Come il tuo capo può spiarti con Slack, Zoom e Teams

Slack e Teams sono entrambi super utili: consentono una comunicazione rapida in ufficio, consentono il lavoro a distanza e le situazioni di lavoro da casa e consentono ai dipendenti di condividere facilmente una varietà di contenuti. Lo svantaggio è che i capi possono anche usarli per tenere d’occhio quello che stai facendo e quanto sei attivo durante la tua giornata lavorativa.

Quanto può peggiorare questo monitoraggio del capo? Diamo un’occhiata a cosa possono visualizzare i capi su queste app e cosa puoi mantenere privato.

lento

Gestisci i membri in Slack su un laptop.

App come Slack, Teams e altre piattaforme di collaborazione aziendale comuni sono strutturate tramite autorizzazioni di amministratore. In altre parole, con le giuste autorizzazioni, il tuo capo può avere un grande controllo sulla piattaforma e su ciò che sta accadendo su di essa. E se un manager si rivolge all’IT, può chiedere di vedere praticamente tutto ciò che accade sull’app.

Slack può esportare i dati sulla comunicazione per le aziende su richiesta per piani di livello basso e piani di livello superiore possono dare alla direzione aziendale la possibilità di accedere direttamente alle informazioni. I supervisori con autorizzazioni possono vedere cose come:

  • Eventuali messaggi che sono stati inviati in qualsiasi modo sulla piattaforma, inclusa la possibilità di cercare un determinato periodo di tempo o determinate parole (i canali privati ​​o pubblici non contano in questo caso).
  • Lo stato attuale di qualsiasi dipendente sulla piattaforma.
  • Dati generali su come i dipendenti utilizzano la piattaforma, che tipo di file vengono condivisi e così via.

Slack non elimina i messaggi, ma può limitare il modo in cui le aziende possono cercare i messaggi o consentire ai datori di lavoro di decidere per quanto tempo vengono archiviati i messaggi. Per gli abbonamenti Enterprise Slack di alto livello, i datori di lavoro possono guardare qualsiasi cosa purché Slack sia stato utilizzato.

Ingrandisci

Una donna su una chiamata Zoom.
Ingrandisci

Zoom è cambiato molto durante il boom del lavoro a distanza e nel tempo è generalmente diventato più favorevole alla privacy dei dipendenti. L’app ti consente, ad esempio, di separare account aziendali e personali, il che è sempre una buona idea. Puoi anche caricare direttamente le riunioni Zoom sul desktop anziché sul cloud, il che aggiunge alcune opzioni di privacy aggiuntive per determinati video. Tuttavia, la versione business di Zoom consente ai supervisori di fare cose come:

  • Leggi tutti i messaggi di chat inviati tra i dipendenti tramite una trascrizione salvata dopo la riunione.
  • Esamina le riunioni caricate nel cloud nell’account aziendale.
  • Guarda quando si svolgono le riunioni, chi c’è dentro e quanto durano.
  • Visualizza lo stato dei dipendenti in una riunione Zoom (ad esempio, la finestra è aperta, non in background e l’utente sta interagendo con l’app?).

La buona notizia è che Zoom in genere impedisce ai capi di partecipare a riunioni video remote se non sono co-organizzatori o partecipanti, anche se il tuo reparto IT potrebbe ancora avere la possibilità di visualizzare in remoto le riunioni Zoom che si svolgono su un sistema di lavoro.

Squadre

I ministri pubblici gallesi partecipano a una riunione di Microsoft Teams.
Microsoft

Microsoft Teams consente molto monitoraggio del datore di lavoro, a seconda di quanto i capi vogliono vedere. In generale, se stai facendo qualcosa su Teams, il tuo datore di lavoro può vederlo se lo desidera: non c’è molta privacy garantita. Con la giusta configurazione, i boss hanno la possibilità di:

  • Tieni traccia di tutte le chat, le chiamate e le riunioni in qualsiasi canale.
  • Tieni traccia dello stato dei dipendenti, incluso per quanto tempo sono attivi su Teams e per quanto tempo sono assenti.
  • Ascolta il microfono e la videocamera quando sei in una riunione video o chiamata (se non sei in riunione, i datori di lavoro non hanno accesso).
  • Visualizza le app e gli strumenti del team utilizzati dai dipendenti.
  • Imposta le regole all’interno di Teams per monitorare parole chiave specifiche nelle chat e nei messaggi.

Spazio di lavoro di Google

Google Workspace in Firefox su un laptop Windows.

I datori di lavoro hanno anche un incredibile potere di spionaggio in Google Workspace, se sono disposti a pagarlo. I piani di alto livello come Workspace Business Plus, Enterprise Standard ed Enterprise Plus (tra gli altri) consentono ai supervisori di accedere al “Vault”, che contiene praticamente tutto. Ciò significa che i datori di lavoro possono:

  • Cerca contenuti da Google Drive, Gruppi, Chat, Chat vocale, Hangout classici e Google Meet.
  • Cerca i contenuti inviati tramite account collegati su Gmail (che include bozze di email che non sono state inviate).
  • Tieni traccia dei tempi di accesso e dell’attività.
  • Tieni traccia di come gli utenti creano e inviano contenuti (e quali tipi di dispositivi stanno utilizzando).

Bossware aggiuntivo

Grafici in Teramind.

Le app di collaborazione aziendale sono solo l’inizio. C’è un intero campo aggiuntivo di software noto come bossware o tattleware, che i datori di lavoro possono richiedere che i lavoratori installino. Ciò include strumenti come Hubstaff, InterGuard, Teramind e TimeCamp.

Strumenti come questi possono monitorare quali app di social media stai utilizzando e per quanto tempo le stai utilizzando e persino raccogliere dati su come stai utilizzando i social media, incluso ciò che stai digitando nei tuoi account personali. È possibile creare timer ed eccezioni, in modo che i datori di lavoro abbiano la possibilità di personalizzare questo software di monitoraggio in molti modi. Altre app come Hubstaff possono acquisire schermate del desktop, mentre Teramind può effettuare registrazioni in tempo reale su richiesta. E la maggior parte dei bossware può almeno tenere traccia dei movimenti del mouse e delle sequenze di tasti per vedere quanto sei “attivo”.

Se ti sembra invasivo, beh, le organizzazioni delle risorse umane e il Center for Democracy and Technology sono d’accordo. Hanno avvertito che i bossware portano ad ambienti di lavoro tossici e potrebbero essere pericolosi per la salute di un dipendente.

È legale?

In generale, sì. Alcuni stati richiedono ai datori di lavoro di fornire un avviso scritto ai dipendenti che saranno monitorati, ma anche questo non è ancora comune. Finché un datore di lavoro non discrimina prendendo di mira dipendenti specifici da monitorare e non monitora i dipendenti fuori dall’orario di lavoro, in questo momento non vi è ricorso legale.

Non ci sono ancora molti precedenti legali, ma i datori di lavoro hanno molto margine di manovra qui perché i dipendenti possono teoricamente scegliere di smettere piuttosto che sottoporsi al monitoraggio. Le normative statali sono tradizionalmente molto lente a mettersi al passo con tendenze come questa e finora non sono state intentate cause legali degne di nota sulla pratica.

Cosa posso fare al riguardo?

Niente nelle tue app di collaborazione aziendale è privato. Segui questa regola e non dovresti avere molto di cui preoccuparti. Se i tuoi capi stanno monitorando attivamente il tuo stato e la tua attività per misurare la tua produttività, ci sono alcuni modi per respingere questo problema, ad esempio assicurandoti che lo stato di Microsoft Teams sia sempre attivo o usando un mouse jiggler per simulare l’attività del mouse quando sei AFK. Per quanto riguarda il bossware particolarmente invasivo, non ci sono molte scelte in questo momento se non considerare se il lavoro vale la pena e quali potrebbero essere le tue altre opzioni.

Raccomandazioni degli editori






Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *