Il futuro di Microsoft dipende da OpenAI?

Nel 2020, l’investimento da 1 miliardo di dollari di Microsoft nella startup OpenAI di Sam Altman ha segnalato che la società guidata da Satya Nadella stava entrando in una corsa agli armamenti tecnologici con Alphabet. OpenAI è stato il modo in cui Microsoft ha riconosciuto che l’azienda intendeva rimanere al passo con la tecnologia AI all’avanguardia. Dopo un paio d’anni, gli sforzi di Microsoft per promuovere lo sviluppo dell’IA e sfruttare le sue partnership con OpenAI sono diventati più evidenti. L’evento Microsoft Ignite di quest’anno tenutosi il 12 ottobre è la prova della loro crescente dipendenza da OpenAI.

Il CEO di Microsoft Satya Nadella e il CEO di OpenAI Sam Altman a Microsoft Ignite 2022

Mentre l’IA è onnipervasiva negli annunci di eventi organizzati da società tecnologiche, Microsoft ha capitalizzato le invenzioni OpenAI per alimentare alcuni dei suoi prodotti principali. Oltre a integrare la tecnologia di OpenAI in Azure, che apre nuovi progressi nell’IA al pubblico e, a sua volta, lo aiuta a curare i suoi modelli, queste modalità migliorano gli strumenti di Microsoft. I team possono ora riassumere una riunione ascoltando la registrazione, le presentazioni Powerpoint possono ora utilizzare DALL.E per creare progetti che non sono prontamente disponibili: le possibilità sono infinite.

Interfaccia dello strumento DALL.E di OpenAI

Applicazioni di DALL.E

L’anno scorso, Nadella aveva invitato Altman sul palco con lui per annunciare il servizio Azure OpenAI, che dava agli utenti l’accesso all’API di OpenAI attraverso la piattaforma Azure. Ciò ha consentito ai clienti di utilizzare una varietà di modelli di intelligenza artificiale dell’azienda, inclusi i modelli GPT-3, pur essendo sicuri e conformi ad altre funzionalità di livello aziendale che fanno parte di Azure. Quest’anno, Nadella ha annunciato che l’offerta del servizio Azure OpenAI includerà ora l’accesso a DALL-E 2, il generatore di intelligenza artificiale da testo a immagine che ha aperto la strada a un’ondata di strumenti simili nell’area.

Microsoft stava anche “massificando” DALL.E 2 utilizzando altre importanti versioni. L’azienda ha lanciato Designer, un’app web tanto attesa che sarà in concorrenza con Canva. L’applicazione aiuterà gli utenti a creare design per poster, presentazioni, cartoline digitali e inviti utilizzando DALL.E 2. L’applicazione avrà modelli preimpostati, foto, icone, intestazioni e forme che gli utenti potranno scegliere per pubblicare direttamente su Instagram, LinkedIn e Facebook Annunci. Designer sarà gratuito per un periodo iniziale, dopodiché sarà incluso negli abbonamenti Microsoft 365 Personal e Family. Pubblica questo, alcune funzioni saranno gratuite per i non abbonati.

Un’altra nuova applicazione supportata da DALL.E 2 è Image Creator che sarà disponibile su Bing ed Edge tra poche settimane. Gli utenti possono inviare richieste a DALL.E 2, che sarà un frontend per l’app per creare art. A causa delle sue somiglianze con DALL.E 2, Image Creator verrà implementato in modo più calcolato. Microsoft lancerà l’app in determinate aree e raccoglierà feedback prima di espanderla ad altre aree geografiche.

Un’anteprima di come viene utilizzato OpenAI Codex in Power Automate

Applicazioni di GPT-3

GitHub Copilot, un modello linguistico ottimizzato per trasformare i prompt del linguaggio naturale in suggerimenti di codifica, è basato su OpenAI Codex. Microsoft ha dichiarato che integrerà Codex con Power Automate, una piattaforma che automatizza i processi organizzativi. Power Automate fa parte della Power Platform dell’azienda, una casa per il gruppo di prodotti a basso codice dell’azienda come Power Apps e Power Pages. Power Automate utilizzerà ora le funzionalità di elaborazione del linguaggio naturale per aiutare gli utenti a descrivere facilmente quale funzione desiderano automatizzare. Ciò accelererà il flusso di lavoro eliminando la necessità di cercare o indovinare.

“La creazione di flussi è la base di Power Automate e ora puoi descrivere ciò che desideri automatizzare in una frase e un copilota basato sull’intelligenza artificiale creerà il tuo flusso in pochi secondi”, ha dichiarato Microsoft in un blog. “Nessuna ricerca o congettura, descrivilo e lascia che il copilota faccia la sua magia”, ha aggiunto il post.

“Questo nuovo modo di creare flussi viene eseguito su OpenAI Codex, un modello di intelligenza artificiale discendente di GPT-3 in grado di tradurre il linguaggio naturale in codice, in questo caso, i flussi cloud di Power Automate. Questa è la stessa tecnologia alla base di GitHub Copilot e Power Apps Ideas (anteprima). Al momento del lancio, supportiamo i connettori chiave di Microsoft 365 e nei prossimi mesi ci espanderemo per includerne altri”.

Microsoft ha anche rinominato Syntex aggiungendo una serie di applicazioni di gestione dei contenuti basate sull’intelligenza artificiale e l’ha rilanciata su Ignite. Syntex utilizza GPT-3 per eseguire una serie di funzioni come la lettura, l’etichettatura e l’indicizzazione dei contenuti, specialmente nel caso di elevati volumi di testo come transazioni dei clienti, fatture e contratti. Syntex legge il contenuto, lo riassume ed evidenzia automaticamente le parti essenziali del testo. Lo strumento elabora anche le immagini e ha la capacità di etichettare automaticamente circa 10.000 oggetti.

Microsoft ha anche introdotto Intelligent Recap, che funge da assistente virtuale durante le riunioni. Recap riprodurrà la riunione agli utenti, assegnerà attività dopo la riunione, creerà automaticamente capitoli separati dalla riunione e offrirà note personalizzate dalla registrazione. L’applicazione è un’aggiunta a una serie di una nuova gamma di funzionalità che sono state incluse come componente aggiuntivo di Microsoft Teams premium.

Esempi di trascrizioni del sistema di riconoscimento vocale automatico di OpenAI, Whisper

Applicazioni di Whisper

Microsoft Teams premium ha anche aggiunto una funzione di traduzione dal vivo che offre traduzioni in tempo reale per 40 lingue parlate in modo che i partecipanti possano leggere i sottotitoli nella propria lingua. Per usufruire della funzione, l’organizzatore della riunione deve disporre di Teams premium. La funzione sarà temporaneamente disponibile in anteprima fino a quando non sarà disponibile a livello generale. La funzione dovrebbe aiutare i dipendenti che lavorano in remoto a comunicare facilmente.

Il modello di riconoscimento vocale di Microsoft Whisper, rilasciato a settembre, è ciò che è alla base di questa funzionalità. Whisper è stato formato su 680.000 ore di dati multilingue prelevati dal Web e migliora la comprensione degli accenti, elimina i rumori di fondo e semplifica il gergo tecnico.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *