Il divario digitale dell’Australia significa che 2,8 milioni di persone rimangono “altamente escluse” dall’accesso a Internet

In una casa nella remota Kimberley, una donna agita il telefono in aria per ore cercando di ottenere un segnale per pagare una bolletta.

Un uomo ha chiuso il suo conto in banca a causa di una linea telefonica dubbia che solleva sospetti sui truffatori.

E in una pittoresca fattoria, le famiglie di fronte a morti improvvise e scioccanti non sono in grado di chiamare un’ambulanza.

Queste scene si stanno svolgendo nella regione dell’Australia, dove i residenti che non sono in grado di accedere ai servizi telefonici e Internet lottano per stare al passo con un mondo che si muove rapidamente online.

Gli ultimi dati mostrano che l’11% degli australiani è “altamente escluso” dai servizi digitali, il che significa che non ha accesso a Internet a prezzi accessibili o non sa come usarlo.

Ciò equivale a circa 2,8 milioni di persone.

Un uomo siede fuori al tramonto a parlare su un telefono pubblico
Un frigorifero convertito ospita il telefono pubblico a Drysdale River Station nella remota WA.(Notizie ABC: Erin Parke)

Quindi, come stanno affrontando il movimento online dei servizi governativi e bancari?

“Sta diventando un problema importante per le persone che vivono in comunità in cui non possono accedere ai servizi online, ed è diventato molto evidente durante la pandemia di COVID”, ha affermato il ricercatore della RMIT University Daniel Featherstone.

“Sta limitando la capacità delle persone di partecipare alla società e accedere ai servizi di cui hanno bisogno per la loro vita: stiamo parlando di alcune delle persone vulnerabili e a basso reddito del Paese che non sono in grado di accedere ai servizi progettati per assisterle”.

Tassi in miglioramento ma alcuni in ritardo

La connettività digitale è una frase di fantasia che descrive se le persone possono accedere a Internet a prezzi accessibili che sanno come utilizzare.

I dati nazionali mostrano che i tassi sono in costante aumento, ma ci sono gruppi nella società che restano indietro.

Un grafico con linee dai colori vivaci.
L’Australian Digital Inclusion Index, finanziato da Telstra, è gestito dalle università RMIT e Swinburne.(In dotazione: Indice di inclusione digitale australiano)

Le persone nelle capitali hanno maggiori probabilità di essere online rispetto a quelle nelle aree regionali e, non sorprende che i lavoratori a basso reddito abbiano difficoltà a connettersi.

Ci sono diverse ragioni per il divario digitale: molti australiani più anziani non hanno l’alfabetizzazione online, mentre in alcune aree la mancanza di infrastrutture limita le opzioni.

Contatto di emergenza una preoccupazione

Un esempio è la comunità Mimbi, nel paese di Gooniyandi nel remoto nord dell’Australia occidentale.

.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *