La doppiatrice di Bayonetta sollecita il boicottaggio del gioco per la retribuzione “insulta”.

Bayonetta di Bayonetta 3, raggiunge la telecamera.

Immagine dello schermo: PlatinumGames / Nintendo

All’inizio di ottobre, lo ha detto lo sviluppatore giapponese PlatinumGames, noto per i suoi titoli d’azione Informatore di gioco l’imminente esclusiva Switch Bayonetta 3 non vedrebbe la doppiatrice Hellena Taylor riprendere il suo iconico ruolo sensuale come protagonista. Invece, la VA inglese di Bayonetta ora sarebbe Jennifer Hale, una delle doppiatrici più onnipresenti del settore, nota per ruoli come il comandante Shepard. A quel tempo, Platinum affermò che la sostituzione era dovuta a “varie circostanze sovrapposte” che rendevano “difficile” per Hellena interpretare Bayonetta ancora una volta. Più di una settimana dopo, Taylor è andata sui social media per contestare l’account di Platinum, suggerendo che lo studio non era del tutto trasparente su ciò che è realmente accaduto.

Piuttosto che perdere il ruolo perché Hale era l’interprete migliore, oa causa di qualcosa come conflitti di programmazione, Taylor afferma che era troppo retribuito. In una serie di video, Taylor continua dicendo che Platinum apparentemente le ha offerto solo $ 4.000 per l’intera performance, che in base ai trailer sembrava mostrare il principale VA che esprimeva più versioni dello stesso personaggio. Per Taylor, che ha trascorso anni a studiare il suo mestiere e ha innegabilmente creato una delle performance più memorabili dell’intero medium, l’offerta è stata considerata offensiva.

“Abbiamo fatto delle audizioni per scegliere la nuova voce di Bayonetta e abbiamo offerto il ruolo a Jennifer Hale, che sentivamo fosse una buona partita per il personaggio”, ha detto il game director Yusuke Miyata Informatore di gioco al momento. “Capisco le preoccupazioni che alcuni fan hanno riguardo al cambio di voce a questo punto della serie, ma la performance di Jennifer è andata ben oltre quello che avremmo potuto immaginare. Sono fiducioso che la sua interpretazione di Bayonetta supererà le aspettative dei nostri fan”. Secondo Informatore di gioco‘s storia, la pubblicazione ha trovato la performance di Hale praticamente indistinguibile da quella di Taylor.

Ma Taylor ha definito l’intera situazione, sebbene legale, “immorale”.

“A volte penso di non essere affatto come Bayonetta”, ha detto Taylor in un video, in riferimento alla sua decisione di parlare di quello che sta succedendo. “Ma credo di essere un po’ più simile a Bayonetta di quanto pensassi.

“Capisco che boicottare questo gioco è una scelta personale, e c’è chi non lo farà”, ha continuato. “E va bene. Ma se sei una persona a cui importa delle persone, a cui importa del mondo intorno a te, a chi importa chi viene ferito da queste decisioni finanziarie? Allora ti esorto a boicottare questo gioco”.

Taylor è stata originariamente scelta per il ruolo di strega bullet time nell’acclamato gioco d’azione del 2009 e ha ripreso il suo ruolo per la serie nel seguito del 2014. La serie è ampiamente considerata uno dei migliori franchise moderni di Nintendo.

“Ho deciso di farlo per essere solidale con le persone di tutto il mondo che non vengono pagate adeguatamente per i loro talenti”, ha continuato Taylor, probabilmente in parte in riferimento a un un movimento più ampio all’interno della recitazione vocale in questo momento che ha visto la sostituzione di ruoli importanti mentre gli artisti competono per una migliore retribuzione tramite i sindacati.

“I gatti grassi screpolano e ci lasciano le briciole”, ha detto, prima di notare che la sua incapacità di ottenere un salario di sussistenza dall’industria l’ha portata a soffrire di depressione e ansia. Come dice lei, dopo essere stata sminuita, ha scritto a Hideki Kamiya, direttore esecutivo del gioco, per perorare la sua causa. Afferma che ha riconosciuto la sua importanza per il ruolo e quanto significherebbe per i fan. Ma a quanto pare l’offerta finì per essere di $ 4.000.

“Temevo di essere per strada”, ha detto a proposito della maggiore incapacità di essere pagata con un salario di sussistenza. “Questo mi terrorizzava così tanto che una volta mi sono suicidato. Non ho paura dell’accordo di non divulgazione. Non posso nemmeno permettermi di guidare un’auto. Cosa faranno, prenderanno i miei vestiti? Buona fortuna a loro”.

nintendo, Bayonetta 3dell’editore, e Taylor non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento. E mentre PlatinumGames non ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in merito, lo stesso Kamiya sembrava rispondere su Twitter.

“Triste e deplorevole per l’atteggiamento della menzogna”, scrisse. “Questo è tutto ciò che posso dire ora.”

Ma in modo più evidente, ha concluso la nota digitando: “A proposito, ATTENZIONE ALLE MIE REGOLE”. Per quanto qualcuno può dire, questo sembra essere in riferimento all’utilizzo di Twitter, dove si dice che Kamiya blocchi le persone a sinistra e a destra. Vale a dire, la sua immagine di intestazione è solo una serie di post in cui avverte “gli insetti”, in particolare quelli di lingue straniere come l’inglese, che li ha o li bloccherà. E il suo post su Twitter bloccato è una serie di “regole” che, se infrante, avverte le persone porteranno a un blocco. “IL MIO PULSANTE BLOCCO È PIÙ GRANDE CHE MAI”, si legge.

Abbastanza sicuro, persone e persino pubblicazioni che riferiscono sul Bayonetta 3 La situazione del doppiaggio in questo momento sembra essere stata colpita dal martello del divieto di Kamiya. Nel frattempo, altri doppiatori intervengono con i loro aneddoti ed esperienze. Sean Chiplock, che ha doppiato Revali Respiro del selvaggio, un altro gioco pubblicato da Nintendo, afferma che gli sono stati dati solo dai 2.000 ai 3.000 dollari per il suo ruolo in quanto si basava sul numero di ore in studio. Ma ha notato che questa paga era in gran parte dovuta al fatto che stava doppiando tre personaggi diversi, non uno.

“Bayonetta difende sempre coloro che hanno meno potere e difende ciò che è giusto”, ha detto Taylor nei suoi video. “E facendo questo, stai con lei”, ha detto della potenziale decisione del giocatore di boicottare il gioco. Nei video, Taylor ha anche augurato il meglio ad Hale, la nuova Bayonetta. Ma aveva ancora parole dure da dire su cosa avrebbe significato per lei interpretare il ruolo di Bayonetta.

“Ma non ha il diritto di dire che è la voce di Bayonetta, ho creato quella voce”, ha detto Taylor. “Non ha il diritto di firmare merce come Bayonetta, non più di quanto io abbia il diritto di firmare come Eva Green anche se ero suo genitore nel videogioco The Golden Compass. Quel tradimento è suo, e solo suo. Probabilmente proveranno a fare uno spin-off con Jeanne. Non comprare neanche quello.

Il video finale condiviso da Taylor è stato interamente diretto a Nintendo, PlatinumGames e ai “gatti grassi” in generale. Era una rivisitazione di Lazzaro il mendicante, dalla Bibbia, e una critica più ampia alla morale che deriva dall’enfatizzare il denaro sulle persone.

Bayonetta 3 uscirà per Nintendo Switch il 28 ottobre.

.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *