Jellysmack e Spotter valgono miliardi e milioni di creatori di conio

Il talento di Derek Deso nel realizzare video di scherzi virali è stato ripagato subito dopo aver lasciato il lavoro in Foot Locker nel 2016 per diventare uno YouTuber professionista. Diplomato di scuola superiore cresciuto in una roulotte fuori Las Vegas, Deso stava improvvisamente guadagnando un reddito a sei cifre come creatore.

Ma la sua vera introduzione alla celebrità di Internet è arrivata pochi anni dopo, quando ha accettato di lasciare che un’azienda di cui non aveva mai sentito parlare modificasse i suoi video, li ottimizzasse per le entrate pubblicitarie e gestisse la distribuzione su YouTube, Facebook e Snap.

Entro un mese, Deso dice che il suo reddito è aumentato di 10 volte: “Ero incredulo”. Oggi, la partnership di Deso con Jellysmack è una stretta collaborazione che ha abbracciato più di 2.300 video e ha aiutato il 34enne a guadagnare $ 3,9 milioni l’anno scorso, ha detto Fortuna.

Jellysmack è tra le numerose aziende emerse insieme ad alcuni dei volti più riconoscibili dei social media, lavorando dietro le quinte di un’economia dei creatori sempre più redditizia.

Se i creatori sono le rockstar degli anni 2020, allora ha senso che le loro creazioni, che si tratti di video di 30 secondi di scherzi o clip di tutorial sul trucco, siano diventate risorse preziose con un potenziale di guadagno in continua espansione. Come per la raccolta musicale di una band, i cataloghi di contenuti e le nuove uscite dei creatori vengono rubati da aziende specializzate con un know-how del settore che massimizza le entrate e l’esposizione.

Jellysmack è stato recentemente valutato a $ 3 miliardi e ha raccolto oltre $ 991 milioni di finanziamenti, secondo PitchBook. Spotter, che acquista i diritti sui cataloghi dei contenuti di YouTube dei creatori, ha raccolto 755 milioni di dollari ed è stato valutato dai suoi investitori a 1,7 miliardi di dollari.

Derek Deso mangia gli spaghetti.
Entro un mese dalla collaborazione con Jellysmack, Deso afferma che il suo reddito è aumentato di 10 volte.

Per gentile concessione di Derek Deso

“YouTube ha creato un algoritmo molto molto prevedibile”, ha detto Aaron DeBevoise, CEO e fondatore di Spotter Fortuna. “Possiamo combinare questa previsione con la necessità di capitale da parte dei creatori per creare una straordinaria opportunità di business e una soluzione per i creatori”.

Spotter scrive che i creatori assegnino fino a 1 milione di dollari per possedere i loro cataloghi per un determinato periodo di tempo. In cambio, Spotter prende fino al 100% delle entrate AdSense e gestisce la strategia di promozione dei contenuti. Oggi l’azienda è redditizia, ha pagato oltre 600 milioni di dollari ai creatori ed è cresciuta da 20 dipendenti nel 2021 a oltre 120.

DeBevoise ha derivato l’idea di Spotter dopo aver visto la capacità della piattaforma di moltiplicare i guadagni dei creatori. Nel 2006 DeBevoise, appena uscito dal Williams College, ha fondato Machinima, una società che creava programmi per i videogiochi. Ha visto i talenti sulla piattaforma lottare tra il sostenersi finanziariamente e il bilanciamento delle ore di ideazione, riprese e produzione necessarie per diventare creatori professionisti. Una volta che YouTube ha lanciato AdSense nel 2008, che consente ai creatori di prendere quote di compartecipazione alle entrate dagli annunci pre e mid-roll, sapeva che l’economia dei creatori poteva crescere.

Le società di venture capital hanno accettato.

“Noi, come azienda, siamo sempre stati ossessionati dalle società che stanno scoprendo nuove classi di attività”, spiega Ali Hamed, il partner di CoVentures che ha guidato Spotter’s Series A. “E vediamo l’ecosistema di YouTube come la creazione di una nuova classe di asset investibile che non era mai esistita prima. Quindi, dal punto di vista della pura finanza, Spotter è un’azienda davvero interessante”.

Come Spotter, Jellysmack è emersa dall’idea di forgiare le strategie di distribuzione dei creatori con i dati. L’imprenditore sportivo Swann Maizil ha lanciato un canale YouTube dedicato ai fan del calcio chiamato Oh My Goal e ha iniziato a misurarne il successo con l’analisi quantitativa. È esploso e si è reso conto che l’approccio incentrato sull’intelligenza artificiale alla produzione di contenuti potrebbe funzionare per qualsiasi altro YouTuber in crescita. L’imprenditore parigino ha arruolato i suoi amici Robin Sabban e Michael Philippe come cofondatori per raccogliere i primi 2 milioni di dollari di Jellysmack.

Secondo una ricerca di Tubular Labs, i video su cui Jellysmack ha lavorato hanno raccolto così tante opinioni che la società potrebbe essere considerata la terza società di media negli Stati Uniti, proprio dietro Disney e ViacomCBS. I creatori di Jellysmack hanno guadagnato 445 milioni di abbonati, 145 miliardi di visualizzazioni su Facebook, Snap e YouTube e hanno guadagnato $ 175 milioni. E il 50% del roster di Jellysmack guadagna oltre $ 500.000 all’anno.

Il prossimo atto per i creatori

Spotter e Jellysmack condividono un investitore nel Vision Fund 2 di SoftBank (l’amministratore delegato Masayoshi Son ha guidato l’investimento dell’azienda in Jellysmack). Mentre l’investitore giapponese dà alle società un nome importante nella tabella dei capitali, si pone anche la questione di come questi giganti creativi influenzino la perdita di $ 23,4 miliardi di SoftBank nel terzo trimestre. Spotter, Jellysmack e Softbank hanno rifiutato di commentare le valutazioni del terzo trimestre delle società.

Un possibile motivo di preoccupazione è la dipendenza delle aziende creatrici dagli algoritmi e dalle entrate pubblicitarie di YouTube, Meta e Snap, una situazione che lascia le loro attività legate alle piattaforme con i propri interessi e programmi. E il rallentamento dell’economia significa che gli inserzionisti possono ridurre la spesa.

I dirigenti di Spotter e Jellysmack dicono di non essere preoccupati. “Siamo partner di queste piattaforme. Vogliono grandi contenuti; vogliamo offrire loro ottimi contenuti”, afferma Lauren Schnipper, vicepresidente dello sviluppo aziendale di Jellysmack, che in precedenza ha guidato le partnership di creatori di intrattenimento su Facebook. “Siamo in costante comunicazione con loro”.

E mentre una crisi economica potrebbe potenzialmente ridurre il bacino di clienti, come lo chiamano i creatori meno affermati, Spotter e Jellysmack potrebbero avere un’esposizione limitata a quella fascia demografica. Poiché Spotter e Jellysmack funzionano solo con i creatori che vantano una buona fede (il creatore più pagato al mondo MrBeast ha contratti con entrambi), uno Zoom introduttivo con entrambe le società è insostenibile per il 99,99% degli YouTuber.

Va bene con gli investitori. “L’economia dei creatori riguarda i piccoli creatori e permette loro di guadagnarsi da vivere; è un fantastico progetto sociale, giusto?” afferma Boris Golden, partner di Partech che ha guidato la serie A di Jellysmack. “Quello che facciamo è concentrarci sui creatori ricchi, i grandi”.

Per Deso, il burlone virale con 12,6 milioni di follower, essere un creatore è una professione a tempo pieno che diventa ancora più strutturata lavorando con un partner.

“Hanno accesso al 100% a ciò che vedo”, dice Deso di Jellysmack. “Abbiamo molte riunioni, praticamente a settimane alterne, solo per basare, esaminare le analisi, parlare di contenuti e di cosa funzionerà”.

Tuttavia, Deso è rimasto fedele alle sue radici stravaganti. “Sono sempre stato il ragazzo a cui devi stare attento quando dormivi o facevi uno scherzo o facevi scherzi e scherzavi con qualcuno solo per divertimento”, ha detto Deso. “Si è appena trasformato in un enorme circo divertente.”

Iscriviti al Caratteristiche della fortuna mailing list in modo da non perdere le nostre funzionalità più importanti, interviste esclusive e indagini.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *