Jean Segura espia l’errore con la frizione colpita nella vittoria in gara 3 di Phillies

FILADELFIA — Jean Segura ha giocato 11 stagioni nelle major, ha formato due squadre All-Star e ha segnato tre volte .300, ma non ha mai avuto un inning come il quarto inning di Gara 3 della National League Championship Series di venerdì sera .

Giocando nella sua prima post-stagione, la seconda base dei Philadelphia Phillies ha lasciato cadere il tiro della staffetta dall’interbase Bryson Stott, trasformando un potenziale doppio gioco di fine inning in un pareggio per i San Diego Padres.

Nella parte inferiore dell’inning, tuttavia, si è riscattato con un singolo clutch, two-out, two-strike, two-run per dare ai Phillies un vantaggio di 3-1 in una partita che avrebbero tenuto vincendo 4-2 contro prendere un vantaggio 2-1 serie.

“Alla fine della giornata, faremo un errore”, ha detto Segura. “Questa è la giocata che probabilmente ho fatto 3.000 volte nella mia vita, ma per qualche motivo mi è sfuggita. Come giocatore, non abbassi la testa. Continua così, continua a giocare perché non lo fai sapere come andrà a finire il gioco. Forse quel gioco può influire su di te durante il gioco”.

Segura, che aveva fatto una bella sosta in tuffo sul campo all’inizio della partita, avrebbe aggiunto un secondo fantastico gioco in tuffo per rubare al veloce Ha-Seong Kim un colpo con due eliminati e un corridore in base per terminare la settima. Spinse il braccio in aria e diede un calcio alla gamba in un forte spettacolo di emozione.

“Sono entusiasta”, ha detto Segura. “Non so come spiegarlo, ma è come Goku, il piccolo Goku, come qualcosa, come un fuoco dentro il mio corpo. Come se volessi solo tirarlo fuori, come un esplosivo. Se non ti emoziono con 45.000 persone sugli spalti o 46.000 persone sugli spalti, stai giocando lo sport sbagliato”.

Dopo l’errore di Segura, i Phillies hanno avuto un incontro sul tumulo con il titolare Ranger Suarez, che avrebbe finito per ottenere la vittoria con ben cinque inning.

Il prima base Rhys Hoskins non è rimasto sorpreso dal fatto che Segura si sia ripreso dall’errore.

“È un professionista da 10, 11 anni e si diverte e si assorbe ogni secondo perché ha aspettato così a lungo e gareggiato per così tanto tempo, lavorando molto probabilmente per 15-16 stagioni consecutive, quindi, no, non sorpreso di tutto”, ha detto Hoskins. “Inoltre, quanti grandi successi gli abbiamo visto ottenere, giusto? Ha avuto l’opportunità di fare delle giocate davvero belle anche in campo. La prima cosa che ha detto quando siamo andati sul monte dopo che ha lasciato cadere la palla è stata: ‘ Ranger, dammi un altro.’ Questo è solo il tipo di fiducia che ha in se stesso”.

La partita si è conclusa con alcune polemiche nella parte superiore del nono inning. Dopo che Juan Soto ha guidato l’inning con un colpo di base contro il più vicino dei Phillies Seranthony Dominguez – che stava cercando di completare solo la sua seconda uscita di due inning della stagione – l’arbitro di terza base Todd Tichenor ha battuto Jurickson Profar con un 3-2 oscillazione controllata.

Profar, che aveva già lanciato la mazza e iniziato il suo trotto verso la prima base, si accovacciò incredulo e iniziò a camminare verso Tichenor, togliendosi l’elmo e poi calciandolo. L’arbitro di casa base Ted Barrett ha espulso Profar dal gioco.

“Pensavo di non essere andato e avrebbe dovuto essere una passeggiata”, ha detto Profar, sostenendo che non stava nemmeno oscillando, cercando solo di togliersi di mezzo da uno slider backdoor. “Non ho avuto una buona possibilità di vederlo, ma sono abbastanza sicuro di non essere andato. Forse la mazza era davanti, ma mi stavo solo togliendo di mezzo. Non sono andato, ho non oscillava”.

Ha detto che non era preoccupato per una possibile sospensione.

“Nessuna possibilità, amico. La MLB non sospende le persone per questo. Giochiamo una partita e giochiamo con emozione. Non giochiamo in modo morbido. Giochiamo per vincere e io gioco con emozione”.

Se Profar avesse camminato, i Padres avrebbero avuto slancio dalla loro parte e pressione su Dominguez con corridori in prima e seconda e nessuno fuori. Invece, gli ultimi due battitori, Trent Grisham e Austin Nola, sono andati a segno con un pop-up e uno strikeout. Dominguez ha finito per lanciare 34 lanci nei suoi due inning, il suo secondo totale più alto della sua stagione, e ha registrato il primo salvataggio di due inning dei Phillies nella postseason da Tug McGraw nel 1980.

Ora ha lanciato 6⅓ inning in questa post-stagione, concedendo solo due successi con 13 strikeout e senza walk.

Per l’importante gara 4 di sabato sera, entrambi gli allenatori si rivolgono al loro n. 4 titolari — Mike Clevinger per i Padres e Bailey Falter per i Phillies, che ha pareggiato l’incarico su Noah Syndergaard. Clevinger ha lottato nel suo inizio post-stagione contro i Dodgers nella serie di divisione, concedendo sei successi e cinque punti in 2⅔ inning. Questo dopo un’ERA 6,52 in sei inizia a settembre.

Ha combattuto contro un ginocchio dolorante ma è stato in grado di lanciare un bullpen da 35 tiri giovedì per la prima volta in un mese.

“Abbiamo avuto i nostri alti e bassi”, ha detto Clevinger dopo Gara 3. “Sono state alcune buone settimane, alcune brutte, alcune settimane in cui il ginocchio non vuole farlo e ultimamente è stato piuttosto brutto verso il fine. E poi, finalmente, la scorsa settimana, è stato davvero molto incoraggiante”.

Tuttavia, i Padres non hanno utilizzato nessuno dei loro migliori soccorritori – Nick Martinez, Luis Garcia, Robert Suarez e Josh Hader – in Gara 3, quindi Melvin avrà a disposizione un bullpen completo.

“Vado finché Bob non viene e mi dice che non posso più andare”, ha detto Clevinger.

Il manager dei Phillies Rob Thomson ha detto che dovrà aspettare per vedere se Dominguez è disponibile per il gioco 4.

La curva a destra dal tiro duro sta uscendo dall’intervento chirurgico di Tommy John e i Phillies lo hanno usato con attenzione per tutta la stagione.

.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *