10 anni fa, c’era il Timeout Game. Ora c’è il gioco del lancio del bastone – Grand Forks Herald

MINNEAPOLIS — Dylan Wohlenhaus ha partecipato alla partita di hockey di rivalità di sabato tra UND e Minnesota con circa 20 amici del college.

Sono andati tutti insieme all’UND alla fine degli anni 2000 e sono tornati nelle Twin Cities per il matrimonio di un amico.

“Avevamo persone dal Texas, dal Wisconsin… dappertutto”, ha detto Wohlenhaus, che vive a Minneapolis. “Ci siamo detti: ‘Andiamo al matrimonio venerdì, poi alla partita sabato'”.

Wohlenhaus è cresciuto a Buffalo, Minnesota, facendo il tifo per i Gopher.

“Ma ho visto la luce quando sono andato in North Dakota”, ha detto.

Da studente, mi sono accampato per gli abbonamenti. Ha assistito in prima persona a diversi capitoli indimenticabili della rivalità North Dakota-Minnesota.

Era alla Ralph Engelstad Arena quando l’UND ha colpito il portiere del Minnesota Alex Kangas in notti consecutive. Era alla Mariucci Arena la notte in cui Joe Finley di UND ha tirato fuori Blake Wheeler del Minnesota dalla linea della stretta di mano. Ed era nell’Xcel Energy Center per il Timeout Game, quando l’UND è risalito da sotto 3-0 vincendo 6-3 dopo che l’allora allenatore Dave Hakstol ha chiamato un timeout.

Non sapeva quando sabato sera si è seduto nella Sezione 21, Fila 6, Posto 14, che sarebbe finito per essere coinvolto in una fetta della tradizione dell’hockey UND-Minnesota.

I Gophers hanno iniziato la partita di sabato sotto controllo.

Stavano superando pesantemente i Fighting Hawks e hanno costruito un vantaggio.

Alle 8:48 del secondo periodo, i colpi erano 26-6 Gopher. I Fighting Hawks non registravano un tiro in porta da 10 minuti. E Rhett Pitlick ha appena lanciato un tiro al polso dalla lama del bastone del difensore dell’UND Ryan Sidorski e del portiere Drew DeRidder per un vantaggio di 2-0 sui Gophers.

Per celebrare il gol, Pitlick, al secondo anno, ha lanciato il suo bastone tra la folla.

Il bastone è atterrato su una scala del corridoio, è rimbalzato una volta ed è caduto nel Wohlenhaus.

“Sono stato a centinaia di eventi sportivi”, ha detto Wohlenhaus. “Non ho mai preso un fallo. Non ho mai preso un disco. Non ho mai nemmeno preso una maglietta gratis”.

Wohlenhaus afferrò il bastone. Guardò alla sua destra e vide un altro tifoso dell’UND che faceva cenno di ributtarlo indietro come il pallone da fuoricampo di un avversario al Wrigley Field. Quindi, Wohlenhaus lo lanciò casualmente sul vetro e sul ghiaccio.

“C’erano dei fan di Gopher seduti dietro di noi ed erano tipo, ‘Non posso credere che tu l’abbia fatto'”, ha detto Wohlenhaus. “Suppongo che sarebbe stato un bel pezzo di memorabilia per un fan dei Gophers. Ho ricevuto un paio di cinque da persone in fila. Qualcuno mi ha mandato un messaggio e ha detto: ‘Sai, è stato come un bastoncino da $ 350 che hai appena lanciato sopra il vetro.’

“Una parte di me si sentiva male, perché c’erano quattro ragazzi con le maglie dei Gopher poche file dietro di me e probabilmente avrei potuto dargliela. Ma era il momento più caldo”.

IMG_0193.jpg

Dylan Wohlenhaus (cappello nero, maglietta verde) e i suoi amici del college scattano una foto prima della partita di rivalità di sabato tra UND e Minnesota.

Foto inviata

La celebrazione del lancio del bastone è stata celebrata nella NHL da Jack Hughes dei New Jersey Devils e Trevor Zegras degli Anaheim Ducks. Lo hanno fatto entrambi dopo i vincitori dei tempi supplementari, però.

Quello di Pitlick è stato durante il secondo periodo e gli è stata inflitta una penalità di 10 minuti per cattiva condotta. Quella penalità non ha dato all’UND un gioco di potere, ma ha tolto dal ghiaccio uno dei primi sei attaccanti del Minnesota per mezzo periodo.

Lo slancio del gioco è cambiato immediatamente.

Il Minnesota ha preso un altro rigore 90 secondi dopo e Jackson Blake ha segnato sul power play per tagliare il vantaggio del Minnesota sul 2-1. Nel turno successivo, i Gophers hanno preso un altro rigore e Riese Gaber ha segnato sul power play che ne è seguito il pareggio. Al turno successivo, il capitano Mark Senden ha battuto un disco a mezz’aria e in rete per portare UND in vantaggio per 3-2.

“Abbiamo detto ‘Vai avanti, torna in gioco, North Dakota,’ e loro ne hanno approfittato”, ha detto l’allenatore del Minnesota Bob Motzko a The Rink Live. “Hanno detto, ‘OK, grazie, siamo tornati.'”

I Fighting Hawks hanno segnato tre gol su tre tiri nell’arco di 72 secondi.

“Era come, ‘Oh mio Dio, stanno tornando e potrebbero vincere questo'”, ha detto Wohlenhaus.

UND, infatti, ha vinto.

Senden ha segnato il gol della vittoria nei tempi supplementari per assicurarsi la vittoria sul n. Minnesota classificato 1.

Quanto a Pitlick, è uscito dall’area di rigore alla fine del secondo periodo, ma Motzko lo ha messo in panchina per i primi 14 minuti del terzo. Motzko ha detto nella sua conferenza stampa post-partita che il problema sarebbe stato affrontato lunedì alle prove.

Somiglianze con il gioco Timeout

Dieci anni fa, UND e Minnesota hanno giocato in quello che ora è noto come Timeout Game nelle Final Five della Western Collegiate Hockey Association.

Quello ha sorprendenti somiglianze con il gioco Stick Toss.

Nel Timeout Game, il Minnesota stava superando UND 23-6 e il punteggio era 3-0 quando Dave Hakstol ha chiamato il suo ormai famoso timeout, l’inizio del rally di UND.

Nello Stick Toss Game, il Minnesota stava superando UND 26-6, e il punteggio era 2-0 quando Rhett Pitlick ha lanciato il suo bastone tra la folla, l’inizio del rally di UND.

Nel Timeout Game, il gol della vittoria è stato segnato dal capitano maggiore Mario Lamoureux, che ha disputato una partita da due gol.

Nello Stick Toss Game, il gol della vittoria è stato segnato dal capitano senior Mark Senden, che ha giocato due gol.

“È sicuramente speciale”, ha detto Senden nella sua conferenza stampa post-partita.

Anche per Wohlenhaus e i suoi amici è stato positivo. Sono usciti per un paio di drink dall’altra parte della strada dopo la partita. È stato allora che le clip di lancio del bastone hanno iniziato a fare il loro giro sui social media.

Wohlenhaus si è anche divertito a fare un paio di nuovi amici al gioco: i fan di Gopher seduti dietro di lui.

“Ci siamo abbracciati dopo la partita e ho detto loro che mi dispiaceva di aver gettato indietro il bastone”, ha detto Wohlenhaus. “Ma non lo sono davvero Quello spiacente.”

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *