5 takeaway dall’impressionante vittoria dei Nuggets sui Warriors

stephencurry-nikolajokic

L’MVP in carica di Kia e l’MVP delle finali si sono affrontati venerdì sera.

SAN FRANCISCO — La stagione dei Nuggets ha solo due partite ed è già strano. Una notte, sono caduti nella ricostruzione di Jazz, che si è qualificata come il risultato che ha aperto gli occhi in un mercoledì sera impegnativo. Nella partita successiva, alimentati da una tripla doppia di Nikola Jokic, hanno battuto il campione in carica Warriors mentre Jamal Murray è seduto.

Questa stranezza si verifica nel corso di una stagione in ogni squadra. Ma tutto nella prima settimana per Denver? Bene allora.

Ecco cinque takeaway dai Nuggets’ 128-123 vincere sui Warriors venerdì:


1. Jokic era questo vicino a un potenziale grave infortunio

Negli ultimi frenetici secondi di una partita improvvisamente serrata, Jokic e Draymond Green si sono arrampicati per una palla vagante. scherzo cadde goffamente e la sua gamba sembrava essere incastrata tra Green e il pavimento. Il ripetizioni sembrava cupo e Jokic esitò prima di alzarsi in piedi. Green apparentemente ha cancellato qualsiasi coinvolgimento sinistro affrettandosi immediatamente e controllando Jokic. L’MVP in carica di Kia ha concluso la gara e ha anche fatto il gioco del gioco lanciando istintivamente un passaggio inbound a figura intera per una schiacciata subito dopo che i Warriors hanno chiuso a un punto con 14,7 secondi rimasti su un layup di Jordan Poole.

“Il suo QI è appena fuori scala”, ha affermato l’allenatore dei Nuggets Michael Malone.

Non solo ha suggellato la vittoria, ma è stato anche il suo decimo assist della serata, assicurandosi la tripla doppia. Jokic è ora un timido nel pareggiare Wilt Chamberlain per la maggior parte delle triple in carriera di un centro, anche se questo merita un po’ di chiarezza. L’NBA non ha tenuto traccia dei tiri bloccati durante la maggior parte della carriera di Wilt e coloro che hanno giocato contro di lui avrebbero insistito sul fatto che Wilt ha giocato molte partite con tiri bloccati a doppia cifra insieme a punti e rimbalzi. Ad ogni modo, non dovrebbe sminuire ciò che ha fatto Jokic, la più grande scelta al secondo turno nella storia della NBA. E se ottiene un terzo premio MVP consecutivobeh, lo metterebbe in classe con Larry Bird.


2. Non ci sono ripercussioni sul Draymond Drama

Contrariamente alla percezione al di là dell’organizzazione – perché Draymond As A Problem è la storia più sexy – è normale per i Warriors due settimane dopo che il pugno di Green ha dato fuoco al mondo del canestro. Bene, chiariamo: se i Warriors fossero una squadra in via di sviluppo, o anche una squadra di mezzo, potrebbero esserci seri problemi interni. In tal caso, Green sarebbe sacrificabile, data la sua età. Ma essendo contendenti al titolo, è più facile per i Warriors attribuire a Draymond il ruolo di Draymond e andare avanti. C’è troppo in gioco.

Ha valore – Draymond lo ha dimostrato con una prestazione energica venerdì su entrambe le estremità – e i Warriors sono i favoriti da ripetere. È davvero così semplice, e mettere a letto l’incidente è stato più facile una volta che Poole ha ricevuto una grossa estensione del contratto, che lo ha pacificato. Sembra tutto normale per i Warriors due partite della stagione. Green e Poole non si scambiano solo la palla, ma si scambiano anche il cinque. Prendilo per quel che vale.


3. Poole sta ricevendo molta attenzione anche in altri modi

giordania poole

Le difese hanno prestato maggiore attenzione a Jordan Poole finora in questa stagione.

Dopo la sua stagione di successo un anno fa e la successiva estensione del contratto, Poole si è fatto un bersaglio: altre squadre gli stanno pagando un livello di rispetto. Fondamentalmente, non gli stanno permettendo di guardare in modo pulito il cerchio. Per la seconda partita consecutiva, Poole ha lottato con il suo tiro e ora è 6 su 20 da terra. Ancora una volta, sono solo due partite.

Tuttavia, Poole deve abituarsi a essere difeso saldamente, cosa che i Nuggets hanno fatto venerdì. In un certo senso, le squadre non gli permetteranno più di coglierli di sorpresa. È davvero un distintivo d’onore per Poole e lo costringerà ad adattarsi di conseguenza e lavorare meglio per quei colpi. C’è un lato positivo per lui: non riceverà mai lo Steph Curry Treatment dalle squadre avversarie, non importa quanto si adatti e migliori.


4. Denver darà da mangiare a Jamal Murray alcuni minuti di McNugget

Murray è stato un graffio contro i Warriors, anche se la sua squadra non ha giocato la sera prima e anche se ha giocato solo 26 minuti nell’apertura della stagione. E questo sarà lo schema da qui a forse fino alla fine di dicembre, quando i Nuggets calpestano con attenzione una star che ha saltato tutta la scorsa stagione dopo l’intervento chirurgico al ginocchio del 2021. La partita dei Warriors è stata la prima di un back-to-back e la partita di sabato con Oklahoma City è stata l’apertura casalinga dei Nuggets (9 ET, NBA League Pass), quindi aveva senso far riposare Murray Friday e permettergli di ricevere quell’ovazione di bentornato a Denver. Inoltre, gli è stato risparmiato il compito di inseguire Curry e Poole per il pavimento.

Malone ha detto che la gestione di Murray sarà un processo, ma ha rapidamente aggiunto: “è il nostro ragazzo”, il che significa che i Nuggets hanno fiducia in lui e nelle sue possibilità di tornare alla sua forma di talento. Ricorda, Murray era una star nella bolla di Orlando, evidenziato da quel duello ai rigori dei playoff con Donovan Mitchell, e quell’anno guidò i Nuggets alle finali della Western Conference. Ha seguito alla grande nel 2020-21 prima dell’infortunio in primavera. Malone ha detto che Murray probabilmente passerà delle notti buone e cattive fino a quando non riacquisterà ritmo, sicurezza e forza. E sono disposti ad aspettare… e ad affrontare qualsiasi potenziale inciampo in classifica.


5. Ma… Bruce Brown

I Nuggets hanno afferrato la guardia free agent per un prezzo economico (due anni, $ 13 milioni) in bassa stagione, e sembra un affare mentre Murray si occupa di una restrizione dei minuti. Brown ha avuto una corsa decente a Brooklyn e porta migliori doti difensive di Murray. I Nuggets lo usarono essenzialmente per sostituire Monte Morris, che fu ceduto ai Wizards. Finora i rendimenti sono buoni.

Brown ha avuto una buona notte contro i Warriors (20 punti, cinque assist) e dovrebbe vedere minuti decenti fino a quando Murray non sarà in grado di giocare minuti regolari. Non solo il contributo di Brown è cruciale in questo periodo, ma anche quello di Kentavious Caldwell-Pope, che porta anche la difesa insieme al tiro d’angolo. Ha aggiunto 17 punti e un paio di palle rubate contro i Warriors.

* * *

Shaun Powell copre l’NBA da oltre 25 anni. Puoi inviargli un’e-mail qui, trova il suo archivio qui e seguilo Twitter.

Le visualizzazioni in questa pagina non riflettono necessariamente le opinioni della NBA, dei suoi club o di Turner Broadcasting.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *