Imprese muschiate sospettate di essere indirettamente coinvolte in operazioni militari contro Taiwan | Notizie di Taiwan

TAIPEI (Taiwan News) — Un funzionario dell’intelligence della NATO ha informato i media taiwanesi che i vasti interessi commerciali di Elon Musk in Cina erano almeno indirettamente coinvolti nelle esercitazioni militari dell’Esercito popolare di liberazione (PLA) intorno a Taiwan ad agosto.

Un alto funzionario della NATO è stato citato domenica (23 ottobre) dalla CNA dicendo che l’alleanza è “profondamente preoccupata” per la relazione tra Elon Musk e il suo fidato partner commerciale, il presidente di Oracle e Chief Technology Officer Larry Ellison, e il governo cinese . Quando la presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi ha visitato Taiwan ad agosto, Pechino ha usato il suo viaggio come pretesto per lanciare esercitazioni militari senza precedenti intorno a Taiwan.

Ciò includeva il lancio di missili balistici su Taiwan ed è stato accompagnato da attacchi informatici alle agenzie governative.

La fonte della NATO ha sottolineato che i big data raccolti da Tencent Holding e la tecnologia di cloud computing di Oracle sono stati utilizzati per la prima volta per creare un “quadro operativo” che ha aiutato l’esercito cinese a prendere decisioni strategiche e tattiche. Di conseguenza, il PLA è stato in grado di adattare il programma per le esercitazioni navali e integrare più domini di combattimento come cyber, terra, mare, aria e spazio.

Tencent non solo possiede la più grande piattaforma di social media della Cina, WeChat, ma partecipa anche al programma cinese di “integrazione militare-civile”, sviluppando tecnologie come l’intelligenza artificiale e le tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Il collegamento tra Tencent e l’EPL ha continuato a interessare i governi degli Stati Uniti, dell’India e di altri paesi.

Nel 2017, Oracle ha annunciato un’alleanza strategica con Tencent e nello stesso anno Tencent ha acquistato circa il 5% del capitale di Tesla. In un twittare pubblicato nel marzo 2017, Musk ha scritto di essere “felice di avere Tencent come investitore e consulente di Tesla”.

Secondo i dati pubblicamente disponibili, il mercato cinese rappresenta il 25% delle entrate globali totali di Tesla ed è il secondo mercato più grande di Tesla. Nel 2021, le entrate di Tesla in Cina hanno raggiunto il 60% del livello visto negli Stati Uniti, il suo mercato più grande.

Ad agosto, Musk ha scritto un articolo per la Central Cyberspace Affairs Commission dal titolo “Believe in Technology Creates for Better Future”. Secondo il South China Morning Post, Musk è il primo autore straniero ad essere pubblicato dalla commissione, che sovrintende alla sicurezza dei dati per le società tecnologiche cinesi e si coordina con altre agenzie sulla censura dei contenuti online.

Tesla ha costruito una super fabbrica a Shanghai nel 2019 e ha ricevuto un trattamento preferenziale dal governo cinese. Tuttavia, poiché la Cina sviluppa attivamente industrie e catene di approvvigionamento legate ai veicoli elettrici nazionali ed espande i mercati esteri, Tesla deve affrontare una concorrenza sempre più agguerrita in Cina e, di conseguenza, anche la capacità di Pechino di esercitare pressioni e operare è aumentata.

Inoltre, ci sono preoccupazioni a Taiwan sulla relazione tra Musk, Ellison e l’EPL. I documenti del tribunale relativi all’acquisizione di Twitter da parte di Musk mostrano che Ellison è stato profondamente coinvolto nella decisione di Musk di acquistare la piattaforma di social media. Nel 2018, Ellison ha acquisito una partecipazione di 1 miliardo di dollari in Tesla ed è diventata membro del consiglio di amministrazione.

Un ex dirigente senior dell’attività di marketing globale di Oracle stima che il mercato cinese rappresenti circa il 25% delle entrate globali di Oracle. È difficile valutare i dati esatti delle vendite di Oracle in Cina perché, come molte aziende occidentali ad alta tecnologia, opera attraverso partner locali come Digital China, Great Wall Computer Software And System Limited Company, Tencent e China Electronics Corporation.

Secondo le informazioni ottenute da CNA, Oracle promuove attivamente l’industria militare e le piattaforme di dati militari, nonché la tecnologia di cloud computing in Cina. Nel frattempo, oltre il 70% delle organizzazioni del Dipartimento della Difesa statunitense utilizza database e strumenti Oracle e 23 paesi della NATO utilizzano applicazioni Oracle.

In un altro rapporto acquisito dall’agenzia di stampa, Oracle ha elencato i partner militari e di difesa della Cina, tra cui: China South Industries Group, China Aerospace Science and Technology, China Nuclear Engineering and Construction Group Co., Ltd., China Electronics Technology Group Corporation, i tre cinesi i principali rami dell’esercito e la polizia armata popolare.

Nel 2018, i funzionari dell’intelligence occidentale hanno stimato che Oracle ha ottenuto direttamente e indirettamente almeno 1 miliardo di dollari in contratti di cloud computing dall’esercito cinese e la crescita annuale delle attività correlate potrebbe raggiungere il 40%. Considerando la stretta relazione tra Musk ed Ellison e le società statali cinesi, gli analisti ritengono che le loro attività e la loro retorica su Taiwan meritino attenzione.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *