10 personaggi femminili di videogiochi che hanno rubato totalmente la scena

Le donne sono fantastiche. Siamo tutti d’accordo su questo. Le donne nei videogiochi, però, non sono sempre state rappresentate nel migliore dei modi. Sono spesso eccessivamente sessualizzati al punto da essere fantasie maschili. Un personaggio come Quiet di Metal Gear Solid V parla da sé in questo senso. A volte restano poco più che una motivazione per il nostro protagonista maschile in un modo o nell’altro. O vengono uccisi per avviare un God of War sulla strada della vendetta o talvolta devono essere salvati da un idraulico italiano molto basso dopo essere stati rapiti, in ogni gioco della serie, da un gigantesco dinosauro-tartaruga (che cosa lo è anche Bowser?). Le donne sono state spesso descritte come deboli e di scarsa influenza nelle narrazioni dei videogiochi, ma ogni tanto arriva un personaggio femminile che è una grande protagonista e un’ispirazione per molti. Tuttavia, non si tratta solo di prendere i riflettori; queste donne possono anche prendere a calci in culo! Quindi, mettiamo da parte i ragazzi per un po’ e parliamo di dieci delle ragazze più toste dei videogiochi che hanno rubato la scena.

10. Comandante Shepard (Trilogia Mass Effect)

Sono il comandante Shepard, grazie

Fem-Shep, come è comunemente conosciuta dai fan, è un personaggio iconico dei videogiochi. Anche se questo può sembrare un imbroglione, considerando che puoi scegliere il sesso del comandante Shepard all’inizio del gioco e giocare come uomo o donna, non c’è dubbio sull’impatto che Fem-Shep ha avuto sull’industria. Anche se puoi scegliere il sesso del comandante Shepard e le opzioni romantiche disponibili, il gioco si svolge allo stesso modo. Non ci sono problemi femministi da affrontare nel gioco o in qualsiasi modo diverso di vedere il personaggio a causa del loro genere. Vedere una protagonista femminile in un videogioco tripla A senza che fosse vestita in modo succinto o ritratta come la vittima era inaudito nel 2007 quando il gioco originale di Mass Effect è uscito e da allora ha aperto la strada a donne più forti e stimolanti per prendere il ruota nel gioco.

9. Jill Valentine (serie Resident Evil)

Apocalisse zombie? Nessun problema!

Jill Valentine è stata in prima linea nel cambiare lo status quo sulla rappresentazione delle donne nei videogiochi. Apparsa per la prima volta nel classico horror del 1996 Resident Evil, Jill è diventata rapidamente uno dei personaggi più simpatici dei giochi. Significativamente meno sessualizzata rispetto ad altri personaggi femminili dei videogiochi dell’epoca, ha costantemente sfidato i ruoli di genere dell’industria. È stata elogiata per essere stata raffigurata altrettanto competente e abile, se non di più, delle sue controparti maschili. È una donna indipendente e forte che ha preso a calci in culo un sacco di zombi, anche andando in punta di piedi con Nemesis.

8. Amanda Ripley (Alien: Isolamento)

Tale madre tale figlia

Ora, è un compito ENORME essere il personaggio femminile più forte del franchise di Alien. Uno dei migliori personaggi femminili di tutti i media deve essere Ellen Ripley sin dall’inizio alieno film, ma chi è meglio di sua figlia Amanda Ripley per seguire quell’eredità. Interpreta una piccola parte nella serie di film, ma è la protagonista del fantastico titolo horror di sopravvivenza, Alien: Isolation. All’inizio è un personaggio un po’ dolce, spinto solo dal desiderio di scoprire cosa è successo a sua madre, ma la crescita che attraversa è incredibilmente ben scritta. Diventa una donna forte e autosufficiente che non si fermerà davanti a nulla per salvare se stessa e i suoi amici. Bloccata su una stazione spaziale desolata, si scontra con androidi assassini, sopravvissuti umani impazziti e persino con gli xenomorfi alieni titolari. A un certo punto, combatte persino per uscire da un nido xenomorfo armato solo di un lanciafiamme, BADASS Questa donna adattabile, piena di risorse e volitiva è ben degna del nome della famiglia Ripley.

7. Chloe Frazer (serie Uncharted)

Ti ruberà il cuore più velocemente di quanto non ti strappi il portafoglio

Chloe Frazer è un’ottima rappresentazione di una donna che sa esattamente cosa vuole e non ha paura di arruffare alcune piume per ottenerlo. È un personaggio che è ritratto come ben consapevole del suo sex appeal molto apparente ma mai esclusivamente dipendente da esso. “Sì, sono sexy, e allora?” sembra che potrebbe essere il suo slogan. Trasuda sicurezza e spesso sembra essere più di un paio di passi avanti agli uomini ed è sempre più frustrata quando non riescono a tenere il passo. Apparsa per la prima volta nel capolavoro, Uncharted 2: Among Thieves, ne è stata una delle parti migliori. Ha anche ottenuto il suo titolo spin-off, Uncharted: The Lost Legacy, e questo ha permesso al suo personaggio di essere un po’ più rimpolpato, mostrando quanto sia davvero stratificata e interessante. È anche abbastanza utile in una rissa. Non volete metterla dalla parte cattiva, ragazzi.

6. Sonya Blade (serie Mortal Kombat)

Bionda, brutale, tosta

Mortal Kombat ha fatto molta strada dall’essere il videogioco più violento di sempre e un personaggio che ha resistito dall’inizio è Sonya Blade. In poche parole, niente ostacola questo soldato. Si scontra con criminali, maestri di arti marziali, stregoni e persino dei. Ha subito molti cambiamenti nel corso degli anni, ma una cosa che non è mai cambiata è la sua volontà di scontare una sconfitta ogni volta che qualcuno ne aveva bisogno. È stata persino doppiata in Mortal Kombat 11 dalla donna più cattiva del pianeta, Rhonda Rousey. Devo dire di più?

5. Ruby Malone (bagnato)

Giura come un marinaio, combatte come un guerriero

Il classico videogioco di culto Wet, del 2009, è una sorta di gemma sottovalutata. Il suo stile visivo grindhouse è qualcosa uscito da un sogno febbrile di Quentin Tarantino. Sangue, budella, pistole, spade, musica rock anni ’80 e una storia di vendetta? Tarantino, mangiati il ​​cuore, amico mio! Il gioco ha ricevuto recensioni contrastanti al lancio, ma da allora è diventato un seguito di culto. Rubi Malone è un personaggio straordinario e ha scosso la percezione dei personaggi femminili dei videogiochi quando è entrata in scena. Il suo stile di combattimento acrobatico e brutale e il suo personaggio duro come le unghie hanno colto le persone con una gradita sorpresa. Era così hardcore. È letteralmente guarita nel gioco tracannando una bottiglia di whisky. Doppiato dall’icona degli adolescenti degli anni 2000 Eliza Dushku, Rubi Malone incarna un personaggio tosto in tutto e per tutto, e spera che un giorno la rivisitino o facciano un film. Sarebbe malato!

4. Samus Aran (serie Metroid)

La first lady delle eroine dei videogiochi

Chi può dimenticare uno dei momenti più memorabili nella storia dei giochi, quando Samus Aran si è rivelato essere una donna alla fine del gioco Metroid originale del 1986. Ampiamente considerato il personaggio femminile emergente nei giochi, Samus ha infranto la barriera che tratteneva le donne in l’industria. Poco dopo, la sua rivelazione ha ispirato la concezione di tanti altri personaggi femminili forti. Prima esplodendo e prendendo nomi dopo, questo cacciatore di taglie galattico è l’OG del duro e del duro.

3. Aloy (Orizzonte Zero Dawn e Forbidden West)

Dai capelli fiammeggianti e dal cuore forte

Aloy è l’archetipo dei personaggi femminili nella narrativa moderna. Non è progettata per essere solo un piacere per gli occhi e la sua storia non ha mai elementi romantici. Non è ritratta come debole o addirittura troppo forte. È puramente una giovane donna che non vuole altro che raggiungere i suoi obiettivi e trovare la propria strada nel suo mondo, e ragazzo, faresti meglio a non intralciarla. La meravigliosa Ashly Burch dà la voce ad Aloy e l’ha sempre dipinta come un personaggio che è più forte di qualsiasi cosa la vita possa riservarle. È sempre pronta a rialzarsi e continuare a combattere e ispira coloro che la circondano. Cosa la rende tosta, dici? Combatte macchine simili a dinosauri che hanno spazzato via l’umanità con nient’altro che arco e frecce. Nuff,’ ha detto.

2. Ellie (The Last of Us Part 2)

“Troverò… e li ucciderò… fino all’ultimo.”

Dire che The Last of Us Part 2 è stato un po’ controverso sarebbe un enorme eufemismo. Con una litania di cose da discutere sul gioco, una cosa che non può essere negata è quanto sia diventata brutale e tosta Ellie. Il primo gioco della serie mostrava Ellie come una ragazzina immatura, che non comprendeva mai appieno il mondo in cui abitava. Ha sicuramente imparato a sue spese che viveva in un posto che veniva ucciso o ucciso. Dopo aver subito un’enorme perdita nella parte 2, parte per un viaggio di vendetta e uccide letteralmente tutti sul suo cammino, senza rimorsi. La sua rabbia l’ha consumata, distruggendola e tutto ciò che la circonda, proprio come Joel del primo gioco. La sua storia è incredibilmente sfaccettata e non è mai stata vista per un personaggio femminile in un videogioco. La storia di Ellie è stata violenta, dura, spietata, straziante, ma soprattutto accattivante.

Non sembrerebbe giusto andarsene senza menzionare alcune altre donne che anche loro prendono a calci in culo. Quindi ecco alcune menzioni d’onore:

Chun Li (combattente di strada):

Maestro di arti marziali e un rubacuori garantito. Il primo personaggio femminile in assoluto in un gioco di combattimento e sicuramente uno dei più tosti.

Elizabeth (Bioshock: Infinite):

C’è sempre un faro. Solo un signore del tempo che fa cose da signore del tempo.

Fulmine (Fantasy Finale):

Nessuna sciocchezza, non dire mai di morire. Questa ragazza colpisce velocemente e colpisce più forte.

1. Lara Croft (serie Tomb Raider)

Nessuno lo fa come lei

Sebbene non sia la prima ragazza tosta nei giochi, Lara Croft deve essere la più iconica. Debuttando nel 1996, Lara Croft in Tomb Raider è esplosa nel mondo dei videogiochi. Sebbene inizialmente considerato un sex symbol, questo non è mai stato l’unico aspetto dell’archeologo britannico. Nel corso degli anni, con il progredire della serie, le sue trame sono cresciute in maturità. Si sono concentrati maggiormente sulla sua famiglia e sul motivo per cui fa quello che fa. Nel titolo del 2007, Anniversary, hanno persino affrontato il senso di colpa che Lara prova dopo aver ucciso per sopravvivere, cosa raramente discussa nei videogiochi. Ispiratrice per milioni di ragazze in tutto il mondo, Lara Croft ha resistito alla prova del tempo ed è anche una vera hardcore. Ha combattuto un T-Rex undici. Lo sapevi?

Vantando uno degli adattamenti cinematografici di maggior successo, con Angelina Jolie che interpreta Ms. Croft (puoi semplicemente dimenticare il film del 2018; so di averlo fatto), una serie di fumetti davvero fantastica e alcuni romanzi, il franchise di Tomb Raider e Lara Croft sono diventati amati dalla comunità di gioco. I giochi successivi si sono concentrati più sul suo essere una sopravvissuta e meno un’archeologa, ma ogni volta che vediamo l’eroina inglese sullo schermo, è sempre un piacere. Ci sono così tante fantastiche donne di videogiochi, ma non si può negare chi sia davvero la regina dei giochi.

Bene, questo è tutto ciò che ho per oggi. Spero che la lista ti sia piaciuta. Sei d’accordo? Qualche donna tosta che pensi mi sia mancata? Assicurati di farmelo sapere qui sotto e sui nostri social.

Alla prossima volta, andate a prenderle ragazze!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *