La morte di Internet Explorer: buona liberazione dalla cattiva spazzatura

Oggi, finalmente, Microsoft interrompe ufficialmente il supporto per Internet Explorer. Addio e buona liberazione al browser web più fastidioso di tutti.

Ripassiamo:

Nel 1993, quando scrissi la prima storia su questa cosa nuova e rivoluzionaria chiamata WEB, sapevo che sarebbe stata grande. È più di quanto Bill Gates ci pensasse in quel momento. Al Comdex del 1994, Gates disse: “Vedo scarso potenziale commerciale per Internet per i prossimi 10 anni”.

Ops.

Oh beh, alla fine ha capito bene. Ma né lui né Microsoft sono stati i primi a rilasciare un browser web. Lontano da esso!

Il primo popolare browser web grafico proveniva dal National Center for Supercomputing Applications (NCSA) presso l’Università dell’Illinois a Urbana-Champaign. Si chiamava Mosaico. È stato creato da Marc Andreessen ed Eric Bina, ma sebbene sia quello che tutti ricordano, non è stato il primo browser web grafico. Quell’onore va a ViolaWWW, un browser Unix, mentre Cello è stato il primo browser web grafico di Windows.

Mosaic, tuttavia, è stato il primo browser a consentirti di vedere le immagini all’interno delle pagine. Quello è stato un punto di svolta. I browser precedenti potevano mostrare le immagini solo come file separati. Non è stato un concorso: Mosaic ha vinto la prima e la prima guerra dei browser.

Un giorno di ritardo e un dollaro in meno

Nel 1995, Gates si era reso conto che Microsoft aveva bisogno di qualcosa da offrire a tutti gli utenti che desideravano disperatamente un browser web. Nel maggio 1995, Gates iniziò a dire cose del tipo: “Internet è lo sviluppo singolo più importante da quando il PC IBM è stato introdotto nel 1981” e lo confrontava con un’onda di marea.

Un maremoto o meno, Microsoft non era ancora pronta. La sua risposta rapida è stata quella di adottare Spyglass, una versione commerciale del browser Web di successo Mosaic. Questa è stata la base di Internet Explorer (IE) 1, che ha debuttato nell’agosto 1995, come parte di Microsoft Plus per Windows 95, un pacchetto di componenti aggiuntivi del software Windows.

IE 1 è stato un flop. Ha anche creato cattivo sangue con Spyglass, a cui era stata promessa una percentuale dei profitti di Microsoft da IE. Ma Microsoft ha iniziato a raggruppare IE con Windows e quindi non ha avuto profitti. Microsoft alla fine si sarebbe accontentata di Spyglass per $ 8 milioni nel 1997.

Questa base di codice Spyglass/Mosaic rimarrebbe parte di IE fino al rilascio di IE7. La finestra “Informazioni su” da IE1 a IE6 conteneva il testo “Distribuito in base a un accordo di licenza con Spyglass, Inc.” Ci sono affermazioni che Microsoft ha innovato con IE. Non è successo.

Allo stesso tempo, Andreessen ha preso il codice Mosaic e lo ha trasformato nel primo browser web di grande successo, Netscape. Andreessen si vantava che Netscape avrebbe “ridotto Windows a un insieme di driver di dispositivo mal sottoposti a debug”.

Netscape nel mirino

Microsoft ha preso sul serio la minaccia. Il CEO di Netscape James Barksdale avrebbe poi testimoniato che in una riunione del giugno 1995, Microsoft propose che le due società dividessero il mercato dei browser, con Internet Explorer come unico browser Windows. Se Netscape non fosse conforme, Microsoft lo schiaccerebbe.

“Non ero mai stato a una riunione nei miei 33 anni di carriera imprenditoriale in cui un concorrente aveva insinuato in modo così palese che avremmo dovuto smettere di competere con esso o il concorrente ci avrebbe ucciso”, ha detto Barksdale durante il processo antitrust del Dipartimento di Giustizia del 2001 contro Microsoft.

Nonostante quell’avvertimento, Netscape ha continuato a guidare la rivoluzione tecnologica. Netscape Communicator è stato il luogo in cui è avvenuta la vera innovazione. JavaScript, ad esempio, è probabilmente il linguaggio di programmazione più popolare a livello globale e JavaScript era una creazione di Netscape. Ma anche Microsoft, in tutta onestà, ha avuto i suoi momenti. Ad esempio, IE 3.0 è stato il primo browser ad adottare Cascading Style Sheets (CSS) nel 1996.

Ma il vero motivo per cui stiamo dicendo addio a IE solo oggi, molto tempo dopo che Netscape è diventato storia, è che Microsoft ha sfruttato il suo monopolio illegale di PC/Windows per bloccare Netscape dai computer. Microsoft ha spinto i fornitori di PC a mettere il nuovo sistema operativo e il suo browser su tutti i loro PC. L’obiettivo non era tanto quello di eliminare altri fornitori di sistemi operativi per PC; a metà degli anni ’90 non c’era una vera concorrenza per i sistemi operativi. L’obiettivo era distruggere Netscape.

I tribunali hanno concordato. Il DoJ ha vinto nella sua causa contro Microsoft perché il monopolio dei PC della società ha reso impossibile a Netscape di competere con IE. Sfortunatamente, il governo ha dato a Microsoft uno schiaffo sul polso invece di dividerlo in società separate o di aprire il suo codice. E Netscape è morto, proprio come aveva minacciato Microsoft nel 1995.

Così è stato che molti di voi sono cresciuti con IE come il browser che conoscevate e amavate. Non sapevi niente di meglio.

Non con un botto ma un lamento

Microsoft ha smesso di innovare con IE, in particolare dopo aver rilasciato IE6 con Windows XP nel 2001. Perché preoccuparsi? Gli utenti non stavano andando da nessuna parte. Non avevano alternative reali. Entro la metà degli anni 2000, la quota di mercato di IE era costantemente superiore al 90%.

Ma alla fine, Firefox, partendo dal vecchio codice di Netscape, è diventato una valida alternativa intorno al 2005. La vera fine di IE è iniziata, tuttavia, quando Google ha deciso di creare un browser Web moderno, veloce ed efficiente, Chrome, nel 2008.

Microsoft non ha mai raggiunto. Oggi, il moderno browser di Microsoft, Edge, si basa su Chromium, la base di codice open source di Chrome. In effetti, ad eccezione di Firefox, tutti i principali browser Web Windows attuali sono basati sulle fondamenta di Chromium. Edge offre una funzionalità denominata modalità IE, che utilizza il motore Chromium per i siti Web moderni e il motore Trident MSHTML di IE11 per i siti legacy creati per funzionare con Internet Explorer.

IE stesso? È stato lasciato morire di abbandono. Nonostante ciò, le persone usano ancora IE oggi, Dio li aiuti! Il Digital Analytics Program (DAP) del governo federale degli Stati Uniti mostra una media di 300.000 visite ai siti governativi di Internet Explorer negli ultimi 7 giorni.

Sebbene il supporto per IE11 su Windows 10 termini il 15 giugno, Microsoft non lo sta semplicemente uccidendo. No, il client desktop IE11 su Windows 8.1 e Windows 7 (e persino Windows 10 Enterprise, versione 20H2), con aggiornamenti di sicurezza estesi, andrà avanti barcollando.

Inoltre, la modalità IE in Microsoft Edge sarà ancora supportata almeno fino al 2029. Quindi, sì, quei miserabili siti Web e app solo IE continueranno a funzionare per gli anni a venire. Ciò significa che non vuoi disinstallare IE da solo. Edge utilizzerà ancora quella funzionalità quando si imbatte in un sito Web antico. Microsoft ha anche affermato che le applicazioni desktop IE verranno progressivamente reindirizzate a Microsoft Edge per ora.

Quando verrà effettivamente seppellito IE? Non sappiamo. Microsoft non sta dicendo. Un giorno, però, riceverai un Windows Update che cancellerà IE una volta per tutte.

non vedo l’ora!

Copyright © 2022 IDG Communications, Inc.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *