Audio spaziale: tavola rotonda degli esperti di XR Today

L’audio spaziale, un componente chiave delle cuffie per realtà virtuale, aumentata e mista (VR/AR/MR), migliora l’immersione con un suono iperrealistico e multidirezionale, portando a maggiori risposte in tempo reale, risultati di allenamento più elevati e una maggiore profondità delle esperienze di gioco.

Diverse aziende chiave hanno iniziato a esplorare l’aggiunta dell’audio spaziale con soluzioni di terze parti compatibili con i principali produttori di cuffie, ampliando la libertà di scelta per gli appassionati.

Per la nostra tavola rotonda XR Today, siamo lieti di accogliere:

  • Ben Weekes, architetto senior e ingegnere software principale, Agora
  • Raghu Bathina, CEO e co-fondatore, Conquest VR

Conquest VR è un produttore di cuffie audio spaziali la cui soluzione si integra con le cuffie Meta Quest, HTC VIVE, Pico Interactive e Varjo.

Quali dati demografici potrebbero adottare l’audio spaziale? Perché è fondamentale per creare esperienze coinvolgenti di alto livello?

Ben settimane: L’adozione dell’audio spaziale dovrebbe essere visto più come un modo per rendere il Metaverso più coinvolgente piuttosto che come una tecnologia individuale da adottare da sola. Detto questo, Agora ha recentemente rilasciato dati che hanno rilevato che quasi la metà dei consumatori della Gen Z non ha mai nemmeno sentito parlare di audio spaziale.

Soprattutto per questa generazione più giovane che cresce sul digitale, l’audio spaziale potrebbe essere visto come una parte ovvia delle interazioni digitali, come essere in un gioco open world e comunicare con coloro che si trovano direttamente nelle loro vicinanze. Al contrario, le persone potrebbero dover affrontare la mancanza di istruzione nel mercato.

L’audio spaziale è fondamentale per creare esperienze coinvolgenti in quanto può creare o distruggere qualcosa che sembra il più “reale” possibile. Vediamo questi concetti Metaverse di sedersi in una sala conferenze virtuale in cui tutti indossano un visore VR, ma se l’audio è statico e centrato, non ti sembrerà di essere seduto in una stanza con altri. Con l’audio spaziale, le persone gireranno la testa per ascoltare e prestare attenzione agli altri: è qui che il realismo di questa tecnologia brilla davvero.

Raghu Bathina: una buona percentuale dei 40,9 milioni di giocatori hardcore in questo paese e la maggior parte degli utenti di VR, la maggior parte dei quali ha un’età compresa tra 18 e 34 anni.

L’audio è il 50 percento dell’esperienza, parafrasando George Lucas. L’audio non spazializzato mette il suono al centro della testa e lo stereo mette il suono solo nelle orecchie sinistra e destra.

L’audio spazializzato mette il suono intorno a te, fornendo un’esperienza più credibile e aumentando il senso di presenza e immersione. Abbiamo scritto un white paper sull’impatto dell’audio realistico sul gameplay.

Il documento mostra come l’audio spaziale può migliorare le prestazioni delle attività, inclusa la misurazione dell’accuratezza dei soggetti nelle attività di navigazione o la loro capacità di identificare gli oggetti che appaiono negli spazi intorno a loro. L’audio spaziale ha notevolmente migliorato le prestazioni rispetto ad altri tipi di suono, mostrano i risultati.

Esistono sufficienti opzioni hardware consumer e aziendali per supportare il mercato dell’audio spaziale o la tecnologia è ancora agli inizi?

Ben settimane: I visori VR, essendo uno dei modi principali spinti per sperimentare l’audio spaziale al momento, sono in circolazione da un po’ di tempo. Tuttavia, dobbiamo ancora vedere questo hardware adottato ampiamente.

La tecnologia c’è, ma i prezzi costosi e le esperienze limitate attualmente utilizzate con il visore VR sono ostacoli all’adozione. Mentre i giochi Metaverse e VR continuano a progredire nello sviluppo, vedremo l’offerta e la domanda di hardware incontrarsi in modo uniforme.

Raghu Bathina: In VR, ci sono cuffie con altoparlanti integrati nel cablaggio del display montato sulla testa (HMD). Questi forniscono un assaggio di audio spaziale ma spesso mancano di ricchezza e bassi. Tuttavia, sono disponibili cuffie di alta qualità come componenti aggiuntivi per supportare i requisiti di audio spaziale per questi dispositivi. Anche le cuffie con cuffie dedicate on-ear o off-ear possono supportare bene l’audio spaziale.

Un buon audio spaziale inizia con gli sviluppatori. Sono disponibili spazializzatori audio gratuiti e commerciali per creare ambienti sonori coinvolgenti. Ci sono anche corsi di audio immersivo che insegnano come usare questi spazializzatori. Poiché sfruttare queste risorse richiede uno sforzo aggiuntivo e poiché l’audio a volte viene aggiunto frettolosamente a causa di un’attenzione sbilanciata sulla grafica senza budget per l’audio, l’audio spaziale applicato correttamente non si trova nella maggior parte dei giochi.

In che modo l’audio spaziale può aiutare le persone nell’istruzione, nella formazione e nel miglioramento delle competenze?

Ben settimane: Gli spazi di lavoro virtuali o l’istruzione virtuale avranno difficoltà a trovare il successo generale senza un senso di immersione. L’audio spaziale è il componente principale per realizzare quelle esperienze incentrate sull’uomo.

È un argomento degno ora che le persone che effettuano videoconferenze in una sala conferenze o in un’aula piena perderanno le tipiche interazioni sociali che derivano da ogni scenario e perderanno persino l’opportunità di contribuire in modo equo allo stesso modo delle loro controparti di persona.

Avendo un punto di riferimento e un punto specifico per sedersi in uno spazio virtuale, livella il campo di gioco e l’audio spaziale consente a queste esperienze di sembrare interazioni realistiche.

Raghu Bathina: Per la formazione e il miglioramento delle competenze, l’audio spaziale è fondamentale. Viviamo in un mondo 3D, quindi come puoi formare adeguatamente un dipendente che lavora in un mondo 3D senza suono 3D? Le persone si allenano più velocemente, conservano più conoscenze e apprendono abilità più rapidamente con l’audio spazializzato.

I giocatori hanno un vantaggio competitivo con un audio coinvolgente trovando amici e nemici più rapidamente. I pazienti traggono vantaggio dall’audio immersivo perché più coinvolgente è un’esperienza medica VR, più efficace è l’intervento VR. Le aziende hanno anche molto da guadagnare da un audio immersivo ben progettato e distribuito perché può influire direttamente sui tassi di fidelizzazione e sulle prestazioni del tirocinante.

In che modo le nuove cuffie come Quest Pro e Pico 4 contribuiscono alla rapida adozione della tecnologia audio spaziale?

Ben settimane: È già possibile accedere all’audio spaziale tramite molte applicazioni tradizionali. Ma gli spazi Metaverse e VR sono i luoghi in cui la tecnologia verrà utilizzata nei modi più interessanti. Questi nuovi visori VR sono una continua innovazione di una linea di prodotti che esiste ormai da un periodo di tempo e, poiché le nuove funzionalità continuano ad essere aggiunte ai visori VR, più consumatori adotteranno.

Con questi progressi, vedremo anche realizzare diverse tecnologie audio spaziali in modo che le aziende e i consumatori possano massimizzare il potenziale delle cuffie VR. Che si tratti di lavoro, istruzione o gioco, l’audio spaziale e le cuffie VR si alimenteranno di altre innovazioni tecnologiche e il risultato finale sarà un prodotto migliorato per l’utente finale.

Raghu Bathina: Di per sé, poiché le aziende continuano a incorporare altoparlanti nelle cinghie di supporto, cuffie e HMD dovranno affrontare limitazioni significative nel design e nell’uscita audio.

L’audio spaziale è un prerequisito per creare un senso di presenza. È ancora da vedere quanto bene funzioni l’audio integrato di questi dispositivi e se possono essere aumentati con cuffie aggiuntive che possono rendere le esperienze più coinvolgenti.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *