requisiti di alimentazione sono fattori significativi nella scelta di un terminale appropriato, mentre l’affidabilità, la resilienza alle condizioni meteorologiche e la copertura della rete sono fondamentali nella scelta della giusta rete satellitare.

La connettività satellitare sicura e affidabile è particolarmente essenziale per l’efficace gestione delle operazioni remote, alimentando le soluzioni Internet of Things (IoT) per aiutare le aziende a ottimizzare i tempi di attività delle infrastrutture critiche, aumentare la trasparenza operativa, monitorare le operazioni in tempo reale e garantire la sicurezza dei dipendenti , per citare solo alcuni dei suoi vantaggi.

È qui che entrano in gioco aziende come Inmarsat, leader mondiale nelle comunicazioni mobili satellitari globali, per fornire connettività di alto livello nelle località più remote e nelle condizioni meteorologiche più avverse. Molte aziende stanno già raccogliendo questi frutti, con la rete ELERA di Inmarsat che offre connettività satellitare ultra sicura, altamente affidabile ed economica alle aziende di tutto il mondo.

Ad esempio, Inmarsat ha collaborato con OnixSat nel 2017 per fornire al colosso brasiliano dei servizi pubblici, Cemig, una connettività migliorata per gestire le operazioni attraverso la sua rete elettrica nello stato di Minas Gerais. Implementando la tecnologia del terminale BGAN di Inmarsat alimentata dalla rete ELERA, Cemig è stata in grado di migliorare le sue capacità di monitoraggio e controllo del richiusore remoto, aiutando a ripristinare l’alimentazione più rapidamente di prima e, in definitiva, migliorando il servizio che fornisce ai clienti.

Inmarsat ha continuato a fornire servizi simili per numerose società di energia e servizi pubblici in tutto il mondo, inclusi Regno Unito, Europa, Stati Uniti, Canada e Australia.

La vita dopo PSTN

Man mano che ci avviciniamo al grande switch-off PSTN, una combinazione di connettività satellitare abbinata a soluzioni terrestri fornirà probabilmente la soluzione ottimale per le esigenze di connettività delle aziende. Con ciascuna di queste reti che si trova all’interno della più ampia famiglia di soluzioni IP, è probabile che ci sarà un elevato livello di compatibilità tra di loro, fornendo una soluzione semplice e combinata per le aziende.

Sfruttando un mix di queste reti, le aziende mission-critical in tutto il mondo saranno in grado di mantenere livelli di affidabilità estremamente elevati, fornendo loro un passaggio senza interruzioni oltre ad aprire un mondo completamente nuovo di opportunità basate sull’IoT in un post-PSTN mondo.

In che modo l’aumento delle comunicazioni satellitari interrompe l’ecosistema mobile? Unisciti agli esperti in discussione alla diretta di quest’anno Congresso totale delle telecomunicazioni evento

Anche nella notizia:
I 3,2 miliardi mancanti…
Il nuovo investimento EXA serve clienti in tutta la penisola iberica
Storie di avvio: affrontare i rischi per la sicurezza informatica

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *