Calcio dell’Oregon State: la presa vincente di Tre’Shaun Harrison “la migliore cattura che abbia mai visto”

Kefense Hynson è stata coinvolta nel calcio organizzato per quasi tre decenni, inclusi gli ultimi cinque come allenatore dei ricevitori dell’Oregon State.

Quello che Hynson ha visto dal vivo sabato sera allo Stanford Stadium lo ha visto in video durante il volo di ritorno e molte volte con i giocatori quando la squadra si è incontrata domenica pomeriggio.

“È la cattura migliore che abbia mai visto”, ha detto Hynson della presa di 56 yard di Tre’Shaun Harrison e della corsa per un touchdown per dare ai Beavers una vittoria per 28-27 su Stanford.

Harrison è scattato verso il basso, ha girato con l’angolo di Stanford Ethan Bonner davanti a lui e la sicurezza Patrick Fields a cinque yarde dietro. Il quarterback dell’OSU Ben Gulbranson ha lanciato un passaggio di 20 yard destinato a Harrison per salire e fare un gioco. Harrison ha scavalcato Bonner, strappando la palla dall’elmetto dell’angolo di Stanford, quindi ha ruotato e ha corso per le restanti 35 yard fino alla end zone mentre i difensori del Cardinale inseguivano inutilmente.

“Parliamo di salire e superare i difensori… questo era, e poi alcuni. È stata una cattura incredibile. Probabilmente una delle migliori catture di quest’anno”, ha detto Hynson.

Il fatto è che l’accoglienza di Harrison ha avuto compagnia. Per la precisione di passaggio, la cattura di una palla sotto costrizione, l’atletismo e il momento, la ricezione del touchdown da 21 yard di Silas Bolden all’inizio del quarto trimestre è stata degna di nota.

“Una delle più grandi catture che abbia mai visto”, ha detto Gulbranson.

Senza la presa di Bolden, il gioco probabilmente non si riduce a Harrison. L’OSU, in svantaggio 24-10, ha avuto quarto e 8 allo Stanford 21 con meno di un quarto da giocare. Se i castori non riescono, probabilmente non c’è abbastanza tempo per catturare e superare il cardinale come ha fatto alla fine lo stato dell’Oregon.

In primo luogo, il gioco stesso. Gulbranson ha scelto di bypassare andando per il primo down e invece, sei punti quando ha visto uno sguardo particolare dalla difesa di Stanford.

“Ci hanno dato un look che ci piaceva. È facile quando puoi togliere 10 ragazzi dal campo e giocare uno contro uno”, ha detto Gulbranson.

Solo che il cardinale d’angolo Nicolas Toomer ha reso le cose difficili. Gulbranson ha lanciato la palla in uno spazio ristretto, un passaggio che è passato appena sopra la spalla di Toomer e in un braccio di Bolden.

Catturarlo era solo una parte dell’impresa. Bolden ha preso la palla vicino alla linea laterale ed è riuscito a toccare entrambi i piedi in campo, anche se solo uno è richiesto nel football universitario.

La capacità di Bolden di toccare tempestivamente il piede in entrata è un esercizio quotidiano durante l’allenamento.

“Diventa memoria muscolare”, ha detto Hynson. “Lo combini con le capacità fisiche e poi ottieni Silas Bolden”.

La performance di Gulbranson: Com’era prevedibile, Gulbranson aveva sentimenti contrastanti riguardo al suo primo inizio nello stato dell’Oregon. La matricola del terzo anno ha completato 20 dei 28 passaggi per 250 yard e due touchdown, mentre aiutava il gioco di corsa dell’OSU a esibirsi ad alto livello. Al ribasso, Gulbranson è stato esonerato quattro volte, il doppio di quelle che i Beavers hanno ceduto durante le prime cinque partite.

“Ci sono sicuramente molte cose là fuori su cui sento di poter migliorare”, ha detto Gulbranson.

Gulbranson sentiva di essere completamente preparato per la sua prima partenza, ma ha ammesso “Ero decisamente nervoso… ero piuttosto nervoso per tutta la settimana. Gli allenatori hanno messo insieme un grande piano per me”.

Non è stata presa alcuna decisione sul fatto che Gulbranson o Chance Nolan inizieranno la partita di sabato contro lo Stato di Washington al Reser Stadium. Nolan è attualmente in protocollo di commozione cerebrale dopo aver subito un colpo alla fine del primo quarto contro lo Utah il 18 ottobre 1.

Se è Gulbranson, incontrerà un’atmosfera decisamente diversa. Gulbranson ha giocato tre quarti nel chiassoso Rice-Eccles Stadium dello Utah, poi a Stanford. Questa volta, saranno i confini amichevoli di Reser.

“Abbiamo i più grandi fan nel Pac-12”, ha detto Gulbranson. “Stanno facendo così tanto rumore ed energia. Sarà sicuramente una bella sensazione se avrò l’opportunità di giocare davanti ai fan”.

Lingua legata: Sei partite della stagione, uno dei trasferimenti più annunciati dell’era di Jonathan Smith non ha ancora fatto nulla di statisticamente diverso dai contrasti di tre squadre speciali. Makiya Tongue, ex recluta a 4 stelle e trasferita in Georgia, ha giocato tutte e sei le partite, ma poche apparizioni in ricevitore.

Da quando si è trasferito all’OSU nel 2020, Tongue ha ottenuto una cattura in carriera, arrivata la scorsa stagione contro l’Idaho. Il figlio di 6 piedi-2 e 220 libbre dell’ex sicurezza di Beaver Reggie Tongue ha avuto alcuni problemi di infortunio la scorsa stagione, ma si è adattato a tutte le partite del 2022.

Hynson ha detto che avevano alcune commedie che coinvolgevano Tongue per Stanford, ma non sono mai stati chiamati.

“Sono ancora fatto di Makiya. È un buon giocatore”, ha detto Hynson. “Sta giocando duro. Si sta allenando duramente. Sta facendo tutto nel modo giusto”.

Nick Daschel ha riferito da Corvallis

ndaschel@oregonian.com | @nickdaschel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *