Donovan Mitchell compensa gli errori di fine partita, conduce i Cleveland Cavaliers alla vittoria per 117-107 ai supplementari nell’apertura casalinga

CLEVELAND, Ohio — Sei mesi. Questo è quanto tempo era passato da quando i Cleveland Cavaliers hanno giocato una partita significativa all’interno di Rocket Mortgage FieldHouse. Ne è valsa la pena aspettare.

Suspense Dramma Agonia. Frustrazione. Gioia. La partita di domenica aveva tutto. È stato ugualmente emozionante e sconcertante. Quando finalmente finì, i Cavs ebbero una dura vittoria per 117-107 ai supplementari contro i Washington Wizards.

Per la seconda partita consecutiva, i Cavs hanno fatto un altro inizio assonnato prima di sistemarsi. Forse erano sopraffatti dal fatto di trovarsi di fronte alla vivace folla della città natale. Forse erano gambe pesanti, giocando la seconda notte di un back-to-back dopo un cambio di fuso orario. Avrebbe potuto essere un po’ di entrambi.

Qualunque sia il motivo, non era certo l’inizio che qualcuno voleva, specialmente l’allenatore del Cavs JB Bickerstaff, che ha raccolto un fallo tecnico di frustrazione a meno di quattro minuti dall’inizio della partita.

I Cavs sono sotto 8-0 dopo appena due minuti. Erano giù a doppia cifra alle 7:40 del primo quarto. Ma proprio come una notte prima a Chicago, i giovani Cavs hanno seguito il loro nuovo leader, Donovan Mitchell, che si è riscattato dopo un paio di errori apatici a fine partita che hanno quasi inasprito l’altrimenti scintillante debutto in casa di Mitchell.

“Sono più pronto di così. Questo non dovrebbe accadere”, ha detto Mitchell. “Saremmo dovuti essere a casa un’ora fa. È proprio lì che si trova la mia testa. Ci prenderemo la vittoria, ma ti prometto che per il prossimo giorno e mezzo tutto quello a cui penserò è trovare il modo di giocare a fine partita ed essere il migliore per la mia squadra e non lo ero. Sono migliore di così e sarò migliore di così”.

Negli ultimi 40 secondi, Mitchell ha girato la palla due volte, entrambe le quali hanno portato ai secchi di Wizards e hanno pareggiato la partita a 103. Pazzo per la mancanza di un fallo su un galleggiante precedente e se stesso per l’insolita negligenza, uno scoraggiato Mitchell ha picchiato il tavolo imbottito del marcatore.

Poi ha avuto una possibilità di redenzione.

DraftKings Sportsbook

STATI: OHIO PRE-REG

PRE-ISCRIZIONE

BONUS DI $ 200

+ OFFERTA NUOVI UTENTI AL LANCIO

Con 25,9 secondi rimanenti, Bickerstaff ha chiamato il timeout per riorganizzarsi. Ha progettato un gioco per il suo fuoriclasse. Mitchell ha guidato alla sua destra, ha scosso il difensore, ha creato la separazione, è tornato dietro la linea dei 3 punti e ha lanciato un potenziale tiro vincente.

La folla esaurita in piedi in attesa di esplodere. Mitchell tiene alto il rilascio. Il suo primo momento distintivo da Cavalier che gira nell’aria mentre le telecamere lampeggiano.

Clank.

Il saltatore di Mitchell è rimbalzato sulla parte posteriore del cerchio e il cicalino ha suonato mentre le due squadre stavano combattendo per la palla vagante.

Il momento del principiante doveva aspettare. Solo non così a lungo. Mitchell – e i Cavs – sono arrivati ​​​​in OT.

Sotto 106-105 con circa due minuti dalla fine, Mitchell ha fatto un feroce drive al canestro per un tempestivo And-1 che ha dato a Cleveland un vantaggio di due punti.

Al successivo possesso, Mitchell ha intercettato il passaggio sconsiderato di Bradley Beal e ha acceso un contropiede che si è concluso con Cedi Osman che girava in layup inverso mentre subiva fallo. Proprio così, i Cavs sono tornati fuori dal tappeto, conducendo di cinque. Non hanno mai guardato indietro, superando Washington 14-4 in quei cinque minuti in più.

“Ha solo fede. Ha fiducia in se stesso. E noi crediamo in lui, lo sa”, ha detto Bickerstaff di Mitchell. “L’ha già fatto. È il tipo di ragazzo che non vuole deludere i suoi compagni di squadra. Si è preso la responsabilità di far succedere qualcosa. Anche questo dà loro fiducia. Li fa sentire come se potessero superare le difficoltà perché sanno che è lì per aiutarli a portarli e affrontarli nelle avversità, affrontandoli nei momenti difficili. Il nostro gruppo è sempre stato un gruppo resiliente. Sono sempre stati un gruppo che è rimasto unito, bei tempi, brutti momenti, e ha combattuto per farsi strada attraverso le cose e questo si aggiunge ad esso.

Mitchell ha segnato un record di 37 punti. È diventato il terzo giocatore nella storia della NBA a segnare 30 o più punti in ciascuna delle prime tre partite con qualsiasi squadra, unendosi a Glenn Robinson (2002-03 con gli Atlanta Hawks) e Wilt Chamberlain (1959-60 con i Warriors). Mitchell ha anche stabilito un record di franchigia con tre partite consecutive di almeno 30 punti all’inizio della stagione. Il suo totale di punti nei primi tre è il massimo di qualsiasi Cavalier, superando la leggenda del franchise Austin Carr.

Altri cinque giocatori hanno raggiunto la doppia cifra: Osman (16 punti), Jarrett Allen (15), Dean Wade (12), Caris LeVert (10) ed Evan Mobley (10).

Mentre Mitchell ha raggiunto la linea di tiro libero alla fine dei tempi supplementari, cercando di sigillare la vittoria, i canti di MVP hanno echeggiato in tutta l’arena, sostituendo i sussulti che erano prevalenti pochi minuti prima quando Mitchell ha armeggiato la palla due volte. Che memorabile debutto in casa per la nuova stella della città.

Da eroe a capra e poi di nuovo eroe. Benvenuto a Cleveland.

Migliorare

Il playmaker All-Star Darius Garland, che ha saltato la sua seconda partita consecutiva per una lacerazione all’occhio sinistro, era nell’arena domenica sera. Indossando una felpa con cappuccio bianca e occhiali da sole neri per protezione, Garland è stato presentato sulla scheda video durante i festeggiamenti pre-partita.

Quando la partita è iniziata, era seduto in panchina accanto ai suoi compagni di squadra. Prima della partita, l’allenatore JB Bickerstaff ha detto che Garland “stava andando meglio”.

“C’è gonfiore, quindi devo aspettare che il gonfiore diminuisca”, ha detto Bickerstaff. “Quando tieni gli occhi aperti, può vedere. Questa è ovviamente una buona cosa. Ma ci vorrà del tempo e non ci resta che aspettare e vedere come si risolve il gonfiore”.

Visitatore speciale

Il presidente del Cavs Dan Gilbert è emerso dal tunnel verso l’inizio del secondo tempo e poi si è seduto a bordo campo, guardando gli ultimi due quarti – e OT – tra i clienti.

Avanti il ​​prossimo

I Cavs avranno qualche giorno di riposo prima di ospitare gli Orlando Magic mercoledì sera. Tipoff è fissato per le 19:00

Entrate dei Cavaliers Fanatics 2021

Ricevi gli ultimi prodotti Cavs: Ecco dove puoi ordinare Abbigliamento online dei Cleveland Cavaliers, tra cui maglie, magliette, cappelli e prodotti NBA Champions 2016 e altro ancora.

Se tu o una persona cara avete domande e avete bisogno di parlare con un professionista del gioco d’azzardo, chiamate la Ohio Problem Gambling Helpline al numero 1-800-589-9966 o il National Council on Program Gambling Helpline (NCPG) al numero 1-800-522- 4700

Più copertura di Cavaliers

Darius Garland non giocherà sabato sera contro i Chicago Bulls

Perché Caris LeVert ha vinto il ruolo di piccolo attaccante iniziale e gli verrà chiesto di aiutare a colmare il vuoto di Darius Garland

Donovan Mitchell arriva come pubblicizzato, i Cav hanno bisogno di molto lavoro: Scribbles di Terry Pluto

Darius Garland non avrà bisogno di un intervento chirurgico per l’occhio sinistro ferito

Darius Garland salta gli allenamenti giovedì per una brutta ferita agli occhi

Dentro lo strepitoso debutto di Donovan Mitchell ai Cleveland Cavaliers: “È quello che ci aspettiamo da lui”

Darius Garland subisce una lacerazione alla palpebra nella sconfitta nella serata di apertura contro i Toronto Raptors

Dentro lo strepitoso debutto di Donovan Mitchell ai Cleveland Cavaliers: “È quello che ci aspettiamo da lui”

Il debutto dei Cleveland Cavaliers di Donovan Mitchell viziato dai Toronto Raptors nella sconfitta per 108-105 nella serata di apertura

Caris LeVert vince iniziando un piccolo lavoro di attaccante per l’apertura contro Toronto Raptors, dicono le fonti

I Cleveland Cavaliers porranno finalmente fine alla siccità dei playoff senza LeBron James?

Donovan Mitchell dei Cavaliers ha abbracciato i Browns nel momento in cui è arrivato a Cleveland. Non è passato inosservato ai giocatori

Ripartizione del roster dei Cleveland Cavaliers: valutazione di ogni giocatore e del suo ruolo

Donovan Mitchell dei Cavs, Darius Garland tra i giocatori NBA più amati

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *