Campi a 13 nazioni per entrambe le discipline GT ai Giochi di Marsiglia – Sportscar365

Immagine: Akkodis ASP

La FIA ha pubblicato una coppia di liste di iscritti da 13 vetture per le due discipline di corse GT che faranno parte della seconda edizione di questo fine settimana dei FIA Motorsport Games di Marsiglia.

Due gare – la GT Cup per le formazioni a due piloti e la GT Sprint per i piloti solisti – si terranno al Paul Ricard nell’ambito di un evento multidisciplinare in stile olimpico.

Un totale di 17 nazioni saranno rappresentate nelle due discipline GT, con nove nazioni che prenderanno parte ad entrambe.

Il GT Sprint è una nuova aggiunta al roster dei Motorsport Games, mentre la GT Cup è stata una parte fondamentale dei Giochi inaugurali di Roma tenutisi a Vallelunga nel 2019.

Tra i piloti di alto profilo del GT Sprint ci sono le star della fabbrica Matt Campbell, Dries Vanthoor, Mirko Bortolotti, Luca Stolz e Daniel Juncadella che rappresentano rispettivamente Australia, Belgio, Italia, Germania e Spagna.

Il campione IMSA WeatherTech SportsCar GTD Pro Campbell guiderà una Porsche 911 GT3 R Grove Racing per l’Australia nella gara sprint di 60 minuti che chiude i Giochi.

Il Grasser Racing Team guiderà la Lamborghini Huracan GT3 Evo per l’ingresso italiano di Mirko Bortolotti, proseguendo una partnership che ha ottenuto il podio nel DTM di quest’anno.

Vanthoor sta pilotando un’Audi R8 LMS GT3 Evo II iscritta dalla federazione automobilistica belga RACB, mentre Stolz e Juncadella sono entrambi al volante di Mercedes-AMG GT3 Evos.

Il secondo classificato dell’ADAC GT Masters Ayhancan Guven porterà le speranze della Turchia di ripetere la sua medaglia d’oro nella FIA GT Nations Cup 2018, che è stata il precursore dei Motorsport Games.

Guven guiderà una Porsche 911 GT3 R dopo che la Turchia aveva già utilizzato Mercedes-AMG e Aston Martin per il suo impegno nazionale.

Tristan Vautier si conferma il pilota francese della GT Sprint, mentre Bruno Baptista, leader della Stock Car Pro Series, guida la sfida del Brasile.

Entrambi gareggeranno su Mercedes-AMG gestite dalla squadra francese Akkodis ASP. Baptista ha testato una GetSpeed ​​​​Mercedes-AMG al Paul Ricard all’inizio di quest’anno.

Il Marocco farà il suo debutto ai Motorsport Games GT grazie a una McLaren 720S GT3 di Optimum Motorsport per Michael Benyahia, che ha guidato il modello 570S GT4 del produttore britannico in giro per l’Europa.

Baptista e Benyahia sono tra i sei piloti classificati Silver sulla griglia GT Sprint.

Gli altri sono Marchy Lee della Cina/Hong Kong su una Honda NSX GT3 Evo22 preparata dalla KCMG, Evan Chen del Taipei cinese che si unisce alla Ferrari AF Corse, il pilota svizzero della Mercedes-AMG Yannick Mettler e il pilota lituano dell’Audi Julius Adomavicius.

La partecipazione alla GT Cup include anche 13 vetture con la partecipazione di Australia, Spagna, Germania, Cina/Hong Kong, Brasile, Svizzera, Taipei cinese, Lituania e Francia.

Ulteriori sforzi provengono da Ucraina, Porto Rico, Regno Unito e Polonia.

Gli accoppiamenti della GT Cup devono essere formati da un pilota classificato Bronzo e un Argento, il che significa che le stelle della fabbrica che gareggiano in GT Sprint non sono idonee.

Gli australiani Brenton e Steven Grove punteranno a migliorare la loro medaglia di bronzo del 2019, mentre la Polonia, medaglia d’argento della Roma, è tornata con una nuova formazione che coinvolge Karol Basz e Marcin Jedlinski che condividono un’Audi Olimp Racing.

Il campione britannico GT di recente incoronazione Ian Loggie si unirà al Fanatec GT World Challenge Europe motorizzato dal concorrente AWS Chris Froggatt sulla Mercedes-AMG britannica.

L’ingresso dell’Ucraina in collaborazione con il team tedesco PROSport Racing significa l’unica Aston Martin Vantage GT3 in campo.

Puerto Rico farà il suo debutto ai Giochi con il campione del mondo del Lamborghini Super Trofeo Am dello scorso anno Victor Gomez e Francesco Piovanetti, che condividono una Ferrari.

La medaglia d’oro in carica Giappone e Stati Uniti sono assenti notevoli dalla seconda edizione dei FIA Motorsport Games, originariamente prevista per il 2020 ma che ha subito due rinvii a causa della pandemia di COVID-19.

La precedente edizione della GT Cup ai Giochi di Roma ha attirato l’iscrizione di 22 nazioni.

La GT Cup consisterà in gare di qualificazione il venerdì e il sabato, che stabiliranno la griglia per la gara di medaglia di 60 minuti alle 14:15 CEST (8:15 ET) di sabato.

Il GT Sprint si svolgerà interamente domenica, con due sessioni di prove libere di 40 minuti che porteranno alle qualifiche e una gara di 60 minuti che inizierà alle 15:50 locali.

Per i Giochi di Marsiglia era prevista anche una disciplina di gare di durata per le vetture LMP3 e GT3, ma non è più in corso.



Daniele Lloyd è un reporter con sede nel Regno Unito per Sportscar365, che copre il FIA World Endurance Championship, Fanatec GT World Challenge Europe powered by AWS e l’IMSA WeatherTech SportsCar Championship, tra le altre serie.


Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *