A cosa serve un Raspberry Pi?

Il microcontrollore Raspberry Pi è stato sviluppato per la prima volta nel 2012 e da allora sono diventate disponibili molte nuove generazioni e tipi. A causa del suo basso costo – i prezzi partono da circa $ 35 – il Raspberry Pi è alla portata di chiunque voglia familiarizzare con la programmazione, l’elettronica e i controlli basati su computer.

Poiché il Raspberry Pi è stato inizialmente progettato per scopi didattici, molti progetti Raspberry Pi disponibili online si concentrano su hobbisti e contesti di apprendimento, ma il Raspberry Pi ha anche applicazioni nelle operazioni aziendali e IT.

Cos’è un Raspberry Pi?

Il Raspberry Pi è un tipo di computer a scheda singola (SBC), il che significa che l’intero set hardware è posizionato su un’unica scheda elettronica. Non sono presenti socket CPU, slot di memoria o bus di estensione, come Peripheral Component Interconnect Express o PCIe, per sostituire o aggiungere componenti.

La scheda di un Raspberry Pi contiene una CPU; memoria; Porte LAN, USB e micro HDMI; e uno slot per una scheda micro SD. Il Raspberry Pi 4 Model B è il modello di punta al momento della pubblicazione.

Alternative al Raspberry Pi

Il Raspberry Pi non è l’unico SBC sul mercato. Esistono circa una dozzina di concorrenti seri, alcuni dei quali sono più veloci, più economici e specializzati per determinati casi d’uso, come i giochi o l’IA.

Uno dei primi rivali di Raspberry Pi si chiamava Banana Pi, ma i nomi dei frutti non sono diventati lo standard. Altre opzioni includono quanto segue:

  • Asus Tinker Board
  • Scheda per computer gratuita
  • Odroid
  • Omega di cipolla
  • NanoPi
L'immagine mostra i cavi che si collegano a un dispositivo Raspberry Pi 4 Model B.
Il Raspberry Pi 4 Modello B.

Funzionalità di Raspberry Pi

Con l’ampia scelta di SBC oggi disponibili, ce n’è uno per ogni progetto. Un SBC per un semplice progetto domestico richiede specifiche diverse rispetto a uno per un progetto industriale in un ambiente aziendale. Ma il Raspberry Pi rimane uno degli SBC più popolari grazie al suo enorme supporto da parte della community e alla disponibilità di accessori.

La scelta del modello Raspberry Pi giusto per un progetto richiede la comprensione di quali funzionalità offre il Raspberry Pi. Le schede più tradizionali, che vanno dal Raspberry Pi 1 all’ultimo modello 4 B, hanno porte USB 3.0, una porta Ethernet e, per alcuni modelli, una doppia porta HDMI. Mentre il Raspberry Pi Zero ha solo una porta micro HDMI e micro USB, offre supporto Bluetooth e Wi-Fi, che manca ai modelli sopra menzionati.

Casi d’uso aziendali Raspberry Pi

Per gli ambienti aziendali, Raspberry Pi non può davvero competere con le opzioni aziendali dedicate, ma rappresenta comunque un’alternativa economica e altamente personalizzabile per determinati progetti.

Ad esempio, un Raspberry Pi con un disco rigido esterno collegato può fungere da server per NAS (Network Attached Storage). Sebbene questo non possa sostituire il NAS per centinaia di utenti, potrebbe essere un’opzione semplice e conveniente per una filiale o una piccola impresa. Raspberry Pi Zero può creare un server di stampa wireless in grado di trasformare una stampante con solo una connessione di rete Ethernet cablata in una stampante accessibile tramite Wi-Fi.

Gli amministratori possono anche utilizzare Raspberry Pi come controller per mostrare statistiche o messaggi su uno schermo esterno senza eseguire un PC in piena regola. Un semplice SBC può eseguire uno strumento di monitoraggio basato su Linux e visualizzare l’output tramite una connessione HDMI per creare uno strumento dashboard altamente personalizzabile. Allo stesso modo, un Raspberry Pi può controllare i display per la segnaletica digitale. Per progetti come questi, un Raspberry Pi 4 Model B con una porta Ethernet è la scelta migliore.

Un altro caso d’uso potrebbe essere per i thin client. Diversi fornitori offrono la possibilità di utilizzare un Raspberry Pi come alternativa ai thin client più costosi. Un Raspberry Pi con le ultime specifiche per capacità CPU, RAM e doppie porte HDMI può essere utilizzato come thin client per strumenti Citrix e VMware o con Remote Desktop Protocol.

Anche senza un caso d’uso specifico per l’ambiente IT della tua organizzazione, imparare a usare un Raspberry Pi può comunque essere un buon modo per migliorare la tua comprensione dell’hardware del computer e la tua familiarità con Linux. I progetti Raspberry Pi possono anche essere un’ottima introduzione al lavoro con Kubernetes, poiché i computer Raspberry Pi sono in grado di eseguire la distribuzione Kubernetes leggera MicroK8s.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *