Il protocollo Apollo richiede che il linguaggio comune tra i gemelli digitali venga rivelato all’evento di lancio

Gemelli digitali

IFSEC globale

Il team dietro il white paper sul protocollo Apollo, che richiede un linguaggio comune tra i gemelli digitali, riveleranno i dettagli di come inizieranno a organizzare The Apollo Forum in un evento di lancio in live streaming il 25 ottobre.

ApolloProtcol-IET-DigitalTwins-22Dal suo lancio il mese scorso, si dice che il protocollo Apollo abbia attirato consensi ed entusiasmo dalla comunità dei gemelli digitali nel settore manifatturiero, edilizio e dell’ambiente edificato e nel settore tecnologico.

Attualmente, i settori manifatturiero e dell’ambiente costruito stanno sviluppando gemelli digitali separatamente utilizzando linguaggi e modelli di business diversi, eppure molte delle nostre sfide, come lo zero netto e la sostenibilità economica, richiedono che i settori lavorino insieme.

Il white paper, pubblicato dall’Institution of Engineering and Technology (IET) e supportato da una serie di organizzazioni, presenta una proposta per sbloccare i vantaggi dei gemelli digitali tra l’ambiente costruito e il settore manifatturiero. Sostiene l’istituzione dell’Apollo Forum per esplorare quattro temi chiave:

  1. Un’unica catena del valore per servizi e requisiti di informazioni e dati
  2. Filiere circolari tra i settori
  3. Prestazioni ottimizzate grazie alla condivisione delle informazioni abilitata dalla tecnologia e
  4. Capitale umano gestito e risorse tra i settori.

In un lancio dal vivo il 25 ottobre, il team dietro l’iniziativa rivelerà i dettagli di come l’Apollo Forum inizierà il suo lavoro.

Il Forum sarà istituito da eventi pratici intersettoriali in cui produttori e proprietari di asset potranno articolare le proprie esigenze di dati o offerte tecnologiche per tracciare l’inizio di una catena del valore unificata, esplorare soluzioni e sbloccare le barriere pratiche. Il lavoro sarà supportato da Innovate UK per sviluppare le capacità del Regno Unito nell’infrastruttura cyber fisica. Gli eventi inizieranno già a novembre 2022.

“Mancanza di collaborazione e barriere linguistiche”

Neil Thompson, Digital Manufacturing and Performance Lead presso il Construction Leadership Council e IET Built Environment Panel Chair, ha spiegato: “Le esigenze di dati dei produttori e dei proprietari di asset nei nostri settori sono ostacolate dalla mancanza di collaborazione e dalle barriere linguistiche.

“Gli eventi dell’Apollo Forum che abbiamo pianificato ci consentiranno di tracciare tali esigenze, identificare il supporto tecnico e di altro tipo e, infine, sviluppare preziose soluzioni intersettoriali per i partecipanti. Lungo la strada inizieremo a identificare come scrivere il Protocollo Apollo, ma lo raggiungeremo adottando misure pratiche per risolvere i problemi della vita reale”.

I proprietari di asset, i produttori e altri interessati a superare gli ostacoli alla collaborazione intersettoriale sono invitati a saperne di più su come possono partecipare agli eventi dell’Apollo Forum partecipando al live streaming alle 15:30 del 25 ottobre. Poco prima dell’evento sarà disponibile un collegamento al Live Stream sull’Apollo Protocol Network sul Digital Twin Hub.

Il protocollo Apollo rappresenta gli sforzi congiunti di IET, The Construction Leadership Council (CLC), The University of Sheffield Advanced Manufacturing Research Center (AMRC), The High Value Manufacturing (HVM) Catapult, The Center for Digital Built Britain (CDBB), The Construction Innovation Hub, The Digital Twin Hub, techUK e The Alan Turing Institute. Il progetto ha il supporto del Department for Business, Energy and Industrial Strategy (BEIS) e Innovate UK.

Iscriviti alla newsletter settimanale IFSEC Global

Goditi le ultime notizie su incendi e sicurezza, gli aggiornamenti e le opinioni degli esperti inviate direttamente alla tua casella di posta con la newsletter settimanale essenziale di IFSEC Global. Iscriviti oggi per assicurarti di non essere mai lasciato indietro dal panorama del settore in rapida evoluzione.

Iscriviti ora!

uomo che legge un tablet, probabilmente la newsletter IFSEC Global

Argomenti correlati

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *