Il Metaverso è l’evoluzione 3D di Internet

Metaverse è un’evoluzione di Internet e del World Wide Web: è un modo interessante di dirlo. E il modo Jeff Kember Direttore, Omniverse Technologies presso NVIDIAlo spiega, ha molto senso.

“È un Web incarnato in 3D, dove possiamo connetterci all’interno di mondi virtuali che ci sembrano ricchi e complessi come il mondo reale. Possiamo giocare, socializzare, lavorare e creare all’interno di questi mondi interoperabili nonostante siamo separati da grandi distanze nel mondo reale”.

In questa intervista, Kember parla del concetto di Metaverse, di come si è evoluto e di NVIDIA Omniverse.

I mondi 3D tradizionali erano per il gioco e l’intrattenimento, ciascuno separato e non interoperabile. Ma con la confluenza di tecnologie abilitanti di ray-tracing in tempo reale, elaborazione su scala di data center con accelerazione GPU, simulazione fisica in tempo reale, intelligenza artificiale e standard 3D open source (Descrizione universale della scena), siamo in grado di costruire mondi virtuali per l’industria e Casi d’uso dell’IA e abilita la portabilità e l’interoperabilità tra questi mondi.

Che cos’è NVIDIA Omniverse? In cosa è diverso dal metaverso?

Riteniamo che il termine Metaverse sia un’ampia descrizione dei molti tipi di mondi virtuali che vedremo come un’evoluzione del web come lo conosciamo oggi. Una cosa che è essenziale per tutti questi mondi è che hanno una base comune per come vengono presentati, vissuti e, soprattutto, connessi.

Omniverse è una piattaforma che collega mondi virtuali ed è costruita su USD (Universal Scene Description) che può essere considerato l’HTML del 3D. Omniverse può essere connesso alla maggior parte dei prodotti software 3D leader del settore; può essere esteso e le applicazioni possono essere costruite su questa piattaforma utilizzando un SDK integrato chiamato Kit.

LEGGI ANCHE: Cos’è il Metaverse militare e come è diverso dal Metaverse commerciale

In che modo NVIDIA contribuisce al metaverso?

Abbiamo lavorato sin dall’inizio di NVIDIA per creare tecnologie che consentano la simulazione di mondi virtuali: rendering, fisica, intelligenza artificiale e basi di calcolo. Questi sono tutti requisiti fondamentali per costruire il Metaverse.

La simulazione di mondi virtuali ad alta fedeltà è un problema incredibilmente impegnativo. In realtà è un problema infinito. Possiamo sempre utilizzare più potenza di calcolo per rendere i nostri mondi virtuali più grandi, più complessi e più ricchi.

Ma c’è di più oltre a questo.

Ci sono due grandi sfide tecnologiche che NVIDIA sta affrontando:

  • Rendere facile per tutti partecipare alla creazione di mondi virtuali ad alta fedeltà
  • Ridimensionamento della simulazione fedele alla realtà di mondi virtuali in modo efficiente sui computer nel data center e nel cloud

Il web 2D ha successo perché praticamente chiunque può creare una pagina web e partecipare alla costruzione del web in continua espansione. Il contenuto 3D per i mondi virtuali è molto più difficile da creare: richiede una grande esperienza, quindi solo un piccolo gruppo di giochi d’élite e artisti 3D può farlo. Con un importante investimento in Universal Scene Description, elaborazione avanzata, simulazione, visione artificiale e intelligenza artificiale, noi di NVIDIA stiamo creando gli strumenti per consentire a un numero maggiore di persone di partecipare alla costruzione di mondi virtuali ad alta fedeltà.

L’altra grande sfida è simulare grandi mondi complessi. Oggi, praticamente tutti i motori di gioco si limitano a far funzionare un computer, che si tratti di console di gioco, PC, dispositivo mobile… Se vuoi simulare un mondo più grande con maggiore fedeltà, non puoi utilizzarlo con più computer per renderlo più veloce.

Di recente, abbiamo introdotto NVIDIA OVX, un sistema di elaborazione appositamente creato per le aziende per creare e gestire digital twin su larga scala. Lo sviluppo e il funzionamento di simulazioni di gemelli digitali su scala industriale, urbana e planetaria richiedono una nuova architettura di calcolo software e hardware in grado di far funzionare più sistemi autonomi in un momento preciso, nello stesso spazio-tempo, e ricevere ed elaborare costantemente dal vivo – dati in streaming dalla controparte fisica.

Omniverse è una piattaforma che collega i flussi di lavoro esistenti e gli strumenti esistenti. Gli strumenti che usi non devono cambiare con Omniverse, vengono migliorati ed estesi dalla piattaforma.

Stiamo attivamente evangelizzando il supporto USD in tutti gli ecosistemi di sviluppatori: sviluppo di giochi, design e creazione di contenuti, AEC, produzione/industria, persino robotica, e stiamo assistendo a uno sciame di supporto. Stiamo collaborando con i principali sviluppatori di software per creare integrazioni con Omniverse, inclusi Adobe, Autodesk, Esri, Graphisoft, Epic Games, Bentley e altri.

Omniverse è già utilizzato in tutti i settori, sia da DNEG che da Sony Pictures Animation per creare flussi di lavoro accelerati per i media e l’intrattenimento in USD; da Foster + Partners o KPF per portare la progettazione architettonica a un livello superiore; da Ericsson per creare un gemello digitale di una città per l’ottimizzazione della distribuzione 5G; dal BMW Group per la costruzione di fabbriche del futuro; o da Lockheed Martin per costruire ambienti di simulazione per prevedere meglio la diffusione degli incendi.

Intervista sul metaverso di NVIDIA
NVIDIA Omniverse: la fabbrica di intelligenza artificiale BMW del futuro. Immagine per gentile concessione di NVDIA

Quanto lontano abbiamo viaggiato in termini di tecnologia per rendere il metaverso una realtà?

L’onniverso e i mondi virtuali sono già qui.

Il metaverso è l’evoluzione 3D di Internet, l’estensione dei mondi fisici e virtuali. Le esperienze di realtà estesa sono solo un esempio di un’esperienza nel mondo virtuale, ma non è l’intero ambito.

Ora abbiamo la tecnologia per creare gemelli digitali realistici del mondo fisico e questa nuova evoluzione del web sarà molto più grande del mondo fisico perché, come il web, quasi tutti i settori trarranno vantaggio dalla partecipazione e dall’hosting di mondi virtuali. I creatori realizzeranno più cose per i mondi virtuali di quanto non facciano nel mondo fisico, le aziende costruiranno innumerevoli gemelli digitali di prodotti, ambienti e spazi, dalla scala degli oggetti alla scala planetaria.

La simulazione offre enormi opportunità per tutte le aziende, poiché simulare progetti migliaia di volte virtualmente prima di produrre in realtà farà risparmiare sui costi e sugli sprechi e aumenterà l’efficienza e la precisione operativa. Omniverse è un livello tecnologico incentrato sulla connessione e sulla costruzione di mondi virtuali fisicamente accurati o “gemelli digitali” per aiutare a risolvere i problemi di ingegneria, energia e scienza più difficili del mondo.

In che modo il metaverso risolverà alcuni dei nostri problemi del mondo reale?

La prossima era delle industrie e dell’intelligenza artificiale sarà abilitata dal metaverso: questi mondi virtuali interoperabili.

Per uno, i flussi di lavoro 3D sono ora essenziali per ogni settore. Tutte le cose progettate e costruite dagli esseri umani sono in genere costruite per la prima volta in un mondo virtuale. Biciclette, automobili, ponti, fabbriche sono tutti progettati con vari strumenti CAD, prima di essere costruiti nel mondo fisico.

La simulazione fisicamente accurata ed estremamente veloce in un mondo virtuale è la chiave per progettare i prodotti migliori e più efficienti. Possiamo testare rapidamente molte iterazioni di un progetto nel mondo virtuale a una frazione del costo di quanto sarebbe necessario per costruirle nel mondo reale.

Una volta completata la versione digitale del prodotto, si trasforma nella sua controparte fisica. Nella maggior parte dei casi oggi, questa è la fine della strada per la versione digitale.

Ma se colleghiamo le due manifestazioni – digitale e reale – possono evolversi l’una con l’altra. Possiamo acquisire dati dal mondo reale attraverso sensori e dispositivi IoT e inserirli nel modello digitale, mantenendo sincronizzati i “gemelli”.

L’applicazione di un’accurata simulazione fisica al gemello digitale ci dà incredibili superpoteri. Possiamo teletrasportarci in qualsiasi parte del gemello digitale proprio come in un videogioco e ispezionare ogni suo aspetto riflesso dal mondo reale.

Possiamo anche eseguire simulazioni per prevedere il prossimo futuro o testare molti possibili futuri per scegliere quello più ottimale.

Ci sarà un mercato più ampio, un’industria più ampia con più designer e creatori che costruiranno oggetti digitali nei mondi virtuali di quanti ce ne saranno nel mondo fisico. Oggi, la maggior parte dei designer si concentra su automobili, edifici, abbigliamento e scarpe del mondo fisico. Tutte queste cose saranno molte, molte volte più grandi nei mondi virtuali: questa è la prossima evoluzione del web.

Proprio come ha fatto il web, i mondi virtuali daranno vita a molte nuove economie, più grandi della nostra attuale economia fisica. L’economia nel metaverso sarà molte volte più grande di quella del mondo fisico. Le valute digitali verranno utilizzate in questi mondi virtuali in cui possediamo proprietà, case, automobili, arte, abbigliamento e altro ancora.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *