I voti dei giocatori di Miami Heat durante le prime tre partite

Dopo due sconfitte deludenti contro i Chicago Bulls nella serata di apertura seguite dai Boston Celtics in una rivincita tra i due nemici della Eastern Conference Finals, i Miami Heat hanno rimbalzato e abbattuto i Toronto Raptors nella loro terza partita in quattro notti, 112-109. Gli Heat erano in vantaggio di 24 a un certo punto, ma a terzo e lungo sacco la rissa perpetuata da Caleb Martin alimentata da un valoroso Raptor nel secondo tempo lo ha reso interessante. Ma gli Heat sono scappati con la vittoria di tre punti per la prima della stagione 2022-23 e stasera concluderanno le loro quattro partite in casa con Toronto.

Ora che abbiamo superato il primo fine settimana della stagione 2022-23, distribuiamone alcuni molto presto voti dei giocatori e successivamente giudicare le mie capacità di valutazione. OK, forse non l’ultima parte, ma iniziamo!

(Nota: classifichiamo i giocatori che sono apparsi per almeno 10 minuti totali durante le tre partite.)


Bam Adebayo

Statistiche: 13,7 PPG, 8,0 RPG, 2,7 APG, 4,3 TOPG, 53,1 FG% (10,7 FGA), 77,8 FT%, 57,0 TS%, 9,1 PER

Magro: Adebayo ha faticato a trovare un ritmo nell’apertura della stagione contro Chicago, una squadra contro cui ha avuto successo in passato, realizzando solo cinque dei suoi 15 tentativi di tiro dopo aver sbagliato nove dei suoi primi 10. È stato molto più efficiente da quando, tuttavia, ha bussato giù 12 dei suoi 17 colpi. Adebayo non ha ancora eclissato il gol dei “18 tiri a partita” che aveva stabilito il Media Day, ma i problemi di fallo hanno anche tenuto conto, a volte, durante queste prime tre partite. Ha ancora giocato almeno 30 minuti in ciascuna delle tre partite, anche se il suo schema di sostituzione ha aperto le porte a una manciata di corse premature: Miami è completamente crollata quando è uscito dal campo. La sua prima esibizione abbassa leggermente il suo voto. E credo che Adebayo sia capace di molto di più: probabilmente vedrà aumenti in tutte le categorie statistiche con l’invecchiamento dell’anno. Zero virgola zero motivi di preoccupazione.

Grado: B

Jimmy Maggiordomo

Statistiche: 22,0 PPG, 6,3 RPG, 4,3 APG, 0,7 SPG, 47,7 FG%, 1-2 3P, 85,2 FT% (9,0 FTA), 59,1 TS%, 21,3 PER

Magro: Potrebbe non essere Jimmy Butler playoff in questo momento, ma è ancora stato Jimmy Butler !! Non si è ancora affermato in modo offensivo, ma questa non è sempre l’esperienza della stagione regolare di Jimmy Butler. Quando si è affermato, è arrivato sulla linea, ha superato i difensori e ha tirato la palla in modo efficiente. I furti d’azzardo brevettati di Butler arriveranno, ma ha comunque avuto un impatto nelle prime tre partite. Trovo affascinante come il suo schema di sostituzione gli abbia fatto correre anche con le unità in panchina, che sarà qualcosa da monitorare una volta tornato Victor Oladipo.

Grado: A

Dewayne Dedmon

Statistiche: 5,0 PPG, 2,0 RPG, 70,0 FG%, 1-2 3P, 75,0 TS%, 10,6 PER

Magro: È ancora presto, ma il ponte Dedmon tra i verbali di Adebayo è stato… accidentato. Le squadre hanno superato Miami di 15,4 punti ogni 100 possedimenti nei suoi minuti. Non tutto ciò dovrebbe essere appuntato su Dedmon, chiaramente, ma i rimorsi occasionali del 7 piedi non hanno compensato il suo insignificante impatto sulla difensiva. Ha una media a nord di una dozzina di falli ogni 48 minuti e ha segnato il minor numero di rimbalzi della squadra al di fuori di Haywood Highsmith. Miami avrà bisogno che il suo meccanico sia migliore con Yurtseven inattivo, specialmente quando Adebayo si mette nei guai. Il suo margine di errore è piccolo.

Grado: D

Boston Celtics-Miami Heat

Tyler Herro n. 14 dei Miami Heat guida contro Malcolm Brogdon n. 13 dei Boston Celtics durante il terzo trimestre alla FTX Arena.
Foto di Megan Briggs/Getty Images

Tyler eroe

Statistiche: 20,7 PPG, 6,7 RPG, 3,3 APG, 0,7 SPG, 0,7 BPG, 50,0 FG%, 38,9 3P%, 91,7 FT%, 62,9 TS%, 22,2 PER

Magro: Herro è probabilmente il miglior giocatore della squadra in tre partite. È stato il suo secchiello più potente, con una media di 20,7 punti su 50/38,9/91,7 spaccature, oltre a schiantare il vetro e trasformarsi in un creatore secondario ben oliato. Il suono continuamente emesso da Herro si legge come un ballhandler pick-and-roll – modellando 1,47 punti per possesso su tali opportunità, terzo solo a Luka Doncic e Jaylen Brown, per Synergy. Sta finendo i bloccanti con un tocco incontaminato e sembra più sicuro che mai da tutti e tre i livelli. Il suo unico problema è venuto sulla difensiva, dove è stato preso di mira, ma occasionalmente ha spostato la palla e si è posizionato bene dentro e fuori dalla palla. Finora The Boy Wonder ha superato le aspettative.

Grado: A+

Kyle Lowry

Statistiche: 12.0 PPG, 3.7 RPG, 5.3 APG, 1.7 SPG, 32.3 FG%, 31.6 3P% (6.3 3PA), 83.3 FT% (4.0 FTA), 49.6 TS%, 10.6 PER

Magro: Lowry ha iniziato la stagione con l’aria di essere tornato alle finali della Eastern Conference, dove giocava su un tendine del ginocchio. Anche se sembrava molto più aggressivo e bloccato su entrambe le estremità in queste ultime due partite, con una media di 17,0 punti, tre rimbalzi, sei assist e due palle rubate. Sono ancora preoccupato per la sua difesa sul punto d’attacco – o per la sua mancanza – ma non sono sicuro che siamo più in grado di aspettarci una flotta di piedi Kyle Lowry a 36 anni. Tenterà comunque di prendere la carica e almeno salire sulla griglia dei difensori sul perimetro o sul palo: è solo una questione di quanto sia in grado di muoversi. Un inizio lento, ma da allora è rimbalzato bene.

Grado: B

Caleb Martin

Statistiche: 6.3 PPG, 5.3 RPG, 1.7 APG, 1.3 SPG, 33.3 FG%, 16.7 3P%, 2-2 FT, 38.2 TS%, 8.5 PER

Magro: Martin non è stato coinvolto in modo così offensivo come io – sì, io – mi aspettavo in tre partite; quando giochi la maggior parte dei tuoi minuti come quinta opzione in una formazione che coinvolge Butler, Lowry, Herro e Adebayo, la sua produzione è prevista. Quindi sono io che sono ingenuo o eccessivamente ottimista, il che non è nuovo. Lo rifarò anche io se penso che sia meritato! Comunque, la scarsa efficienza di Martin alla fine regredirà positivamente alla media. Non è fisico o attivo come Tucker sul vetro, ma sta ancora tirando giù oltre cinque board a partita. Anche se probabilmente avrà più carico sulle spalle con la mancanza di dimensioni di Miami intorno a lui. La sua integrazione nei primi cinque richiedeva sempre tempo.

Grado: B-

Duncan Robinson

Statistiche: 4.3 PPG, 2.7 RPG, 1.3 APG, 55.6 FG%, 2-4 3P, 2-3 FT, 72.2 TS%, 18.5 PER

Magro: Spoelstra sta ancora configurando la rotazione, quindi Robinson non ha ancora ottenuto molto. Per lui, è tutta una questione di opportunità. Il suo colpo di tiro sembra fluido e sta suonando il più sicuro della sua carriera professionale con la roccia nelle sue mani. Non sta commettendo fallo tanto, che lo terrà a terra se continua a migliorare. Anche Robinson sta rimbalzando a un ritmo elevato su base al minuto (9,0 per 36). Sono interessato a come il suo ruolo di rotazione oscillerà nelle prossime settimane, se non del tutto.

Grado: C+

Massimo Strus

Statistiche: 14,7 PPG, 4,3 RPG, 1,7 APG, 0,7 BPG, 57,1 FG%, 47,1 3P% (5,7 3PA), 66,7 FT% (2,0 FTA), 71,8 TS%, 16,2 PER

Magro: Strus ha ripreso da dove si era interrotto, sia in attacco che in difesa, dopo la sua stagione di successo l’anno scorso. Sta tirando il 57,1% su 4,7 tentativi da 3 punti dal dischetto finora – la sesta migliore percentuale in tutto il campionato, dietro solo a Bojan Bogdanovic, Kentavious Caldwell-Pope, il rookie Jake LaRavia, Jeremiah Robinson-Earl e Cedi Osman (min. 10 C&S 3PA ) — ed è stato il miglior marcatore in panchina della squadra in base al minuto. Ha anche migliorato la sua disposizione difensiva nel tempo, che ha visto un miglioramento alla fine dello scorso anno. Sono stato molto colpito dall’inizio di Strus.

Grado: A-

Toronto Raptors contro Miami Heat

Jimmy Butler #22 e Gabe Vincent #2 dei Miami Heat parlano in campo durante il primo quarto di gioco contro i Toronto Raptors.
Foto di Megan Briggs/Getty Images

Gabe Vincent

Statistiche: 9,3 PPG, 2,3 RPG, 3,0 APG, 45,8 FG%, 36,4 3P% (3,7 3PA), 2-2 FT, 56,3 TS%, 7,6 PER

Magro: Vincent è apparso solo per 16 minuti dalla panchina contro Chicago, dove ha avuto il doppio delle palle perse (4) rispetto ai punti (2). Da allora, ha una media di 13,0 punti, 3,5 rimbalzi e tre assist a partita. Fino al ritorno di Victor Oladipo, gli Heat avranno bisogno che Vincent sia il loro principale iniziatore quando Herro, Butler o Lowry non sono sul pavimento. Vincent ha escluso ciascuna delle ultime due partite ed è rimasto una subdola e pericolosa minaccia a doppio senso.

Grado: B

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *