Gli highlights della settimana 8 di football universitario

Sabato, Clemson ha girato la palla quattro volte, in svantaggio di ben 14, ha messo in panchina il suo QB iniziale e ha vinto. Questo, ha detto Dabo Swinney, è il titolo.

Fatto?

No, non chiedere di quella controversia sul QB. Non esiste. Frutto della tua immaginazione. Swinney è essenzialmente Kevin Bacon alla fine di “Animal House”, in piedi nel mezzo di una fuga precipitosa e urlando: “Va tutto bene!”

Swinney ha trascorso l’intera offseason esaltando DJ Uiagalelei, nonostante le sue difficoltà nel 2021. L’allenatore ha trascorso le prime sette settimane di questa campagna lanciando un “Te l’avevo detto” dopo l’altro, anche la scorsa settimana, quando ha chiamato dubbi su Uiagalelei “imbarazzante” e un prodotto del “mondo in cui viviamo adesso”.

E quando Clemson era in svantaggio di 10 e Uiagalelei ha tirato fuori il suo terzo turnover della partita a metà del terzo quarto, Swinney è arrivato con il gancio.

Come mai? Swinney credeva che la matricola Cade Klubnik potesse dare una scintilla all’attacco e la mossa ha funzionato. Clemson ha segnato in tre dei successivi quattro drive. Certo, Klubnik ha completato solo due passaggi nel gioco, quindi la sua ispirazione è stata più Rob Schneider in “The Waterboy” che Jeff Daniels in “Independence Day”. Ma ehi, una vittoria è una vittoria.

In seguito, Swinney ha assicurato enfaticamente ai fan di Clemson che Uiagalelei è ancora il titolare poiché i Tigers, ora 8-0, si dirigono verso una settimana di riposo con la loro corona atlantica ACC quasi assicurata. Non giocheranno un altro avversario classificato quest’anno.

giocare a

2:26

Clemson cambia quarterback nel secondo tempo e supera quattro palle perse battendo il Syracuse 24-21.

Ma Swinney ha ragione. Il mondo è un posto freddo e insensibile, e quindi dobbiamo anche porci la domanda più grande: è questa una squadra 8-0 in grado di vincere un campionato nazionale?

Se questo fosse il 2020, la risposta potrebbe essere un enfatico “Sì!” Dopotutto, avevamo già visto Clemson scrollarsi di dosso la mediocrità e continuare a vincere. Guarda indietro al primo titolo di Swinney nel 2016. Quell’anno, i Tigers hanno lottato contro Troy, hanno battuto l’NC State solo a causa di un colpo mancato allo scadere del tempo e hanno perso contro Pitt. Ma Deshaun Watson ha ancora trovato Hunter Renfrow nell’angolo posteriore della end zone al Raymond James Stadium nella partita per il titolo contro l’Alabama, e nessuno ha bisogno di ricordare quelle lotte della stagione regolare dopo.

Ma poi è arrivato il 2021 e, nonostante il suo 10-3, Clemson era chiaramente vulnerabile. Le vittorie erano meno destino che determinazione. È lodevole, ma forse non sostenibile.

Clemson aveva bisogno di un doppio OT per superare Wake Forest e una settimana fa ha quasi ottenuto un grande vantaggio contro lo stato della Florida e, se non fosse stato per la decisione assolutamente sbalorditiva di Syracuse di mettere Sean Tucker nella protezione dei testimoni sabato – “Mi sentivo come se fosse l’unico ragazzo che potrebbe batterci a squarciagola”, ha detto Swinney in seguito: ci sono tutte le ragioni per pensare che questo potrebbe essere più 2021 che 2016.

Eppure, questa domanda è diversa da quelle poste in Oregon, Alabama o Michigan e su tutta la linea?

I Ducks hanno demolito l’UCLA sabato e sembrano una chiara squadra tra i primi quattro, ma importa quando sono già stati calpestati dalla Georgia nell’apertura?

Ole Miss offrì alla SEC un’alternativa al Crimson Tide, ma la LSU mandò i ribelli a correre fuori dalla Louisiana come un crawdad in una pentola a vapore, come direbbe Brian Kelly.

Siamo venduti in Tennessee? Siamo sicuri che l’Alabama sia un’elite? Anche la Georgia è sembrata umana nelle ultime settimane.

Se siamo pignoli, troveremo quasi tutte le squadre rimaste a desiderare.

Ma Swinney non è pignolo. Bene, certo, sabato ha scelto un paio di lendini con il suo QB iniziale, ma ora i tempi passati sono passati.

Alla fine, Clemson è 8-0, una delle sole sei squadre (Georgia, Tennessee, Ohio State, Michigan e TCU se vince) rimaste con uno zero nella colonna delle perdite.


Otto in abbastanza

Durante l’estate, Mario Cristobal ha voluto assicurare al pubblico che Miami era seriamente intenzionata a vincere e non aveva bisogno di espedienti per portare a termine il lavoro. Quindi, ha detto Cristobal, niente più catena di fatturato.

Grosso errore.

La catena del fatturato non era un espediente. Era una reliquia sacra e la sua distruzione ha segnato la fine dei tempi a Coral Gables.

Duke ha annientato Miami 45-21 sabato, mentre gli Hurricanes hanno tirato fuori il calcio otto volte.

Otto. Volte.

Ora, sarebbe abbastanza facile attribuire tutte le palle perse al semplice fatto che Miami è una pessima squadra di football. Ma sarebbe come suggerire che ci sono così tanti film “Fast and Furious”, perché Vin Diesel è il più grande attore vivente d’America. Entrambe le cose sono vere, ma questi fatti da soli non possono spiegare una produzione così prolifica.

No, per Miami non può esserci che un colpevole ovvio: Cristobal ha fatto arrabbiare gli dei del calcio, e ora deve intraprendere una ricerca mitica, attraverso i corridoi infestati dai fantasmi di Al Golden e Randy Shannon, scalare le montagne invincibili della ACC Coastal Division , e sopravvivi a un’epica battaglia a stile libero con lo zio Luke, per recuperare la catena del turnover e riportarla al suo legittimo posto a bordo campo di Miami.

Il tutto è già in fase di sviluppo presso HBO.


Sanders guida i Cowboys oltre il Texas

Quinn Ewers ha avuto dei momenti difficili in questa stagione. La sua macchina è stata rimorchiata. Si è fatto male alla spalla. Ha dovuto guardare l’Oklahoma giocare per un’intera partita. Ma sabato è stato il suo punto più basso.

Ewers ha completato solo 19 lanci su 49 e ha lanciato tre intercettazioni nella sconfitta per 41-34 in casa dell’Oklahoma State.

I Pokes stavano giocando con una linea offensiva malconcia, ma Spencer Sanders ha comunque effettuato alcuni tiri critici, lanciando due touchdown, mentre Jaden Nixon ha dimostrato che avrebbe potuto investire la difesa del Texas indossando pantofole da camera.

È stata un’enorme vittoria di rimbalzo per l’Oklahoma State dopo aver perso un vantaggio nel finale contro i TCU Horned Frogs la scorsa settimana. I Cowboys sono 6-1 e Sanders si è affermato saldamente come il miglior QB cattivo o il peggior QB buono del paese.

Dopo aver perso due volte senza Ewers all’inizio di questa stagione, la sconfitta di sabato può almeno rimuovere eventuali dibattiti persistenti sul “E se” e consentire al Texas di rivolgere completamente la sua attenzione al mantenimento di dolcetto o scherzetto al sicuro dagli attacchi delle scimmie questa settimana.


Gioco sotto il radar della settimana

Se ti sei perso il finale di Stanford e Arizona State, capiamo. Guardare quella partita è stata una punizione per taccheggio in diversi stati. E, forse opportunamente, gli ultimi momenti sono stati altrettanto sfortunati come farebbe pensare un incontro tra due pessime squadre.

Sotto 15-14, Arizona State ha lanciato un lancio di Ave Maria lungo la linea laterale sul quarto e 19, che sembrava essere stato trascinato da Elijah Badger per impostare un field goal vincente con pochi secondi dalla fine.

giocare a

0:52

L’Arizona State cade a Stanford negli ultimi secondi quando Emory Jones ha un piede fuori sulla cattura 4th and-19 che avrebbe impostato un field goal vincente.

Dopo la revisione del replay, tuttavia, la chiamata è stata annullata, con i funzionari che hanno affermato che Badger aveva un dito del piede fuori limite sulla presa, consentendo a Stanford di interrompere una serie di 10 sconfitte consecutive in conferenza.


Odiamo essere noi a sollevare questo argomento, ma va detto: la libertà è 7-1.

Lo sappiamo, lo sappiamo. Quando Malik Willis se ne è andato, speravamo tutti di poter tranquillamente smettere di prestare attenzione ai Flames, ma in qualche modo hanno continuato a vincere, incluso un 41-14 di BYU sabato dietro a 213 yard in corsa da Dae Dae Hunter.

L’unica sconfitta di Liberty è arrivata su una meta mancata da due punti contro 6-1 Wake Forest.

Liberty ha vinto con tre diversi QB iniziali.

La libertà è — respiri profondi — buona.

È possibile che Hugh Freeze sia alimentato dalla rabbia del paese nei suoi confronti, come l’imperatore in “Star Wars?” (Presumiamo anche che, se Twitter esistesse in una galassia molto, molto lontana, Palpatine scivolerebbe nei DM di Obi-Wan per lamentarsi anche delle critiche dei ribelli.) Semplicemente non c’è modo di tenere il ragazzo a terra (anche quando è letteralmente tenuto a terra).


Sabato è la cosa più da college football

Parliamo spesso della piaga dei #CollegeKickers, con colpi di fiches sbagliati che invariabilmente costano alle squadre una vittoria necessaria su base quasi settimanale. I dentici lunghi, d’altra parte, tendono a volare sotto il radar.

Sfortunatamente per Grant Sands di Weber State, il suo sabato sarà ricordato per molto tempo.

Sands ha fatto scattare il pallone sopra la testa dello scommettitore e fuori dal fondo della end zone per una sicurezza quattro volte contro Montana State sabato, consegnando ai Bobcats otto punti in una partita che Montana State alla fine ha vinto 43-38.

giocare a

0:41

Weber State è dalla parte sbagliata dei libri dei record poiché cede quattro sicurezze su scatti di squadre speciali erranti.


Grandi scommesse e bad beat

Miami è stata favorita per vincere quattro volte in questa stagione. Gli Hurricanes sono ora 1-3 in quelle partite dopo una misera sconfitta di otto turni contro Duke sabato. Miami ha ora perso come favorita di 25,5 punti contro il Middle Tennessee, favorita di 10 punti di Duke e favorita di quattro punti della Carolina del Nord. La loro unica vittoria come favorita è arrivata contro Virginia Tech, quando non sono riusciti a coprire uno spread di nove punti in una vittoria per 20-14.


Clemson ha seguito Syracuse 21-10 a metà di sabato, che era quasi il punto perfetto per i Tigers – o, almeno, per gli scommettitori acuti. I Tigers erano -9,5 nel secondo tempo e hanno coperto facilmente quel numero, superando gli Orange 17-0 negli ultimi due frame. Ciò rende l’allenatore Dabo Swinney 11-2 contro il secondo tempo diffuso nella sua carriera quando era in svantaggio all’intervallo.

.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *