Come i terapisti usano i giochi da tavolo per aiutare le persone

“La nostra mortalità è in realtà ciò che dà significato alle cose e ci motiva a fare qualsiasi cosa”, ha detto Levitt. “Per molto tempo sono stato più una persona di destinazione che una persona di viaggio, e penso che sia davvero cambiato, in parte grazie a questo gioco”.

I giochi di ruolo possono essere particolarmente utili per le persone che hanno subito traumi e oppressione. Cassie Walker, assistente sociale clinica e specialista in traumi, vede i giochi e i giochi di ruolo come un modo prezioso per entrare in contatto con i clienti e dimostrare che la terapia non deve essere seria o dolorosa.

“Il trauma ci disconnette da noi stessi e una delle prime cose da cui ci disconnettiamo è la nostra immaginazione e creatività”, dice Walker. I giochi da tavolo consentono ai loro clienti di riconnettersi con la loro immaginazione, poiché la struttura dei giochi offre un certo conforto e incoraggia le persone a iniziare a pensare a cosa potrebbe essere piuttosto che cosa è

Mentre molte persone che partecipano alla terapia geek sono bambini e adolescenti, molti terapeuti, incluso Walker, lavorano con gli adulti. Walker vuole che la terapia sia uno spazio che possa essere divertente ed energizzante per i clienti.

“La terapia è così importante e ha così tanto potenziale di guarigione, ma la colonizzazione della nostra salute, benessere e mente l’ha resa una cosa così stantia, statica e deprimente”, afferma Walker. “Rido con i miei clienti, piango con i miei clienti. Giochiamo, esploriamo ciò che è divertente con loro”.

Come partecipare

Geek Therapeutics ha una directory di Geek Therapists certificati sul suo sito web. Oltre alla terapia TTRPG, alcuni fornitori offrono forme di terapia geek, inclusi videogiochi terapeutici e giochi di ruolo meno strutturati. Questi terapisti forniscono servizi negli Stati Uniti e a livello internazionale e molti accettano assicurazioni.

Game to Grow ha diversi terapisti interni che offrono terapia individuale. Attualmente offrono i loro servizi esclusivamente attraverso la telemedicina.

Per coloro che sono interessati a condurre sessioni di gruppo e ad aiutare gli altri, Geek Therapeutics offre formazione per professionisti della salute mentale, inclusa la formazione di maestri di giochi terapeutici. Il corso di nove settimane include la formazione di maestri di gioco professionisti, alcuni dei quali sono stati scrittori per Wizards of the Coast, la compagnia dietro Dungeons & Dragons.

“Può essere molto intimidatorio poiché hanno oltre 30 anni di esperienza”, afferma Bean. “Ma è anche fantastico lavorare con loro e ottenere davvero un’intuizione magistrale, perché sono i maestri del loro mestiere”.

Per integrare il metodo Game to Grow, Davis e Johns hanno creato Critical Core con altri professionisti della salute mentale e creativi. Il kit di gioco fornisce a insegnanti, genitori e professionisti della salute mentale tutte le risorse necessarie per eseguire un TTRPG, inclusi moduli di avventura, schede personaggio prescritte e una guida per facilitatori progettata per incorporare la terapia nei giochi. Il gioco è modellato su D&D, ma rimuove molte delle regole e delle complessità che possono rendere i TTRPG intimidatori per i nuovi giocatori.

“Vogliamo rimuovere un po’ di questa complessità per renderla più incentrata sulla narrazione narrativa, sulla magia della vita del gioco sociale narrativo”, afferma Davis.

Non devi nemmeno essere un terapeuta per partecipare. Entrambe le organizzazioni offrono anche formazione per persone che non sono professionisti della salute mentale, come insegnanti, genitori o chiunque cerchi un modo per connettersi con se stessi e gli altri attraverso il gioco.

Il programma Certified Geek Specialist di Geek Therapeutics aiuta i partecipanti a fornire un migliore supporto ai loro coetanei e studenti attraverso l’obiettivo dei TTRPG e del fandom in generale. Il corso è autoguidato e offre più di 80 ore di contenuti per i partecipanti.

Game to Grow offre due forme di formazione al di fuori del suo programma Certified Therapeutic Game Master: formazione comunitaria e formazione per educatori. Davis afferma che la formazione degli educatori è più allineata agli obiettivi educativi rispetto a quelli terapeutici, integrando Common Core e 21st Century Skills. La formazione comunitaria è rivolta a tutti coloro che non rientrano nella categoria dell’educatore o del professionista della salute mentale.

Boccamazzo è il direttore clinico di Take This, un’organizzazione focalizzata sulla riduzione dello stigma e sull’aumento del supporto per la salute mentale nei giochi. Boccamazzo fornisce anche formazione sull’uso applicato dei giochi di ruolo in ambito clinico e di apprendimento. Osserva che giocare a un TTRPG di per sé non costituisce una pratica terapeutica, anche se il GM è un professionista della salute mentale, quindi tienilo a mente.

“Il gioco non è la terapia”, dice Boccamazzo. “È la terapia che è la terapia, usando il gioco come veicolo”.

.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *