Il Michigan State ha mostrato “materiale da bacheca” prima della partita di rivalità al n. 4 Michigan

EAST LANSING – Sono passati 25 anni quando Mel Tucker ha sperimentato per la prima volta la rivalità tra Michigan State e Michigan.

Ha servito come assistente laureato con gli Spartans dal 1997 al 1998 sotto la guida dell’allenatore Nick Saban e si è immerso nella battaglia per il Paul Bunyan Trophy. Tucker ha riportato quelle esperienze con sé a East Lansing quando ha assunto il programma nel 2020.

“Lo sapevo bene”, ha detto Tucker della rivalità lunedì.

Il Michigan State (3-4, 1-3 Big Ten) si sta ora dirigendo verso un altro incontro contro il n. 4 Michigan (7-0, 4-0) quando giocherà sabato (19:30, ABC) ad Ann Arbor. Dopo che entrambe le squadre si sono salutate la scorsa settimana, l’intensità sta aumentando.

“Sappiamo tutti cos’è questa settimana”, ha detto Tucker. “Non è solo un altro gioco per noi. I nostri giocatori lo capiscono, il nostro staff lo capisce, anche i nostri fan lo capiscono”.

Ripristino della rivalità: la tua guida alla settimana del Michigan-Michigan State

Mentre Tucker e la maggior parte degli Spartan sapevano già cosa significa la rivalità contro i Wolverines, un aggiornamento probabilmente non fa male e ci sono nuovi arrivati ​​- dalle matricole alle aggiunte di trasferimento fuori stagione – che non l’hanno sperimentato. Quindi, lunedì mattina il team ha attraversato quello che Tucker ha definito “un processo educativo” sulla rivalità.

“Si tratta solo di fornire le informazioni ai giocatori e di come vengono presentate loro in termini di cosa significa questo gioco e cose del genere”, ha detto Tucker. “Non abbiamo davvero distribuito il materiale della bacheca, tutti i video e tutta quella roba fino a questa mattina. È già là fuori, ma questa mattina abbiamo lanciato quella roba solo da un punto di vista educativo in modo che i giocatori possano ottenerla da noi e non devono prenderla dall’esterno.

Il Michigan State ha vinto 10 delle ultime 14 partite contro il Michigan e Tucker è il primo allenatore nella storia del programma ad iniziare 2-0 nella rivalità. In un incontro tra le prime 10 squadre imbattute l’anno scorso, Kenneth Walker III si è precipitato per 197 yard e cinque touchdown mentre gli Spartans hanno recuperato da uno svantaggio di 16 punti nel secondo tempo per una vittoria per 37-33 a East Lansing.

Quella fu l’unica sconfitta nella regular season per i Wolverines, che vinsero i Big Ten e raggiunsero i playoff del College Football. Mentre lo stato del Michigan ha già perso il doppio delle partite dell’anno scorso, il Michigan sta tornando e molto motivato si dirige verso sabato. Ci sono stati alcuni discorsi spazzatura da parte dei giocatori del Michigan che hanno portato all’ultimo incontro, ma Tucker ha detto di aver incaricato i suoi ragazzi di parlare della preparazione e di non andare avanti con se stessi.

“Non vuoi aggiungere clamore”, ha detto Tucker. “Ci sarà abbastanza clamore solo organicamente con il gioco stesso. Non c’è motivo di aggiungere più di quanto sia necessario”.

Lo stato del Michigan sta cercando di sfruttare gli aspetti positivi di una vittoria per 34-28 ai tempi supplementari contro il Wisconsin che ha ottenuto una serie di quattro sconfitte consecutive. Gli Spartans si sono allenati tre giorni la scorsa settimana presentando il piano di gioco contro il Michigan e sono tornati in campo lunedì mattina.

“Sappiamo cosa dobbiamo fare all’interno del nostro processo di preparazione”, ha detto Tucker. “Dovremo essere duri, disciplinati e altruisti questa settimana e portarlo in gioco”.

Il Michigan sta uscendo da una vittoria per 41-17 contro l’allora n. 10 Penn State e ha aperto domenica come favorito di 21,5 punti contro lo stato del Michigan. Questo era ciò a cui si è chiusa la linea nel 2020, quando gli Spartans hanno vinto 27-24 ad Ann Arbor, ma entrambe le squadre hanno chiuso con un record di sconfitte nella stagione alterata dalla pandemia. Con un altro viaggio al Michigan Stadium in arrivo, Tucker ha detto che la sua squadra è fiduciosa pur essendo di nuovo un enorme perdente.

“Ci stiamo preparando per andare laggiù e fare una partita”, ha detto Tucker. “Cosa ci vuole? Ci vuole concentrazione intenzionale, ci vuole tenacia, disciplina, essere altruisti. Questo è quello che serve. Che tu lo voglia chiamare in giro per i vagoni o mentalità da bunker o portarli ai materassi, noi contro il mondo o come vuoi chiamarlo, è quello che è. Non è cambiato niente. Sarà sempre così”.

Tucker ha allenato in numerose altre grandi rivalità, tra cui Ohio State vs. Michigan e Alabama vs. Auburn. Il match tra Spartans e Wolverines è unico e di cui si parla ogni anno.

“Quando è in stato, è diverso”, ha detto Tucker. “Stai litigando per le stesse reclute, stai viaggiando negli stessi circoli con gli ex alunni, hai i posti di lavoro divisi, le famiglie divise e cose del genere. È vantarsi, è qualcosa di cui parli ogni singolo giorno. Non è passato un giorno da quando sono qui che non si sia fatto vivo. Quando sei così vicino, penso che aggiunga solo intensità”.

Storie correlate sul calcio dello Stato del Michigan:

Mel Tucker spera che lo Stato del Michigan torni i giocatori infortunati per la trasferta al n. 4 Michigan

Qual è la differenza tra i fan del Michigan e quelli dello Stato del Michigan? Reddito, istruzione e altro ancora

Il vero tracker delle matricole dello Stato del Michigan: magliette rosse già bruciate e chi è vicino

Lo Stato del Michigan rafforza la difesa con modifiche allo schema, al personale

Blake Corum del Michigan, Bryce Baringer della MSU fanno parte della squadra All-American di mezza stagione dell’AP

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *