Gartner: 5 aree chiave da affrontare durante l’elaborazione di una strategia di cloud computing efficace

Il cloud computing sta rapidamente diventando l’approccio predefinito per molte organizzazioni, ma le decisioni coinvolte sono molteplici. È importante considerare un approccio per navigare tra queste variabili e produrre una strategia di successo per gestirne gli impatti.

I leader IT incaricati di definire una strategia cloud dovrebbero affrontare cinque aree chiave per ridurre i rischi cloud della propria organizzazione e ottimizzare i propri investimenti. In generale, più un’organizzazione può “pensare come un provider di servizi cloud”, più opportunità scoprirà.

  1. Sviluppare un framework decisionale cloud

In primo luogo, sviluppare un framework decisionale cloud che si occupi dell’impresa come consumatore di servizi. A questo livello, le valutazioni considerano quando e come l’organizzazione utilizzerà i servizi cloud.

L’obiettivo principale è fornire un quadro coerente che determini quando l’organizzazione utilizzerà o meno i servizi cloud, utilizzando considerazioni coerenti di fattori quali sicurezza, rischi, costi e vantaggi.

È preferibile lasciare che i singoli team e i gruppi di pianificazione decidano le domande sui servizi cloud su base ad hoc, utilizzando i propri criteri, ogni volta che si presenta un nuovo progetto. Garantire che un framework decisionale comune guidi in modo coerente la strategia dell’organizzazione su dove dovrebbe e non dovrebbe utilizzare i servizi cloud.

  1. Stabilire le best practice per le operazioni cloud

Mentre il framework decisionale cloud si concentra su casi d’uso specifici, le operazioni cloud si concentrano sulle migliori pratiche in tutti i casi d’uso. Questi due problemi creano un circuito di feedback dinamico. Casi d’uso specifici solleveranno problemi per affrontare la protezione, la gestione e il governo dei servizi cloud. Man mano che le organizzazioni implementano le migliori pratiche per affrontare questi problemi in più casi d’uso, viene creata una base per le migliori pratiche e i rischi per i futuri casi d’uso del cloud tendono a diminuire.

Le strategie operative delle migliori pratiche per il cloud computing non dovrebbero essere create isolatamente. Dovrebbero essere allineati con l’architettura e le strategie tecnologiche esistenti per ciascuna area operativa.

  1. Valuta il potenziale per l’implementazione del cloud ibrido

Il problema successivo sposta l’attenzione dall’azienda che consuma servizi cloud pubblici centralizzati all’implementazione di servizi cloud in modo ibrido. Un modello ibrido consiste nell’utilizzare una combinazione di servizi cloud pubblici con altre opzioni locali, inclusi cloud privato e cloud distribuito.

Con l’organizzazione che inizia a utilizzare più servizi cloud interni ed esterni insieme all’infrastruttura e alle applicazioni tradizionali, il risultato sarà un ambiente ibrido e multi-cloud, ma ciò solleva problemi di sicurezza, gestione e governance unici.

Una motivazione chiave per un’organizzazione a prendere in considerazione lo sviluppo o l’implementazione di servizi cloud in locale è la possibilità di ottenere i vantaggi chiave del provisioning dei servizi cloud (come una migliore adattabilità, flessibilità ed elasticità) all’interno del proprio ambiente di infrastruttura controllata.

Il cloud privato offre il massimo controllo sulla piattaforma cloud interna, ma a un costo, inclusi il costo e la complessità dell’implementazione e del mantenimento dei servizi completi di un cloud privato.

  1. Esplora la migrazione e lo sviluppo di applicazioni cloud

Sono disponibili diverse opzioni, inclusa la ripiattaforma dell’applicazione semplicemente spostandola sul cloud con modifiche minime. Sebbene questa sia spesso la mossa più semplice, spesso non offre tutti i vantaggi del cloud e può sollevare ulteriori problemi di sicurezza e operativi.

Il refactoring o la ricostruzione apporta modifiche più significative che sfruttano le funzionalità cloud e le piattaforme cloud. Sebbene richieda uno sforzo maggiore, generalmente fornisce risultati migliori.

La riprogettazione dell’applicazione è una ricostruzione/refactoring più estesa che costruisce l’applicazione da zero per sfruttare il cloud e offre le migliori prestazioni e sicurezza dell’applicazione.

Un’ulteriore opzione consiste nel sostituire l’applicazione con un’offerta SaaS che non richiede alcuno sviluppo di applicazioni.

Se combinata con le migliori pratiche e le nuove tecnologie adottate da altri gruppi funzionali IT, un’architettura dell’applicazione sensibile al cloud crea un processo DevSecOps sensibile al cloud e ottimizzato per il cloud per modernizzare, trasformare o sostituire applicazioni e processi legacy. È importante assicurarsi di esaminare tutte le opzioni relative alle applicazioni cloud e le relative implicazioni in un quadro coerente.

  1. Pensa come un fornitore di servizi cloud

L’ultimo aspetto importante di una strategia cloud completa riguarda il potenziale per l’organizzazione di ottenere importanti vantaggi diventando un fornitore di servizi cloud, che è prima di tutto una questione aziendale.

La maggior parte delle grandi organizzazioni che Gartner incontra stanno già diventando fornitori di servizi cloud in una forma o nell’altra. Qualsiasi azienda che utilizzi il Web per fornire applicazioni, servizi informativi e servizi di processi aziendali fornisce essenzialmente un servizio cloud, se queste offerte vengono fornite come servizi elastici, in un ambiente condiviso, con i dettagli tecnici nascosti dietro un livello di astrazione con un self-service interfaccia

Sempre più spesso, il processo per diventare un’azienda digitale di successo comporterà il pensare come un fornitore di servizi cloud.

Questo è un articolo di David Cearley, Distinguished VP Analyst, Gartner.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *