Giovanni van Bronckhorst rivela che la ricostruzione della squadra estiva è stata progettata per offrire ai giocatori dei Rangers un tempo di gioco più lungo

GIOVANNI van Bronckhorst ha espresso fiducia nel fatto che Leon King abbia la mentalità di cui ha bisogno per far fronte alla sua turbolenta introduzione nella prima squadra dei Rangers e ha previsto che in futuro sarà in grado di giocare ai massimi livelli.

La metà centrale di 18 anni ha avuto, per usare un eufemismo, alcune settimane movimentate da quando è stato promosso alla squadra di Van Bronckhorst a causa di infortuni e squalifica all’inizio di questo mese.

Ha iniziato nella partita del girone di Champions League contro il Liverpool ad Anfield e ha regalato un rigore nel secondo tempo che Mo Salah ha trasformato quando ha atterrato Luis Diaz all’interno della propria area.

È entrato in campo nel primo tempo della rivincita con le superstar di Jurgen Klopp all’Ibrox la scorsa settimana quando il suo compagno di club Connor Goldson ha subito un infortunio ed è stato impotente per impedire alla sua squadra di schiantarsi per un’umiliante sconfitta per 7-1.

Poi domenica sia il manager di Motherwell Stevie Hammell che l’ala Stuart McKinstry hanno affermato pubblicamente che King avrebbe dovuto essere espulso per un fallo dell’ultimo uomo durante una partita di Premiership a Fir Park che i Rangers hanno vinto 2-1.

Sarebbe piuttosto difficile per un giocatore esperto, non importa uno che è stato coinvolto in meno di 20 partite di calcio senior nella sua vita, da elaborare.

Eppure, Van Bronckhorst è certo che il suo pupillo, che potrebbe giocare di nuovo come eroe d’infanzia nella partita dei quarti di finale della Premier Sports Cup contro il Dundee all’Ibrox questa sera, prenderà tutto il suo passo ed emergerà più forte dalle esperienze.

“Non ho preoccupazioni”, ha detto. “Penso che sia stato il primo giocatore che ho portato in squadra la scorsa stagione. Ecco perché abbiamo costruito la rosa per questa stagione, per dargli più tempo di gioco. Ora sta guadagnando molto tempo di gioco.

Sta migliorando sempre di più e il suo sviluppo sta andando più veloce perché sta giocando contro (Roberto) Firminio e (Darwin) Nunez e sta giocando in campionato. Questo è molto positivo per lui. Sono davvero fiducioso nelle sue prestazioni.

“Le critiche e le persone che dicevano che avrebbe dovuto essere espulso? È abbastanza rilassato. È anche testardo e concentrato. Per me (la sua sfida su McKinstry) non è mai stato espulso.

“Ha ancora bisogno di migliorare. Ecco perché parliamo continuamente con lui, con gli allenamenti, con le riprese, per renderlo migliore, per farlo crescere come giocatore. Ha ancora solo 18 anni, è molto giovane. Ma gioca in modo molto maturo”.

L’emergere di King lo ha portato a essere collegato ai trasferimenti nei club della Premier League in Inghilterra – incluso il Manchester United – e l’ex giocatore dell’Arsenal Van Bronckhorst sente sicuramente di poter andare lontano nel gioco se continua a svilupparsi.

“Ha tutto il tempo per farlo”, ha detto. “La prima cosa è avere giocatori che vogliono migliorare ogni sessione, ogni giorno per diventare migliori. Ha solo 18 anni quindi ogni volta che lo fa migliorerà. Il suo tetto sarà molto alto a causa del suo stesso carattere e della sua motivazione.

“Sulla palla vede soluzioni. È destro ma sa giocare molto bene anche con il sinistro. Ed è un buon difensore. Può difendere, può costruire, può passare, è forte nei suoi duelli. È abbastanza completo come giocatore. Ecco perché lo interpretiamo”.

King non è stato in grado di impedire al Liverpool di scatenarsi nella partita del Gruppo A a Govan la scorsa settimana e di infliggere una sconfitta europea record ai Rangers. Ma Van Bronckhorst sente che a lungo termine trarrà vantaggio solo dalla squadra contro Diaz, Firminio, Nunez, Salah e Diogo Jota.

“Non è facile entrare in una partita del genere”, ha detto. “Certo, ha iniziato la settimana prima quando abbiamo giocato con cinque in difesa e gli spazi erano un po’ più piccoli. Era più vicino agli altri difensori. Mercoledì è stato molto più difficile.

“Ma imparerà solo da queste partite. Lui è forte. Ovviamente lo aiuti dopo la partita con cose che poteva fare meglio, cose che ha fatto bene. Questo è il processo che mi piace come allenatore, avere contatti con i tuoi giocatori, migliorarli individualmente”.

I Rangers affronteranno la capolista Napoli in Italia la prossima settimana e Van Bronckhorst è ottimista che tutta la sua squadra, non solo King, sarà in una posizione migliore per affrontare la squadra di Serie A a seguito delle uscite di Champions League finora.

“Per noi è molto più facile essere in Europa League”, ha detto. “Vedi la differenza di livello. Non avremmo i risultati che abbiamo ora. Ma se sei nella quarta fascia di Champions League, sai che giocherai contro avversari davvero tosti.

“Guarda tutte le grandi squadre. Stanno ancora lottando per qualificarsi per il prossimo turno. Sono squadre che giocano in Champions League da molti anni. Dobbiamo assicurarci di imparare e penso che stiamo migliorando.

“La cosa più facile per noi è solo essere in Europa League o Conference League, perché l’opposizione è meno di quella che affrontiamo ora, ma non è quello che vuoi come top player o allenatore che vuole competere con i migliori.

Abbiamo giocato meglio in casa contro il Liverpool che in trasferta. Ma comunque il risultato è stato molto più alto perché negli ultimi 20-25 minuti abbiamo appena abbassato i nostri livelli. Poi una squadra come il Liverpool, con i giocatori che hanno portato dentro, ti uccidono e basta”.

Giovanni van Bronckhorst si aspetta pienamente che nel caso di Leon King si applicherà il vecchio adagio “ciò che non ti uccide ti rende più forte”.

Giovanni van Bronckhorst stava promuovendo Premier Sports in diretta e la copertura esclusiva di Rangers v Dundee stasera dalle 20:15. Premier Sports è disponibile a partire da £ 9,99 al mese ed è disponibile sulle seguenti piattaforme: Sky, Virgin, Amazon Prime e Premier Player.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *